21 ore fa:Cosa si dice nella Calabria del nord-est: una settimana di notizie
16 ore fa:Imposte e Documento unico di Programmazione, torna a riunirsi il Consiglio comunale
11 ore fa:La Straface inaugura nuova punto politico a Rossano e parla di turismo: «Ci ispireremo a Tropea»
12 ore fa:Conte arriva a Corigliano-Rossano e con Stasi è amore a prima vista: «È una garanzia»
19 ore fa:VOLLEY FEMMINILE - Sconfitta interna "indolore" per la Caffe San Vincenzo: quarto posto blindato
13 ore fa:Il purgatorio è finito: la Rossanese è l’Eccellenza
20 ore fa:Viaggio tra i Feudi della Sila Greca - Calopezzati, dai Caputo alla scomparsa di Covella Ruffo
18 ore fa:Era stato stato accusato di violenza, assolto un agente di polizia
17 ore fa:La Lega Navale incontra l'Esecutivo: in vista nuovi progetti per Corigliano-Rossano
13 ore fa:Fu la Panaghia la prima chiesa di Rossano? C'è un indizio storico

La giunta comunale di Cassano Jonio ha approvato il Piano Strutturale Associato della Sibaritide

2 minuti di lettura

CASSANO JONIO - Su proposta dell'assessore all'Urbanistica, Sara Russo, la giunta comunale – guidata dal sindaco Giovanni Papasso e assistita dal segretario comunale Ciriaco Di Talia – ha approvato il PSA - Piano Strutturale Associato della Sibaritide.

«Nei giorni scorsi - riporta la nota - il Comune di Cassano aveva ribadito, in una missiva inviata alla Regione Calabria, di essere determinato – insieme a quasi tutti gli altri comuni del Psa – a far adottare ufficialmente ai rispettivi enti amministrati il Piano strutturale associato esaminato dalla Conferenza di Pianificazione. Nella delibera approvata vengono ripercorsi i passaggi formali fin qui attraversati per arrivare a questa fase: l'Accordo Territoriale tra gli stessi Comuni di Calopezzati, Cassano All'Ionio, Corigliano, Rossano, Crosia e per la redazione del PSA, comprendente il Protocollo d'intesa, aveva tracciato le strategie e le azioni strutturali relative allo sviluppo territoriale interessato e determinava, tra l'altro, la costituzione di una Cabina di Regia, con sede nell'area urbana di Rossano e di un Ufficio Unico del Piano, con sede nell'area urbana di Corigliano avente il compito di elaborazione e gestione del Piano Strutturale Associato per i Comuni partecipanti.

Con delibere di Giunta municipale, i Comuni di Calopezzati, Cassano all'Ionio, Corigliano Calabro, Crosia e Rossano avevano preso atto del Quadro Conoscitivo presentato dai professionisti incaricati e della relazione sul Quadro Conoscitivo presentata dall'Ufficio del Piano e sono state approvate le linee programmatiche che hanno individuato i principi e gli obiettivi generali che il piano doveva perseguire. Con successive delibere dei consigli comunali, le Amministrazioni avevano poi adottato il Documento Preliminare del PSA. Erano poi state avviate e completate nel 2015 le consultazioni preliminari circa la procedura VAS e il piano era stato aggiornato in base alle osservazioni pervenute in sede di conferenza di pianificazione da parte degli Enti competenti al rilascio del relativo parere. Nel 2017 erano stati riaperti i lavori della Conferenza per prendere atto dell'aggiornamento del Piano e delle osservazioni fatto in Conferenza di Pianificazione, operazioni concluse nel 2018 con la presa d'atto della conclusione della Conferenza di Pianificazione ed acquisizione dei pareri preliminari vincolanti. Dopo una fase di stallo della Cabina di regia la situazione si è sbloccata nelle ultime settimane: nei giorni scorsi i quattro sindaci si sono dati appuntamento alla cittadella regionale per fare il punto. Un incontro reso fruttuoso grazie al cronoprogramma fissato insieme a funzionari e dirigente del Dipartimento Urbanistica della Regione Calabria, Pasquale Celebre. I sindaci avevano quindi programmato di adottare lo strumento urbanistico entro settembre perché poi serviranno sessanta giorni per recepire eventuali osservazioni, per poi tornare nuovamente nei consigli comunali per la definitiva approvazione. Così è stato e con delibera di giunta, il comune di Cassano ha approvato il piano».

Sia l'assessore Russo che il sindaco Papasso convengono nell'affermare che l'adozione del Piano «è di fondamentale importanza per dare impulso allo sviluppo del territorio e per garantire gli Enti nella partecipazione ai bandi per investimenti sul territorio e non da ultimo per scongiurare l'arrivo di un commissario per procedere all'adozione».

Dopo la fase delle osservazioni, gli Enti locali troveranno una data nella quale tenere i quattro Consigli Comunali.

Rita Rizzuti
Autore: Rita Rizzuti

Nata nel 1994, laureata in Scienze Filosofiche, ho studiato Editoria e Marketing Digitale. Amo leggere e tutto ciò che riguarda la parola e il linguaggio. Le profonde questioni umane mi affascinano e mi tormentano. Difendo sempre le mie idee.