8 ore fa:Sanità precaria, il grido di allarme di Corigliano-Rossano Pulita
7 ore fa:Domani al Castello Flotta l'evento “La musica una compagna per tutta la vita”
3 ore fa:Verso le aziende agricole digitali anche nella Sila Greca
9 ore fa:Cariati, al vaglio le candidature per la Commissione per le Pari Opportunità e Politiche di genere
4 ore fa:Le ali a Crotone, aspettando un sussulto dei nostri territori
6 ore fa:Prossimamente in libreria il nuovo libro di Carlino: “Rossano e il suo Codex nella Letteratura”
7 ore fa:La Regione Calabria applica per la prima volta la legge che regolamenta le Lobby
8 ore fa:Nell’oasi di pace e relax Barbieri torna il format ‘Na birra nell'orto
9 ore fa:I Marcatori Identitari Distintivi come esperienza turistica competitiva
3 ore fa:La Vignetta dell'Eco

Domani a Co-Ro la presentazione del libro di Adriana Toman "Pregiudizio di Stato"

1 minuti di lettura

CORIGLIANO-ROSSANO - Dopo le iniziative di Reggio Calabria e Cosenza, ambedue caratterizzate da una larga partecipazione, venerdì prossimo, 15 Dicembre a Corigliano-Rossano il libro di Adriana Toman "Pregiudizio di Stato -  Quell'Italia a sovranità limitata - Il caso Oliverio", sarà presentato alle 17.30 nel salone dell'Asp del palazzo di vetro a Rossano Scalo.

Del volume, che ha già suscitato curiosità e un notevole interesse, tanto che a pochi giorni dall’uscita è già alla seconda ristampa, dopo il saluto della dott Maria Salimbeni vice Sindaco della Città di Corigliano-Rossano, ne parleranno con l’autrice Sergio Caliò, già Presidente della Sezione Penale del Tribunale di Cosenza, Nuccia Grispo, dirigente scolatico, Marco Palopoli, Presidente dell’Ass. XXV Aprile Marco De Simone e il Presidente della Camera Penale di Rossano Giovanni Zagarese. 

Il Procuratore Otello Lupacchini, che di “Pregiudizio di Stato” firma una raffinata prefazione scrive: «Un racconto, quello di Adriana Toman, così intrigante da poter sembrare romanzesco, intrecciandosi in esso elementi verosimili, situazioni estreme, tranelli, ma giammai menzogne, che insieme concorrono a incrementare il piacere della lettura del testo e a garantirne il successo».

E ancora Ilario Ammendolia sulle pagine del il Dubbio sancisce che «Sembra un libro giallo e invece parla d’una storia vera».  

Donata Marrazzo si è espressa dicendo che è «un saggio che fa luce su media, menzogne e pregiudizi”. Per Huffington Post, Federica Olivo: “Nel libro di Adriana Toman la vicenda personale e giudiziaria dell’ex governatore della Calabria si intreccia con la storia (recente) della Regione e del Partito Democratico». 

Un libro che offre uno spaccato della Calabria contemporanea e di come la narrazione falsata che ne mortifica l’identità stia procurando danni all’economia e allo sviluppo. 

«In Calabria più che altrove su questi temi c’è un serio timore a parlare, ma proprio per questo è necessario farlo da molte angolature, da quella giuridica a quella culturale, civile, storica, intellettuale – scrive la Toman in Pregiudizio di Stato – Uno stato liberale per affrontare le sue questioni non può avvalersi della legislazione emergenziale in modo permanente. Attraverso l’Antimafia, si impone un modello di cultura penalistica, come se fosse l’unico accettabile, sino a farne uno strumento ideologico per aggregare consenso».

Un pensiero quella di Adriana Toman che richiama i calabresi ed esorta a non permettere che una lettura faziosa e opportunistica continui a sfregiare questa parte del Paese ricca di storia, cultura e menti brillanti che non devono essere più costrette ad andare lontano per vedere valorizzato il proprio potenziale. 

Redazione Eco dello Jonio
Autore: Redazione Eco dello Jonio

Ecodellojonio.it è un giornale on-line calabrese con sede a Corigliano-Rossano (Cs) appartenente al Gruppo editoriale Jonico e diretto da Marco Lefosse. La testata trova la sua genesi nel 2014 e nasce come settimanale free press. Negli anni a seguire muta spirito e carattere. L’Eco diventa più dinamico, si attesta come web journal, rimanendo ad oggi il punto di riferimento per le notizie della Sibaritide-Pollino.