Ieri:Corigliano-Rossano, le opposizioni: «Stasi non è l’amministratore di una srls»
21 ore fa:Civita: inizia la terza sindacatura di Alessandro Tocci
18 ore fa:Cosa si dice nella Calabria del nord-est: una settimana di notizie
10 ore fa:Cariati, l'incontro con la cultura afro-nigeriana chiude il Festival Interculturale “Sguardo e Mondi”
Ieri:Brucia la Valle del Coscile: fiamme minacciano il santuario della Madonna del Castello
16 ore fa:Calabria, "L’acqua di San Giovanni" e “E cummari du mazzettu”
17 ore fa:Camigliatello Silano, al via il Summer School: "Progettazione e realizzazione di strutture di legno"
19 ore fa:Ammodernamento tecnologico per gli ospedali della Sibaritide-Pollino: ecco le novità
13 ore fa:La conferma del solstizio d'estate: l'Elefante dell'Incavallicata è allineato con il sole al tramonto
21 ore fa:Strage di vitelli sulla statale 534: all'alba auto danneggiate e feriti

Cosa si dice nella Calabria del nord-est: una settimana di notizie

5 minuti di lettura

CORIGLIANO-ROSSANO - La settimana che volge al termine si chiude con “l’inaspettata” visita al Porto di Corigliano-Rossano del presidente della Regione Calabria, Roberto Occhiuto accompagnato dall’onorevole Pasqualina Straface (leggi qui). Una sorpresa anche per il primo cittadino della Città, Flavio Stasi, che ha commentato: «Se fossi stato avvisato lo avrei accolto» (leggi qui).  

Tante le tematiche toccate durante il suo dialogo aperto con i pescatori del borgo marinaro di Schiavonea, come l’investimento Baker Hughes per il quale ha dichiarato che, in qualità di presidente della regione «farà di tutto per non perdere questa occasione»; mentre sul fronte sanità ha annunciato che «l'Ospedale della Sibaritide sarà terminato entro la fine del mandato». È risaputo che tra Occhiuto e Stasi ormai le divergenze sono “insanabili” e la candidatura della Straface contro Stasi è nata proprio dal volere inossidabile di Occhiuto e la vicenda dell’investimento della multinazionale italo-americana è stata determinante in questa scelta (leggi qui).

Buone notizie dalla Sila-Mare, durante l’ultimo vertice tra Regione e Anas è venuto fuori che "l’eterna" strada della Valle del Trionto dovrebbe essere interamente percorribile, in sicurezza, dal Ponte di Caloveto fino a Longobucco, entro settembre 2025 (leggi qui). Ed a proposito di lavori pubblici “senza fine” si torna a parlare della Nuova Statale 106, nello specifico tratto Sibari-Corigliano-Rossano, perché dal settore Lavori pubblici del comune di Corigliano-Rossano è stata inviata un’osservazione ad Anas in cui si chiede di valutare una galleria anche per Corigliano (leggi qui). Nei cantieri sulla SS106 a nord di Sibari, quelli del Terzo Megalotto, intanto, lo Stato ha deciso di far scende in campo l’Esercito per contrastare ogni forma di microcriminalità (leggi qui). La Centosei non è, però, solo un cantiere a cielo aperto, ma – ahinoi – rimane una delle strade più pericolose d’Italia, ragion per cui perché non farci profitto? Tant'è che i comuni dell'arco jonico calabrese l'hanno disseminata di Autovelox. Ma questi dispositivi sono davvero deterrenti contro le stragi stradali? (leggi qui) O servono, come sostengono i nostri lettori, soltanto a fare cassa? Eccovi i risultati del sondaggio (leggi qui).

Ma questa non è mica l’unica storia infinita dell’Alto Jonio calabrese. Sono trascorsi ben 7 anni, precisamente dal 2017, dalla chiusura al traffico del Ponte Saraceno, che separa Villapiana da Trebisacce. Una chiusura che costringe un intero territorio a spostarsi sulla Statale 106 per oltrepassare il fiume da un argine all’altro (leggi qui).

Di problematiche aperte ne sanno qualcosa anche diversi sindaci. Giovanni Papasso, primo cittadino di Cassano Jonio, ancora alle prese con le antenne della discordia che offendono la Croce di Pietra Castello (leggi qui); oppure il sindaco Grispino costretto ad inviare una lettera al Prefetto per la chiusura, da tre mesi, dell'ufficio postale nel comune di Mandatoriccio (leggi qui). Da Amendolare arriva, invece, l'allarmante chiusura della Guardia Medica (leggi qui). Mentre di importanti apertura si può parlare a Cariati e Crosia, le due città avranno il loro Ufficio di Prossimità, punto di contatto tra la giustizia ed i cittadini (leggi qui).

