2 ore fa:Crosia, Acri, San Giovanni in Fiore e Altomonte da domani saranno “zona rossa”
3 ore fa:Covid, Show Down scrive al prefetto Guercio e al presidente Spirlì: «Non ci sentiamo sicuri»
5 ore fa:Covid, la campagna di immunizzazione si sposta nelle case: partita la vaccinazione domiciliare
2 ore fa:Anche Irto è persuaso: «L'ospedale di Cariati va riaperto»
4 ore fa:Covid, a Terranova muore un 38enne padre di tre bimbi
5 ore fa:Cariati, Greco «Tutti i sindaci sono stati umiliati. Servono dimissioni di massa a Roma»
4 ore fa:Lavia (Cisl): «Vaccinare rapidamente vuol dire poter ripartire»
5 ore fa:Ponte sullo Stretto, Sofo (Ecr) chiede all’UE di sollecitare l’inserimento dell’opera nel Recovery Plan
4 ore fa:All’Istituto Comprensivo di Cariati un supereroe per parlare ai più giovani di emergenze sanitarie
5 ore fa:«L’Ospedale da campo a Vaglio Lise diventi un hub di emergenza per dare respiro all’Annunziata»

Carigliano-Rossano, da domani al Giannettasio parte la “tele cardiologia di prossimità” - VIDEO

CORIGLIANO-ROSSANO – Da domani sarà operativo il “care link express mobile” presso il reparto di cardiologia dello l’ospedale Giannetasio dell’ex area urbana di Rossano.

È quanto si è appreso stamani durante la conferenza stampa nel corso della quale è stato presentato questo importante dispositivo medico che consente di avere una valutazione cardiologica a distanza.

Un traguardo raggiunto grazie al coraggio del direttore ad interim del reparto, il dottor Giovanni Bisignani che ha parlato di una tecnologia in grado di realizzare una “tele cardiologia di prossimità”, garantendo risparmio di risorse, ma soprattutto di tempo. Parametri fondamentali quando si parla di salute e di interventi salvavita.

«Un progetto non semplice – ha affermato Bisignani – ma frutto di un lavoro di squadra, che consentirà di stare accanto ai pazienti dando risposte rapide e immediate. Si accorciano radicalmente i tempi di controllo: si passa dalle ore (quelle che ci vorrebbero per il trasferimento del paziente dal proprio domicilio al nosocomio più vicino ed eventualmente da un ospedale all’altro) ai minuti».

Alla conferenza stampa era presente anche il sindaco di Corigliano-Rossano Flavio Stasi che ha parlato di scelte coraggiose che portano a risultati concreti per il bene di tutto il territorio: «Un anno e mezzo fa si parlava di chiusura del reparto di cardiologia dello Spoke - ricorda Stasi -. Oggi, anche grazie al lavoro del dottor Giovanni Bisgnani si continuano a produrre risultati eccellenti che ci danno fiducia nel futuro».

Durante la conferenza è emerso anche che presto partirà un nuovo servizio nell’ospedale: nascerà l’unità di terapia intensiva coronarica (UTIC), un reparto ospedaliero specializzato nella gestione dei pazienti affetti da patologie cardiache acute.