10:01 am:Lavia (CISL): «Inps certifica l’esplosione del ricorso agli ammortizzatori sociali»
8:40 am:Altomonte sfida l’impoverimento culturale da Covid
6:01 pm:ECOSALUTE (puntata 1) - L'importanza del rapporto medico paziente
8:01 am:Castrovillari Calcio: raggiunto l'accordo con Tommaso Bonanno
7 minuti fa:Corigliano-Rossano, i colori della "scuola senza zaino" al plesso Ariosto
6:01 pm:A Caloveto approvato il progetto per la riqualificazione e l’ampliamento del cimitero
6:20 pm:La Calabria è vicina a diventare "Zona Gialla". Parola del delegato della Regione per l’emergenza Covid
9:01 am: Sila: faggio abbattuto illegalmente, tre persone denunciate dai Carabinieri Forestale
9:01 am:Degrado a Corigliano-Rossano, Capalbo (Civico e Popolare): «Sindaco cosa ha da dirci?»
7:01 pm:Sanità, la prima emergenza è la mancanza di programmazione. C'è un abisso tra il mondo reale e l'apparato organizzativo

L'invito della governatrice Santelli ai lombardi: «Venite in Calabria»

1 minuti di lettura
No, non si parla di fase 3 ma di una nuova fase di opportunità che la Calabria si deve e vuole dare. Una apertura non solo in termini di mobilità interregionale ma anche degli animi che fa ben sperare in questo ritorno alla normalità. La governatrice della Calabria Jole Santelli, da buon calabrese, durante la trasmissione “Un giorno da pecora” in onda su Radiouno, ha pensato bene di aprire le porte dell’ospitalità della regione invitando i lombardi tutti, sindaco di Milano compreso, a trascorrere le proprie vacanze in Calabria. Un gesto di solidarietà e di vicinanza nei confronti di quegli italiani che, più di tutti, hanno vissuto mesi di terrore e di angoscia nel fronteggiare un nemico spesso chiamato “invisibile” ma che in realtà si è mostrato con tutta la sua forza e crudeltà. Del resto quale migliore destinazione da preferire per trascorrere le proprie vacanze, all’insegna del fascino e della sostenibilità, se non gli 800 km di costa, 14 bandiere blu, tre parchi nazionali e tanto altro che offre la terra della Magna Graecia, culla di storia, cultura, arte, e per la quale il turismo rappresenta il 25% del Pil. Un invito che arriva dopo il nuovo brand presentato, nei giorni scorsi, dalla Governatrice Santelli “Blu Calabria” che annovera ben 14 bandiere blu, su tutto il territorio calabrese, nella rete del riconoscimento internazionale istituito nel 1987. Brand nato per promuovere e fare rete in quella che è stata la regione più virtuosa in termini di basso numero di contagi da COVID-19. “Gli farei fare un giro delle bandiere blu calabresi -chiosa la Santelli, riferendosi ai lombardi, sempre durante il programma di Radiouno - si chiama ‘Blu Calabria. Calabria free’ e niente quarantene” riferendosi al brand che promuove quelle località turistiche balneari, esattamente 14, che, per aver rispettato precisi criteri sulla gestione sostenibile del territorio, hanno conquistato il prestigioso riconoscimento: San Nicola Arcella, Praia a Mare, Tortora, Trebisacce, Villapiana, Roseto Capo Spulico, Rocca Imperiale, Siderno, Tropea, Soverato, Sellia Marina, Cirò Marina, Melissa e infine Roccella Jonica. Ci si augura insomma di vivere una estate che possa remare verso nuovi orizzonti. Francesca Russo
Redazione Eco dello Jonio
Autore: Redazione Eco dello Jonio

Ecodellojonio.it è un giornale on-line calabrese con sede a Corigliano-Rossano (Cs) appartenente al Gruppo editoriale Jonico e diretto da Marco Lefosse. La testata trova la sua genesi nel 2014 e nasce come settimanale free press. Negli anni a seguire muta spirito e carattere. L’Eco diventa più dinamico, si attesta come web journal, rimanendo ad oggi il punto di riferimento per le notizie della Sibaritide-Pollino.