Nel clima delle amministrative c'è una voce, quella del Comitato Magna Graecia, che sussura, alle orecchie delle forze politiche di inserire l'elevazione di Co-Ro a Capoluogo nei programmi della prossima campagna elettorale (leggi qui). Un'idea lungimirante... forse pure troppo dal momento che dalle nostre parti l'ovvio non è affatto scontato (a proposito, leggi qui il corsivo del direttore Marco Lefosse).

Sul fronte sanità arriva la nuova programmazione ospedaliera che assegna 451 posti letto agli ospedali alla Calabria del nord-est, ma resta il giallo di Trebisacce con la sua strutturazione più complessa (leggi qui).

Tra i fatti di cronaca di questi giorni troviamo, ancora, il medico che per 6 anni ha eseguito prestazioni private con la strumentazione dell'Asp di Cosenza (leggi qui) e le minacce e le ingiurie alla Presidente della Pro Loco di Corigliano Valeria Capalbo (leggi qui).

Il Vice Questore Giuseppe Zanfini, intanto, lascia il Commissariato di P.S. di Corigliano-Rossano, perché andrà a coprire l'incarico di reggente della Divisione Anticrimine della Questura di Cosenza. Ricoprirà l'incarico di dirigente del Commissariato di Corigliano-Rossano, il Vice Questore della Polizia di Stato Domenico Lanzaro (leggi qui).

Ma la settimana appena conclusasi è stata scandita anche da alcuni eventi sociali importati. Alcuni dei quali storici per la Calabria del Nod-Est come l'elezione dell'imprenditore rossanese Antonio Seminario a capo della Massoneria italiana (leggi qui).

Sport, scuola e cultura. il cariatese Antonio Fuoco è in Florida  per il "12 Ore di Sebring" (leggi qui); al Carnevale di Castrovillari il premio “Marchio di Qualità”(leggi qui); l’Istituto Comprensivo Rossano 3, durante la finale di Area, è stato protagonista assoluto dei giochi matematici (leggi qui).

Proprio in questi giorni le Iene hanno riacesso i riflettori su un nostro cittadino che ci ha lasciati nel 2021: Omar Palermo, tra i primi a portare in Italia il content delle sfide uomo contro cibo. Uno stile di vita per nulla salutare che, purtroppo, per Omar è risultato fatale. Che l'esempio di Omar possa servire da monito ai creator della sfida del cibo (leggi qui).

Venerdì 8 marzo, in occasione della “Giornata Internazionale della donna”, si è svolto l’incontro formativo “Educare all’Affettività”, organizzato dal Rotary Club, Rotaract Club e Interact Club Trebisacce AJC in collaborazione con i Licei di Trebisacce (leggi qui). In occasione della Giornata della donna il Museo Nazionale archeologico della Sibaritide ha deciso di dare la possibilità di ammirare, fino a fine marzo, lo splendido volto di dività che ornava una delle metope del Tempio di Selinute (leggi qui).

Ma se oggi l'Italia Meridionale è una delle aree più critiche e complesse del nostro Paese, non era certamente così durante la storia della Magna Grecia. Proprio Filippo Demma, ospite del programma Tg2 Italia-Europa, spiega che da qui sono nati i più antichi esempi di città programmata e pianificata, «Thurii è il primo esempio di città ideale, qui è nata la storia dei nostri prodoti, come olio e vino»(leggi qui). Di un prodotto in particolare può farsi vanto la Calabria: la leucolea (bianca oliva), che purtroppo è in via di estinzione. Da Vaccarizzo, in questi giorni, è partito un progetto di tutela, salvaguardia e valorizzazzione di questa antica varietà (leggi qui). Di patrimoni da riprendere e ridare a nuova vita ne abbiamo parlato il 10 marzo, portando alla luce lo stato di abbandono e degrado in cui versa la Chiesa dell'Annunziata nella valle del Celadi (leggi qui).

Francesco Filareto ha deciso di racchiudere nel suo nuovo libro i 150 anni di storia, dal 1871 al 2021,del Liceo Classico San Nilo di Rossano (leggi qui).

Sabato 24 e domenica 25 marzo tornano le Giornate Fai di Primavera, il più importante evento di piazza dedicato al patrimonio culturale e paesaggistico italiano (leggi qui). In quest'occasione il Gruppo Archeologico Sibaritide e Sila Greca si presenterà al territorio con numerose attività con filo conduttore l'Archeoastronomia (leggi qui). In tema di patrimonio storico-naturalistico l'Associazione di promozione sociale (APS) Baia di Borea lancia l'idea di costruire una ciclovia nella Baia di Borea (leggi qui).

Luigia Marra
Autore: Luigia Marra

Mi sono diplomata al Liceo Classico San Nilo di Rossano, conseguo la laurea in Lettere e Beni Culturali e successivamente la magistrale in Filologia Moderna presso Università della Calabria. Amo ascoltare ed osservare attentamente la realtà di tutti i giorni. Molto caotica e confusionaria, ma ricca di storie, avvenimenti e notizie che meritano di essere raccontate.