1 ora fa:Omicidio Aquino, operazione dei Carabinieri a Corigliano Rossano – NOMI
2 ore fa:A Cassano Jonio torna "Il Giocattolo sospeso"
14 ore fa:Occhiuto: «Sulla statale 106 ci auguriamo migliorie in Parlamento»
16 ore fa:Mensa Co-Ro, genitori e docenti chiedono convocazione commissione
15 ore fa:Statale 106, muore investita una 31enne a Calopezzati. Si sarebbe lanciata contro un’auto
2 ore fa:Omicidio Aquino, capillare operazione dei carabinieri nell'area di Corigliano: 10 arresti
3 ore fa:Longobucco rivive la storia di Gesù nel tradizionale e tanto atteso "Presepe Vivente". Ecco quando
16 ore fa:"Bamp Cinema - Un solo frame dall'Adriatico al Tirreno" arriva in Calabria
15 ore fa:Nel mentre si tenta di “uccidere” la fusione, si recuperano soldi persi dalle gestioni degli estinti comuni
16 ore fa:Olio di Calabria Igp incontra Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori

A Milano design week spopola la “limited edition” di Amarelli

1 minuti di lettura

CORIGLIANO-ROSSANO – Radici profonde nella tradizione e visione, vocazione e declinazione verso l’innovazione, l’arte ed il design. Con l’esperienza imprenditoriale e familiare Amarelli, mai come quest’anno, Corigliano-Rossano si riscopre protagonista della Milano Design Week, l'unione di Salone del Mobile a Rho Fiera e degli eventi fuori Salone diffusi in città, l'appuntamento più importante del mondo del design che si concluderà domani, domenica 12 giugno.

Da Andrea Castrignano, il noto designer milanese, ideatore di format televisivi e reality tv programme che raccontano i processi creativi di ristrutturazione di case e ambienti, come Cambio Casa, Cambio vita!, passando da Simens Home, fino a Marco Lodola, massimo esponente del futurismo contemporaneo. - La scatolina di metallo, icona del brand Amarelli nel mondo, continua ad essere fonte di ispirazione e ricercato strumento creativo.

Ad esprimere soddisfazione per le nuove collaborazioni  sono Fortunato e Margherita Amarelli, rispettivamente amministratore delegato e direttore commerciale e marketing dell’esperienza imprenditoriale, apprezzando l’attenzione e l’interesse crescente che aziende, privati, organizzatori di eventi e non solo continuano a dimostrare per il taylormade, la possibilità di personalizzare la scatolina di metallo secondo le proprio esigenze.  

Margherita Amarelli, in particolare, tiene a sottolineare con un plauso, l’impegno e la dedizione dell’intera squadra Amarelli verso questi importanti risultati.

Anche quest’anno, per il progetto condiviso con l’artista Gianluca Chiodi con il quale ha realizzato alcuni pezzi unici, come specchi, applique, piatti e carte da parati, esposti durante l’evento, l’interior designer e conduttore televisivo Andrea Castrignano che esplora la contaminazione fra design e arte con Art&Design reloading creatività, ha scelto la scatolina di metallo Amarelli come souvenir di questa nuova esperienza che ha preso forma nel consueto spazio di via Adige 11.

Lodola’s Soup è invece la mostra retrospettiva dell’artista internazionale Marco Lodola, inaugurata ieri, venerdì 10 giugno, all’interno dell’Hotel ME Meliá Il Duca di Piazza della Repubblica a Milano. C’era anche Amarelli al vernissage con la limited edition Il Volto degli altri, opera dello stesso Lodola che oltre a colorare ed impreziosire la lattina da 40 grammi dei confettini all’anice è custodita nel Museo della Liquirizia Giorgio Amarelli.

La possibilità di personalizzare la scatolina Amarelli con il proprio brand è stata presa in considerazione anche da Siemens Home protagonista dell'evento Connect to the future of cooking in occasione del FuoriSalone 2022, all’interno del Ddn Hub, in Piazza Cannone.

I tre progetti si aggiungono alle altre limited edition firmate da Massimo Sirelli, dallo stesso Marco Lodola e ad Amarelli Experience, l’esperimento culturale di realtà aumentata e sinestesia, contaminazione di sensi nella percezione, condiviso con il compositore, violoncellista e pianista di fama internazionale Piero Salvatori.

Redazione Eco dello Jonio
Autore: Redazione Eco dello Jonio

Ecodellojonio.it è un giornale on-line calabrese con sede a Corigliano-Rossano (Cs) appartenente al Gruppo editoriale Jonico e diretto da Marco Lefosse. La testata trova la sua genesi nel 2014 e nasce come settimanale free press. Negli anni a seguire muta spirito e carattere. L’Eco diventa più dinamico, si attesta come web journal, rimanendo ad oggi il punto di riferimento per le notizie della Sibaritide-Pollino.