2 ore fa:Italvolley: Lavia e Laurenzano sempre più protagonisti della nazionale
38 minuti fa:Tutelare identità
3 ore fa:Giornata Europea del Gelato Artigianale: quest'anno un evento tra Mandatoriccio e Cariati
4 ore fa:Polizia Municipale, a Cariati sei nuovi agenti
6 ore fa:Trebisacce, tutto pronto per il concorso letterario "Il Liceo dona"
2 ore fa:Fabbisogno di Personale, approvate dal Ministero le richieste del comune di Co-Ro e dell'Unione dei Comuni
4 ore fa:Eventi sismici e piani di Protezione Civile: a che punto è la Calabria?
3 ore fa:Calabria del nord-est a rischio sismico 2: contro i terremoti prevenzione e prontezza
5 ore fa:Tradizioni, cresce l'attesa per l'infiorata in onore di San Francesco
7 ore fa:Patto di Stabilità, per Ferrara (M5s) «soffocherà i cittadini. Votarlo significa tradire l'Italia»

Matteo Salvini a Castrovillari : «Dalla Calabria mi porto tanta energia positiva» - VIDEO

CASTROVILLARI – Tra critiche e fan, Salvini ha fatto visita alla città del Pollino, una delle tappe a sostegno del centrodestra alle prossime elezioni regionali del 3 e 4 ottobre.

Tra un selfie e l’altro, il leader della Lega ha risposto alle domande dei giornalisti ed è intervenuto nello spazio messo a disposizione ed organizzato da uno dei candidati al consiglio regionale, Leo Battaglia, nel quale ha parlato ai cittadini presenti delle tematiche nazionali e territoriali e di come il partito intende intervenire.

Dall’agricoltura alla sanità, dall’utero in affitto alla ‘ndrangheta passando, inevitabilmente, dai candidati nelle liste, Matteo Salvini ha parlato alla sua platea facendo anche riferimento alle altre compagini politiche.

Di de Magistris, infatti, ha detto che non sarà «mai all’altezza di governare una Regione come questa se da sindaco di Napoli non è stato in grado di eliminare i cumuli di spazzatura che la sovrastano», mentre, per quanto riguarda le accuse riguardanti candidati familiari di esponenti di ‘ndrangheta, ha ricordato che «ci sarebbe da premiare queste persone che si distaccano dalle loro famiglie; la criminalità organizzata è sicuramente presente in Calabria ma non tutti gli eredi dei boss vogliono camminare sui medesimi passi».

«In Calabria vedo un’enorme voglia di ripartire – ha detto il leader del Carroccio – non aiutini ma lavoro vero perché sono tanti i giovani che hanno bisogno di lavorare e vogliono davvero impegnarsi ad esempio nel turismo, nell’agricoltura, nella pesca: comparti che possono e devono tramutarsi in lavoro. E poi ci sono le infrastrutture – conclude Salvini – la statale 106, i porti e gli aeroporti devono portare lavoro a questa terra. Dalla Calabria mi porto a casa tantissima energia positiva».