9 ore fa:Zes unica, Coldiretti: «Bene estensione del credito alle imprese agricole che trasformano e commercializzano»
12 ore fa:Elezioni, Tavernise (M5s): «Sul territorio siamo forza concreta »
10 ore fa:Straface sarà sia consigliere comunale a Co-Ro che consigliere regionale
6 ore fa:Post voto. Ad Acquaformosa volano le poltrone dai balconi del Comune ma la neo sindaca smentisce
6 ore fa:Antonello Graziano è il nuovo vicepresidente nazionale di Federsanità
10 ore fa:Cassano, Guerrieri: «Lavoriamo a una lista di partito per le prossime elezioni comunali del 2025»
11 ore fa:Cassano Jonio, al via i lavori di messa in sicurezza di località Grotta della Rena
9 ore fa:A Corigliano-Rossano arriva Roberto Emanuelli
11 ore fa:Cicogna bianca, nidificazione a rischio per attività di addestramento di cani da caccia
7 ore fa:Degrado alle Terme di Spezzano Albanese: «Una storia di malagestione che dura da anni»

Le “Clementine di Calabria Igp” protagoniste al Magna Graecia Film Festival

1 minuti di lettura

CATANZARO - In occasione della 20esima edizione del Magna Graecia Film Festival, la prestigiosa kermesse dedicata alle opere prime e seconde italiane e internazionali, il Consorzio per la Tutela delle Clementine di Calabria Igp partecipa con una serie di iniziative promozionali mirate a esaltare la bellezza e la bontà delle Clementine di Calabria Igp.

A Catanzaro tutto è iniziato sabato 29 luglio e gli eventi andranno avanti fino al 5 agosto. Uno dei momenti più attesi sarà l’anteprima dello spot dedicato alla promozione del consumo delle Clementine di Calabria Igp.

Lo spot, firmato dal rinomato regista Domenico Gambardella, sarà trasmesso sulle reti televisive nazionali e metterà in risalto i suggestivi luoghi di produzione delle Clementine di Calabria Igp, così come i produttori che con dedizione e passione seguono il processo produttivo, garantendo freschezza e qualità.

«Mostriamo una Calabria vincente, gustosa e fresca», afferma con entusiasmo Giorgio Salimbeni, presidente del Consorzio Igp Clementine di Calabria. «Nel nostro spot ‒ prosegue Salimbeni ‒ abbiamo scelto di non coinvolgere volti famosi. Siamo convinti che i migliori ambasciatori siano la bellezza dei territori in cui cresce e i volti delle persone che quotidianamente lavorano con impegno per garantirne la freschezza e la qualità».

Il Consorzio per la Tutela delle Clementine di Calabria Igp è anche main partner della prima edizione del Magna Graecia Food Feast. Presso l’area lounge dell’Arena del Porto, ogni sera, ospiti di fama nazionale e internazionale del mondo del cinema, della televisione e dello spettacolo avranno l’opportunità di degustare un rigenerante succo di Clementine di Calabria Igp e ammirare la magnifica scultura "Clementina di Calabria", realizzata dall’artista Giuseppe Carta.

L’adesione del Consorzio per la Tutela delle Clementine di Calabria Igp al Magna Graecia Film Festival rappresenta un momento di grande rilevanza per la valorizzazione di questo straordinario frutto, simbolo dell’eccellenza e dell’autenticità del territorio calabrese.

Nella serata di stasera 31 luglio, il Consorzio per la tutela delle Clementine di Calabria Igp premierà l’attrice Ivana Lotito, madrina nonché testimonial, durante la manifestazione, del marchio Clementine di Calabria Igp. Ivana Lotito nota al grande pubblico per “Gomorra” e “Sei donne”.

«La scelta di consegnare la targa alla Lotito – prosegue Salimbeni – nasce dal fatto che la stessa ha sposato la nostra filosofia, la clementina rappresenta l'animo di tante persone che lavorano la terra che credono nella cultura del proprio territorio» ha concluso il presidente del Consorzio Igp Clementine di Calabria.

Pertanto il Magna Graecia Food Feast non può che rappresentare l'occasione giusta per mettere in vetrina la nostra clementina, inscindibilmente legata alla storia del territorio della cultura calabrese e raccontata attraverso l'arte cinematografica del festival.

Redazione Eco dello Jonio
Autore: Redazione Eco dello Jonio

Ecodellojonio.it è un giornale on-line calabrese con sede a Corigliano-Rossano (Cs) appartenente al Gruppo editoriale Jonico e diretto da Marco Lefosse. La testata trova la sua genesi nel 2014 e nasce come settimanale free press. Negli anni a seguire muta spirito e carattere. L’Eco diventa più dinamico, si attesta come web journal, rimanendo ad oggi il punto di riferimento per le notizie della Sibaritide-Pollino.