12:01 pm:Covid. Il Pollino piange ancora morti per la pandemia: la situazione
12:30 pm:Parco archeologico di Sibari: ora (forse) si fa sul serio. Nominato un Cda “strategico”
11:00 am:Calabria: calano contagi e indice tamponi. Terapia intensive in discesa - TUTTI I NUMERI DEL CONTAGIO
7:01 pm:Il Crati torna a far paura: superato nel pomeriggio il livello di guardia. Protezione civile allertata
12:01 pm:IL ROTOCALCO DELL'ECO - Una settimana di notizie in pillole
10:40 am:Verdi: «Presenteremo una lista forte e competitiva per il rinnovo del Consiglio regionale»
10:30 am:«Ospedale subito!» la battaglia della Lega tumori sul presidio "Cosentino" di Cariati
10:01 am:Test rapido antigenico per alunni e famiglie dell’IC di Cariati
5:14 pm:Lo studio del rossanese Novelli: contro il Covid in arrivo gli anticorpi monoclonali
10:01 am:Drogava un’anziana. I familiari danno incarico all’avv. Francesco Nicoletti per denunciare la badante

Protesta operai Consorzio di Bonifica: «Non sappiamo più come far mangiare i nostri figli» - VIDEO

Senza stipendio da 5 mesi. È così che gli operai del Consorzio di bonifica dei bacini dello Jonio cosentino stamani si sono barricati per protesta, sul tetto della centrale idroelettrica del Cino, in contrada Insiti a Corigliano-Rossano. Chiedono l’immediato pagamento delle spettanze salariali pregresse. Intanto i sindacati annunciano uno sciopero per il prossimo 21 ottobre per sensibilizzare tutti gli attori di questa vertenza, Consorzio e Regione Calabria in primis, affinché trovino presto una soluzione duratura e definitiva.