4 ore fa:Laghi di Sibari, Papasso: «L’acquedotto deve essere pubblico»
5 ore fa:Incendio negli uliveti storici di Rossano: minacciati due frantoi
4 ore fa:Fede e cultura popolare: a Co-Ro una mostra dal titolo "Ricordi della Passione"
5 ore fa:La fine di Ulysse: «Uccisa in canile piuttosto che affidata»
1 ora fa:Gdf e Polizia, eseguite misure cautelari nei confronti di una società di vigilanza operante nel cosentino
3 ore fa:FAI Cisl e Cisl FP regionali incontrano Rsa e lavoratori della sorveglianza idraulica
3 ore fa:Crosia, Russo: «Il Consiglio Comunale torna ad operare nel rispetto dello Statuto»
55 minuti fa:Operazione trasparenza Co-Ro, l'opposizione chiede un gruppo consiliare di vigilanza
1 ora fa:Risanamento strada Macrocioli a Longobucco: partiti i lavori di pavimentazione stradale
6 ore fa:Castrovillari, XIX edizione di “Suoni Festival”: tutto pronto per gli ultimi due appuntamenti

Unical, il corso di Pedagogia dell'Antimafia a confronto con il giornalista Dionesalvi

1 minuti di lettura

ARCAVACATA (RENDE) - In un'atmosfera ricca di stimoli culturali e riflessioni sulla resistenza, il corso di Pedagogia dell'Antimafia presso il dipartimento di Culture, Educazione e Società dell'Università della Calabria (Unical) presenta una nuova iniziativa coinvolgente. Gli studenti e le studentesse di Scienze dell’Educazione avranno l'opportunità di incontrare Claudio Dionesalvi, docente e giornalista de Il Manifesto, per discutere della sua ultima opera letteraria, "Lettere minuscole," e della scrittura della resistenza tra memoria e impegno civile.

L'appuntamento, fissato per mercoledì 6 dicembre alle 14.15 presso l'University Club, si apre con l'introduzione di Giancarlo Costabile, titolare dell'insegnamento di antimafia presso l'Università della Calabria. Barbiana 2040, una rete nazionale di scuole dedicata all'attualizzazione della metodologia didattica di don Milani, patrocina l'evento, sottolineando l'importanza di rinnovare gli approcci educativi per affrontare le sfide sociali.

Claudio Dionesalvi, figura di spicco nell'ambito culturale e giornalistico, sarà premiato per la sua attività pedagogica mirata all'inclusione e alla costruzione delle idealità di eguaglianza, fondamentali per la Costituzione repubblicana.

La trama di "Lettere minuscole" di Claudio Dionesalvi:

Il romanzo "Lettere minuscole" inizia con un giovane che ritrova alcune lettere mai consegnate, scritte da soldati italiani durante la Seconda guerra mondiale. Attraverso questa scoperta, il protagonista intraprende un viaggio emozionante, ripercorrendo le storie dei militi e della vita del postino incaricato di recapitarle. Il suo percorso lo porta a incontrare personaggi bizzarri e a esplorare la propria storia familiare, immerso tra le sfide della guerra e l'amore sia di ieri che di oggi.

Giancarlo Costabile sull'importanza di Claudio Dionesalvi:

Claudio Dionesalvi rappresenta un punto di riferimento per chiunque guardi alla pratica educativa come veicolo di una pedagogia critica del cambiamento sociale. L'impegno culturale del professor Dionesalvi e la sua grammatica pedagogica costituiscono un patrimonio di concetti e schemi didattici di grande importanza, contribuendo a ridefinire il ruolo e la funzione dell'istruzione pubblica dal basso.

L'incontro promette di essere un momento di arricchimento culturale e di stimolanti riflessioni sulla pedagogia dell'antimafia, invitando gli studenti a esplorare nuove prospettive nel contesto della resistenza, della memoria storica e dell'impegno civile.

Redazione Eco dello Jonio
Autore: Redazione Eco dello Jonio

Ecodellojonio.it è un giornale on-line calabrese con sede a Corigliano-Rossano (Cs) appartenente al Gruppo editoriale Jonico e diretto da Marco Lefosse. La testata trova la sua genesi nel 2014 e nasce come settimanale free press. Negli anni a seguire muta spirito e carattere. L’Eco diventa più dinamico, si attesta come web journal, rimanendo ad oggi il punto di riferimento per le notizie della Sibaritide-Pollino.