2 ore fa:Acquapark lancia un magico contest: scatta una foto e… vinci due biglietti
7 ore fa:Furto di legna nei boschi: finiscono nei guai un italiano e due albanesi
4 ore fa:I rifiuti saranno impacchettati, infiocchettati e depositati in un parcheggio: la soluzione contro l'emergenza
4 ore fa:A Crosia i furbetti del risarcimento scoperti dalla Polizia Locale
5 ore fa:Il 7 luglio si terrà lo sfoglio della nuova miniatura del Codex Purpureus
5 ore fa:Castrovillari Calcio: per la quinta volta il direttore sportivo è Mimmo Donato
3 ore fa:Saracena, inizia ufficialmente il secondo mandato di Renzo Russo
1 ora fa:Un calabrese alla guida della “Bocconi”: l’eccellenza è nel volto di Francesco Billari
3 ore fa:Verba Volant - Il calcio del futuro
5 ore fa:Ospedale di Castrovillari, Graziano incontra associazioni e rappresentanti istituzionali

Comune latitante e disagi: monta la protesta dei cittadini di Cantinella - VIDEO

Da stamattina alle 7.30 i residenti delle contrade stanno presidiando il bivio tra la ex SS106 e la provinciale di Tarsia. Atteso incontro con il sindaco Stasi

Prosegue il blocco del bivio di Cantinella iniziato dalle 7:30 di questa mattina.
I cittadini delle frazioni di Cantinella, Thurio, San Nico, Mandria del Forno in protesta lamentano l'abbandono dei loro territori e sono inferociti contro Sindaco ed Amministrazione comunale.
Le rivendicazioni vanno dalla riapertura (non più a singhiozzo) delle poste, alla pulizia (data la presenza di topi) e messa in sicurezza delle scuole vista l'imminente apertura. E poi ancora l'apertura della  delegazione comunale, fino al recupero dell'area dell'ex consorzio agrario.
Presente anche Pasqualina Straface, ex sindaco dell'estinto comune di Corigliano, che si è fatta portavoce della protesta.
Era attesa e rivendicata dai cittadini la presenza del Sindaco che non si è palesato, ma che a breve pare annuncerà un incontro da parte di una sua delegazione con la comunità in protesta, si attendono ancora notizie ufficiali in merito.
I cittadini hanno anche manifestato una forte criticità e delusione contro la gestione della città unica di Corigliano-Rossano da parte dell'attuale amministrazione, questo un dato su cui riflettere visto che all'epoca del referendum sulla fusione in queste frazioni vinse il "sì".
di Francesco Viteritti