7 ore fa:A Longobucco «la casa di comunità ci sarà e sarà una grande risorsa sanitaria per il nostro territorio»
11 ore fa:Rottamazione cartelle esattoriali. «Stasi approva la nostra proposta, ma trasuda populismo»
11 ore fa:«Non consentiremo lo smantellamento della sanità pubblica e della scuola pubblica statale»
8 ore fa:Bullismo e cyberbullismo, a Co-Ro un corteo di sensibilizzazione. Ecco quando
9 ore fa:La Vignetta dell'Eco
11 ore fa:L’Aletti progetta e realizza “aule aperte”: studenti in visita a Cosenza e Tarsia
10 ore fa:Plesso Sorrento, a Crosia «avviate le procedure per individuare eventuali soprusi a danno di bambini e docenti»
9 ore fa:Questione Tribunale, si cerca coesione politica e Stasi detta la più importante delle regole d’ingaggio
10 ore fa:Mister Tommaso Napoli è il nuovo allenatore del Castrovillari Calcio
6 ore fa:Sul Treno della Sila prende il via il Carnevale, tra maschere e tante sorprese

Grande successo per il ritorno della rivista "Il Serratore"

1 minuti di lettura

CORIGLIANO-ROSSANO - Un grande successo di pubblico attento per il lancio della rivista “Il Serratore” che riprende le sue pubblicazioni dopo un decennio circa dalla scomparsa del suo fondatore Enzo Viteritti.

Da oggi sarà, infatti, in vendita presso le edicole e librerie della città il n.95 del bimestrale, numerazione che sottolinea la perfetta continuità con le uscite precedenti. Formato, impaginazione e carattere editoriale sono rimasti identici; la copertina, che riporta uno scatto evocativo di Gaetano Gianzi, a rappresenta l'impronta identitaria del prestigioso prodotto editoriale di una città oggi molto più ampia e ricca rispetto al passato.
C'era grande attesa, quindi, per il ritorno della rivista salutata con emozione dai promotori Giorgio Tricarico, Valeria Pappalardo, Giacinto De Pasquale ed Anna Maria Brunetti che hanno voluto sottolineare l'importanza della continuità in omaggio all'opera meritoria del fondatore, punto di riferimento di coloro che hanno a cuore la conoscenza della storia passata e recente del territorio come necessaria premessa per la costruzione del futuro.

La serata è stata arricchita dall’intervento dell'antropologo Paolo Apolito, già docente presso le Università di Salerno e Roma tre che, accompagnato dal nostro Cataldo Perri alla chitarra battente e da Enzo Naccarato alla fisarmonica, ha intrattenuto il pubblico con un racconto sull'importanza delle radici.
Un ottimo inizio per l'Associazione il Serratore. Il presidente Tricarico ha già annunciato il prossimo appuntamento del 16 dicembre per la presentazione dell'ultima fatica di Luigi Petrone.

Rita Rizzuti
Autore: Rita Rizzuti

Nata nel 1994, laureata in Scienze Filosofiche, ho studiato Editoria e Marketing Digitale. Amo leggere e tutto ciò che riguarda la parola e il linguaggio. Le profonde questioni umane mi affascinano e mi tormentano. Difendo sempre le mie idee.