10 ore fa:Covid, in Calabria calano i contagi e i ricoveri ma si registrano 7 vittime
8 ore fa:Le Vignette dell'Eco
9 ore fa:Al preside Francesco Antonio Di Noia sia intitolata la Scuola Media “A. Toscano” del Centro Storico ausonico
8 ore fa:L’appello di Co-Ro Pulita alla minoranza: «Basta strumentalizzare le tragedie per fini politici»
9 ore fa:Il vice sindaco di Mormanno eletto nella Direzione Regionale del Partito Democratico
7 ore fa:“Il mansplaining spiegato a mia figlia” arriva al Teatro Garden di Rende
8 ore fa:Vaccini nelle scuole, in Calabria un bambino su tre della fascia 5-11 anni ha già fatto la prima dose
7 ore fa:Auddino (M5S) dice no a Draghi Presidente della Repubblica
10 ore fa:Rapinò una banca, incastrato dalle prove biologiche rimaste sulla calzamaglia usata per nascondere il volto
9 ore fa:Castrovillari, premiati i vincitori del concorso artistico “Io l’ambiente lo salvo così…”

Matteo Salvini a Castrovillari : «Dalla Calabria mi porto tanta energia positiva» - VIDEO

CASTROVILLARI – Tra critiche e fan, Salvini ha fatto visita alla città del Pollino, una delle tappe a sostegno del centrodestra alle prossime elezioni regionali del 3 e 4 ottobre.

Tra un selfie e l’altro, il leader della Lega ha risposto alle domande dei giornalisti ed è intervenuto nello spazio messo a disposizione ed organizzato da uno dei candidati al consiglio regionale, Leo Battaglia, nel quale ha parlato ai cittadini presenti delle tematiche nazionali e territoriali e di come il partito intende intervenire.

Dall’agricoltura alla sanità, dall’utero in affitto alla ‘ndrangheta passando, inevitabilmente, dai candidati nelle liste, Matteo Salvini ha parlato alla sua platea facendo anche riferimento alle altre compagini politiche.

Di de Magistris, infatti, ha detto che non sarà «mai all’altezza di governare una Regione come questa se da sindaco di Napoli non è stato in grado di eliminare i cumuli di spazzatura che la sovrastano», mentre, per quanto riguarda le accuse riguardanti candidati familiari di esponenti di ‘ndrangheta, ha ricordato che «ci sarebbe da premiare queste persone che si distaccano dalle loro famiglie; la criminalità organizzata è sicuramente presente in Calabria ma non tutti gli eredi dei boss vogliono camminare sui medesimi passi».

«In Calabria vedo un’enorme voglia di ripartire – ha detto il leader del Carroccio – non aiutini ma lavoro vero perché sono tanti i giovani che hanno bisogno di lavorare e vogliono davvero impegnarsi ad esempio nel turismo, nell’agricoltura, nella pesca: comparti che possono e devono tramutarsi in lavoro. E poi ci sono le infrastrutture – conclude Salvini – la statale 106, i porti e gli aeroporti devono portare lavoro a questa terra. Dalla Calabria mi porto a casa tantissima energia positiva».