26 minuti fa:Emergenza rifiuti, salta il piano Gualtieri. Ma c'è il piano Stasi: "ecoballe" a Bucita
6 ore fa:Nasce la rete informatica integrata tra Spoke e Hub nella provincia di Cosenza
1 ora fa:Psa della Sibaritide, FdI è certa: «Corigliano-Rossano approverà un Piano già vecchio»
7 ore fa:A Co-Ro la tutela della costa e del mare passa dalla buona volontà di chi viene in vacanza
5 ore fa:In Commissione anti 'ndrangheta Laghi difende la sicurezza della Sibaritide e del Pollino, presente anche Lo Polito
1 ora fa:L’ennesima vita spezzata: non ce l’ha fatta il giovane centauro coriglianese Luigi Andrea Pirri
6 ore fa:La studentessa Unical che vince la sfida sulla sovrapproduzione energetica
5 ore fa:Strade provinciali a Cassano, l'assessore Falbo chiama in causa la Presidente Succurro
4 ore fa:Giallo a Mandatoriccio: donna trovata morta in casa con numerose ferite sul corpo
2 ore fa:Femminicidio a Mandatoriccio, il marito confessa: «Sono stato io»

Matteo Salvini a Castrovillari : «Dalla Calabria mi porto tanta energia positiva» - VIDEO

CASTROVILLARI – Tra critiche e fan, Salvini ha fatto visita alla città del Pollino, una delle tappe a sostegno del centrodestra alle prossime elezioni regionali del 3 e 4 ottobre.

Tra un selfie e l’altro, il leader della Lega ha risposto alle domande dei giornalisti ed è intervenuto nello spazio messo a disposizione ed organizzato da uno dei candidati al consiglio regionale, Leo Battaglia, nel quale ha parlato ai cittadini presenti delle tematiche nazionali e territoriali e di come il partito intende intervenire.

Dall’agricoltura alla sanità, dall’utero in affitto alla ‘ndrangheta passando, inevitabilmente, dai candidati nelle liste, Matteo Salvini ha parlato alla sua platea facendo anche riferimento alle altre compagini politiche.

Di de Magistris, infatti, ha detto che non sarà «mai all’altezza di governare una Regione come questa se da sindaco di Napoli non è stato in grado di eliminare i cumuli di spazzatura che la sovrastano», mentre, per quanto riguarda le accuse riguardanti candidati familiari di esponenti di ‘ndrangheta, ha ricordato che «ci sarebbe da premiare queste persone che si distaccano dalle loro famiglie; la criminalità organizzata è sicuramente presente in Calabria ma non tutti gli eredi dei boss vogliono camminare sui medesimi passi».

«In Calabria vedo un’enorme voglia di ripartire – ha detto il leader del Carroccio – non aiutini ma lavoro vero perché sono tanti i giovani che hanno bisogno di lavorare e vogliono davvero impegnarsi ad esempio nel turismo, nell’agricoltura, nella pesca: comparti che possono e devono tramutarsi in lavoro. E poi ci sono le infrastrutture – conclude Salvini – la statale 106, i porti e gli aeroporti devono portare lavoro a questa terra. Dalla Calabria mi porto a casa tantissima energia positiva».