21 ore fa:La Vignetta dell'Eco
4 ore fa:U' San Giuvanni e quell'antico "patto" del comparaggio che nasce da... U' Pùpulu
2 ore fa:Per il CoRo Family Fest arriva "Zampalesta, u cane tempesta"
21 ore fa:“Il Coraggio della Vergogna”: a dieci anni dalla presentazione del libro di Carlo Di Noia
20 ore fa:"Legalità' e sicurezza in Calabria": Europa Verde-Verdi esprime soddisfazione per l'approvazione del progetto
20 ore fa:Il comune di Villapiana, è all'esame della Corte dei Conti
21 ore fa:Un’immersione nelle acque calabresi alla scoperta del Piroscafo Torino
20 ore fa:La Calabria sotto i riflettori della Rai: domani la prima delle due puntate di “Linea Verde”
5 ore fa:8 ore e 35 minuti da Reggio Calabria a Sibari, in una regione che vuole fare turismo. Ma fate sul serio?
3 ore fa:Inizia la movida estiva a Co-Ro ma la strada di Fabrizio Piccolo è piena di immondizia

Un inno alla maternità calabrese, il murales di SteReal incanta Schiavonea

1 minuti di lettura

CORIGLIANO-ROSSANO – “Se vi state chiedendo che forma ha l'amore...eccola! L'incantesimo dell'attesa, magico silenzio di una carezza su un ventre che fa spazio alla vita. Stefania Marchetto ha regalato a Schiavonea amore e bellezza con questo murale realizzato in zona Rivabella”.

Queste le parole che l’associazione “Schiavonea e Sant’Angelo puliti” ha utilizzato, per descrivere l’opera di Stefania Marchetto, in arte SteReal, intitolata “Vita Es”, che ha colorato di rosa il borgo marinaro di Schiavonea, nell’area urbana di Corigliano.

Un inno alla maternità tutta calabrese, quello a cui l’artista ha dato vita. Infatti prima di tutto, la street artist “respira l’atmosfera del luogo” in cui crea, la metabolizza, assaporando i panorami urbani che traduce in immagini.

L’ultimo murales finanziato dall’associazione che ha anche la mission di “rigenerare” l’antico borgo marinaro, adottando un chiaro atteggiamento nelle parole e nei fatti, di cittadinanza attiva (leggi qui), ancora una volta risplende come un faro, in prossimità del porto di Corigliano.

La maestosa opera di SteReal, ha colori delicati che richiamano l’emozione dell’abbraccio sicuro che solo una madre può dare ai suoi figli, questo è ciò che ha respirato a Schiavonea l’artista milanese e che, ha saputo trasmettere in modo elegante, attraverso il suo talento, impresso sulla parete di un palazzo per sempre.

Specchio dello spirito degli abitanti del borgo marinaro, accogliente e autentico, fermo e determinato a salvaguardare la propria peculiare identità.

Forse questo è il miglior manifesto artistico che esprime l’essere “una donna” con cui SteReal, ha tradotto la spirito autentico di un luogo, Schiavonea, che accoglie senza difese, chiunque sia disposto a riconoscerne il valore profondo.

 

Francesca Sapia
Autore: Francesca Sapia

Ha due lauree: una in Scienze politiche e relazioni internazionali, l'altra in Intelligence e analisi del rischio. Una persona poliedrica e dall'animo artistico. Ha curato le rassegne di arti e cultura per diversi Comuni e ancora oggi è promotrice di tanti eventi di arti visive