19 ore fa:Un’immersione nelle acque calabresi alla scoperta del Piroscafo Torino
18 ore fa:La Calabria sotto i riflettori della Rai: domani la prima delle due puntate di “Linea Verde”
19 ore fa:“Il Coraggio della Vergogna”: a dieci anni dalla presentazione del libro di Carlo Di Noia
18 ore fa:"Legalità' e sicurezza in Calabria": Europa Verde-Verdi esprime soddisfazione per l'approvazione del progetto
1 ora fa:Inizia la movida estiva a Co-Ro ma la strada di Fabrizio Piccolo è piena di immondizia
19 ore fa:Il comune di Villapiana, è all'esame della Corte dei Conti
2 ore fa:U' San Giuvanni e quell'antico "patto" del comparaggio che nasce da... U' Pùpulu
3 ore fa:8 ore e 35 minuti da Reggio Calabria a Sibari, in una regione che vuole fare turismo. Ma fate sul serio?
19 ore fa:La Vignetta dell'Eco
23 minuti fa:Per il CoRo Family Fest arriva "Zampalesta, u cane tempesta"

Caloveto dice “stop” allo spreco di acqua e al rischio incendi

1 minuti di lettura

CALOVETO – Prevenzione rischio incendi e contenimento dell’emergenza idrica. 15 giorni di tempo per ottemperare alla manutenzione e alla pulizia dei terreni e delle aree verdi. Stop all’abuso di acqua della condotta idrica per l’annaffiamento di orti e giardini.  

È, in sintesi, quanto contenuto nelle rispettive ordinanze sindacali firmate oggi dal Primo Cittadino Umberto Mazza e resesi necessarie, per garantire, in vista dell’estate, da una parte, l’erogazione dell’acqua per uso domestico alla popolazione; dall’altra, prevenire incendi e assicurare decoro, sicurezza e condizioni igienico-sanitarie ottimali negli spazi pubblici adiacenti ai terreni.

Entrambe le ordinanze prevedono sanzioni per i trasgressori.

Emergenza idrica. Nello specifico è fatto divieto assoluto di utilizzare l'acqua della condotta idrica comunale, per annaffiare orti, giardini, terreni in generale, lavaggio di cortili e piazzali, lavaggio domestico di veicoli a motore, per il riempimento di vasche da giardino, fontane ornamentali e simili, anche se dotate di impianto di ri-circolazione dell'acqua. È fatto divieto di innestare pompe e manichette nelle fontanelle pubbliche che impediscano il libero prelievo di acqua, per riempire serbatoi, botti o cisterne installate su autoveicoli. Non è possibile prelevare con qualsiasi mezzo l'acqua da fontanelle pubbliche per usi diversi da quelli consentiti.

Rischio incendi. L’ordinanza per la manutenzione ordinaria e straordinaria e la pulizia della striscia di terreno per una larghezza di almeno 5 metri, mediante aratura o zappellatura ed asportazione di ogni seccume vegetale è destinata a tutti i proprietari, conduttori e detentori a qualsiasi titolo di aree agricole non coltivate, di aree verdi urbane incolte, ai proprietari di case e agli amministratori di stabili con annesse aree a verde, ai responsabili di cantieri edili e stradali, ai responsabili di strutture turistiche, artigianali e commerciali con annesse aree pertinenziali.

 

Redazione Eco dello Jonio
Autore: Redazione Eco dello Jonio

Ecodellojonio.it è un giornale on-line calabrese con sede a Corigliano-Rossano (Cs) appartenente al Gruppo editoriale Jonico e diretto da Marco Lefosse. La testata trova la sua genesi nel 2014 e nasce come settimanale free press. Negli anni a seguire muta spirito e carattere. L’Eco diventa più dinamico, si attesta come web journal, rimanendo ad oggi il punto di riferimento per le notizie della Sibaritide-Pollino.