11:50 am:Co-Ro, appello all'Amministrazione Comunale: «Esca dal torpore e intervenga su Schiavonea»
11:12 am:All’Annunziata è stato attivato l’ambulatorio centralizzato di pre-ospedalizzazione
2:15 pm:Ance Calabria, Perciaccante: «Le nuove procedure informatiche regionali per l'antisismica non funzionano»
2 minuti fa:Sempre più giovani imprenditori calabresi in agricoltura: oltre il 6% in più negli ultimi cinque anni
2:12 pm:Rintracciato e arrestato un pericolosissimo ricercato iracheno
12:20 pm:Sanità, ancora una levata di scudi contro il Polo Covid di Corigliano-Rossano
2:07 pm:Provincia di Cosenza: approvato il piano di interventi per 18 milioni di euro
2:12 pm:Ospedali chiusi, i Sindaci chiedono un incontro a Spirlì
11:12 am:Congratulazioni al nuovo Presidente dell’Associazione Italiana Calcio Umberto Calcagno
11:12 am:Per una Sanità normale serve ripartire dalla rete territoriale

Riforme, Bruno Bossio: «Sbagliato non far eleggere i 25enni al Senato»

1 minuti di lettura
«Gravissimo dietrofront del Pd sull'elezione 25enni al Senato. Come spieghiamo ai giovani il sacrificio del nostro profilo riformista sull’altare dei giochi di palazzo?». Ad affermarlo è la parlamentare del Pd, Enza Bruno Bossio, che aggiunge: «Di nuovo, a distanza di sole 48 ore dalla Direzione, il mio partito sterilizza la discussione parlamentare interna al Gruppo: attraverso un emendamento in Senato, sopprime la parte sull’elettorato passivo del Senato per i 25enni, già oggetto di precedente accordo parlamentare (a proposito di rispetto dei patti), al solo fine di dimostrare a se stesso e agli altri di riuscire ad approvare a tutti i costi uno straccio di riforma costituzionale prima del referendum. In questo modo - prosegue la deputata - sempre in maniera subalterna a 5stelle, si sottrae ai giovani la possibilità di entrare nella massima assise istituzionale, di avere voce e decidere per loro stessi. Un’altra occasione persa di fare la cosa giusta invece che quella facile. Un’altra occasione persa per diventare promotori di riforme qualitative e non quantitative, rivoluzionarie e non burocratiche, di guardare veramente alle prossime generazioni dando loro le ali per volare e non mere concessioni. Soprattutto, un’occasione persa per metterci qualcosa di nostro, di PD, in questo famoso patto di governo. Questo ennesimo atto la dice lunga sulle cosiddette riforme costituzionali “da abbinarsi” al Referendum sul taglio dei parlamentari: se è questo il livello, vedo solo rafforzarsi le ragioni del No per non regalare il parlamento rappresentativo ai populisti della democrazia diretta».
Redazione Eco dello Jonio
Autore: Redazione Eco dello Jonio

Ecodellojonio.it è un giornale on-line calabrese con sede a Corigliano-Rossano (Cs) appartenente al Gruppo editoriale Jonico e diretto da Marco Lefosse. La testata trova la sua genesi nel 2014 e nasce come settimanale free press. Negli anni a seguire muta spirito e carattere. L’Eco diventa più dinamico, si attesta come web journal, rimanendo ad oggi il punto di riferimento per le notizie della Sibaritide-Pollino.