5 ore fa:Saccomanno ringrazia la Calabria «per il risultato straordinario della Lega alle ultime elezioni»
7 ore fa:Apprendimento, promozione territoriale e divertimento: numeri raddoppiati per il “Calabria Summer Camp 2024”
7 ore fa:Autonomia differenziata, Graziano e De Nisi (Azione) chiedono ai deputati di votare "No"
4 ore fa:Elezione diretta del premier e abolizione dei senatori a vita: approvato Ddl costituzionale al Senato
6 ore fa:Brucia l'alto Jonio: incendi a Iti, Piana Caruso e Sibari
6 ore fa:Annunziata, entra in funzione il nuovo reparto di Ginecologia
3 ore fa:Laboratorio creativo a Corigliano-Rossano per il progetto Green future Erasmus+
8 ore fa:Gallo alla mobilitazione Coldiretti Calabria "basta cinghiali": «La Regione farà la sua parte»
5 ore fa:Lo spoke ancora in sofferenza, Castrovillari fa quadrato attorno al suo ospedale
4 ore fa:Presto gemellati i comuni di San Cosmo Albanese e quello albanese di Mirdita

Bruttii e Romani: un rapporto problematico... successo per la rassegna "Racconti della Storia"

1 minuti di lettura

CORIGLIANO-ROSSANO - «La Grande Storia è passata da qui. Enotri, Bruttii, Greci, Romani, Bizantini, Arabi, Normanni...Pitagora, Erodoto, Annibale e tantissimi altri personaggi che abbiamo conosciuto sui libri di Storia hanno solcato la nostra terra. Ne conosciamo le gesta più importanti, ma molto spesso non ne conosciamo i risvolti e l'impatto che hanno avuto nella nostra Calabria e nella Sibaritide». Queste le parole del professore Gian Piero Givigliano, già ordinario di Storia Romana all'Unical, che hanno fatto chiosa e sigillo all'iniziativa che lo scorso sabato ha animato la sala "Giovanni Sapia" di Palazzo San Bernardino a Rossano centro storico dal titolo "Bruttii e Romani: un rapporto problematico".

Chi siamo, da dove proveniamo, dove andiamo? Sono gli imprescindibili interrogativi alla base di questa singolare iniziativa artistica e culturale promossa dalla presidente del Ce.Sas, Patrizia Crupi, e tenutasi davanti ad un pubblico dalle grandi occasioni.

Le nostre radici sono quelle dei Popoli del Mare o degli Enotri, dei Bruzi o dei Romani, dei Greci o dei Bizantini, sono Normanne o Spagnole? Oppure sono una straordinaria mescolanza di tutti i Popoli che hanno abitato, colonizzato e talvolta sconvolto la nostra terra? E tutto ciò è una debolezza o ne possiamo trarre una inenarrabile Forza? «Non abbiamo una risposta definitiva - dice la Crupi - ma possiamo avviare un Percorso di Conoscenza quantomeno per comprendere ciò che per ovvi motivi di tempo, non ci è stato raccontato dalla Grande Storia. Per questo vogliamo dare inizio alla serie I Racconti della Storia, non per ripetere le lezioni che ascoltavamo con rapita attenzione sui banchi di scuola, ma per conoscere i dettagli, il contesto locale le tante, interessantissime microstorie che si sono intrecciate alla Grande Storia».

Si è iniziato sabato 3 Giugno, al Palazzo San Bernardino discorrendo del rapporto problematico tra i Romani ed i Bruttii con il Prof. Gian Piero Givigliano, già ordinario di Storia Romana all'Unical, in un evento pensato, ideato ed organizzato dallo storico Mario Saccone e dal Ce.Sas

Redazione Eco dello Jonio
Autore: Redazione Eco dello Jonio

Ecodellojonio.it è un giornale on-line calabrese con sede a Corigliano-Rossano (Cs) appartenente al Gruppo editoriale Jonico e diretto da Marco Lefosse. La testata trova la sua genesi nel 2014 e nasce come settimanale free press. Negli anni a seguire muta spirito e carattere. L’Eco diventa più dinamico, si attesta come web journal, rimanendo ad oggi il punto di riferimento per le notizie della Sibaritide-Pollino.