13 ore fa:Canna, per Antonio Turchitto (Fratelli d'Italia) il borgo montano ha "Svoltato a destra"
1 ora fa:Il 12% della popolazione calabrese non ha ricevuto alcuna dose di vaccino
36 minuti fa:«In arrivo prezzi mai visti» l'allarme dell'Autorità per l'energia sul rincaro bollette
1 ora fa:Il servizio di assistenza disabili nelle scuole di Corigliano-Rossano partirà lunedì 3 ottobre
16 ore fa:«I cassanesi hanno premiato la buona politica. Tanta astensione ma risultato storico»
15 ore fa:A Camigliatello prende il via la Sagra del Fungo: ecco quando
16 minuti fa:Da domani in pagamento le pensioni di ottobre, ecco gli scaglionamenti per evitare affollamenti
16 ore fa:Invitalia presente al Jazz'Inn 2022 per sostenere chi propone un’idea di impresa
14 ore fa: “Centro storico in festa”, domenica l'appuntamento della settima Stagione concertistica
16 ore fa:Rapine alle poste, il monito del Prefetto di Cosenza a Pt: «Nessun arretramento nei territori periferici»

Vaccarizzo punta sulla sua identità arbëreshe per lo sviluppo della comunità

1 minuti di lettura

VACCARIZZO ALBANESE – Il vice Ministro albanese della Cultura, l’ambasciatore della Repubblica d’Albania e quello del Kosovo che indossano il costume tradizionale in occasione della Rassegna della Cultura e del Costume Arbëreshe; la massiccia adesione fatta registrare dalle giovani e dai giovani artigiani della terra del territorio al Concorso di Vini Arbëreshë; i finanziamenti ottenuti e la soddisfazione di poter avviare già nei primi mesi del nuovo anno progetti importanti come l’asilo nido e micro-nido comunale.

Sono, queste, alcune delle istantanee che hanno scandito questo 2021 ormai alle porte e che testimoniano l’impegno declinato dall’Amministrazione Comunale nelle diverse direzioni della promozione culturale e del patrimonio identitario e degli investimenti per lo sviluppo eco-sostenibile.

È quanto dichiara il Sindaco Antonio Pomillo esprimendo soddisfazione per i risultati raggiunti in questo 2021 ormai agli sgoccioli. Il Primo Cittadino coglie l’occasione per augurare buon anno alla comunità e ai concittadini che per motivi di lavoro vivono fuori regione.

Promuovere nelle nuove generazioni il patrimonio di conoscenze intorno alla lingua e alla cultura arbëreshe che, se fatte rivivere e valorizzate possono rappresentare una importante risorsa economica per lo sviluppo delle comunità albanofone.

«Era e resta questa – sottolinea – la bussola che ha ispirato tutte le iniziative volte a combattere lo spopolamento e a garantire servizi alla comunità».

Dai 120 mila euro ottenuti nell’ambito del Fondo di sostegno per le aree marginali al mezzo milione per l’efficientamento energetico, passando dal finanziamento relativo al Progetto WiFi4EU promosso dalla Comunità Europea e che ha permesso la copertura gratuita di internet in spazi di aggregazione cittadini; da quello di 700 mila euro per la riqualificazione del campo a 5, passando dalla riqualificazione sociale e culturale di via Via San Nicola, della zona Calvario e di Palazzo Elmo, aree urbane degradate che grazie al finanziamento di 700 mila euro dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri saranno valorizzate.

Tra gli altri progetti che hanno visto l’Esecutivo Pomillo impegnato ad intercettare fondi extra bilancio vi è anche quello di importo pari a 450 mila euro per il riefficientamento del sistema depurativo fognario. A questi si aggiunge anche, dopo anni, l’ammissione a finanziamento nell’ambito del programma di Servizio Civile Nazionale.

Il valore dei borghi calabresi. È questo, infine, il titolo del progetto nazionale che vedrà per 12 mesi gli aspiranti volontari locali impegnati nel programma condiviso con la società cooperativa Taxi Verde. I posti disponibili sono 4. Le domande possono essere presentate entro le ore 14 di mercoledì 26 gennaio; «un’iniziativa di cittadinanza attiva – conclude Pomillo incoraggiando a parteciparvi – ancor più necessaria nei comuni a rischio abbandono e spopolamento dell’entroterra calabrese». 

 

Redazione Eco dello Jonio
Autore: Redazione Eco dello Jonio

Ecodellojonio.it è un giornale on-line calabrese con sede a Corigliano-Rossano (Cs) appartenente al Gruppo editoriale Jonico e diretto da Marco Lefosse. La testata trova la sua genesi nel 2014 e nasce come settimanale free press. Negli anni a seguire muta spirito e carattere. L’Eco diventa più dinamico, si attesta come web journal, rimanendo ad oggi il punto di riferimento per le notizie della Sibaritide-Pollino.