Ieri:La Vignetta dell'Eco
Ieri:Verso le aziende agricole digitali anche nella Sila Greca
14 ore fa:Auto contro motociclisti: due feriti nel violento scontro di Cassano Jonio
13 ore fa:Aggressione al vicino di casa e dinanzi agli agenti, assolto perché il fatto non sussiste
11 ore fa:Il cassanese Luigi Pascale vince il premio America Giovani
8 ore fa:Chiusura nefrologia, Stasi: «Ennesimo disastro targato Graziano-Occhiuto»
7 ore fa:Corona Maestro d’Olio 2024: i fratelli Renzo tornano a casa con l’ambito riconoscimento 
9 ore fa:Al via l'Estate a Sofferetti, tra fede e musica
12 ore fa:Cosa si dice nella Calabria del nord-est: una settimana di notizie
10 ore fa:Corigliano-Rossano: «Apri siamo i Carabinieri» e poi lo accoltellano

"Una Nessuna Centomila - in Arena" destina parte del ricavato ai centri antiviolenza di Corigliano-Rossano

1 minuti di lettura

CORIGLIANO-ROSSANO - Le operatirici delle case rifugio e del centro antiviolenza gioscono per il risultato straordinario del Concerto di Una Nessuna Centomila - in Arena tenutosi a Verona il 4 e 5 maggio 2024, trasmesso in prima serata l’8 maggio su Rai1.

«Un risultato - spiegano - che ci ha riservato una emozionante sorpresa. Siamo liete di esprimere la nostra profonda gratitudine alla Fondazione Una Nessuna Centomila per aver scelto di destinare parte del ricavato del concerto dell'Arena di Verona al Centro Antiviolenza Fabiana ed alle Case Rifugio Mondiversi e Libere Donne. La donazione rappresenta per noi un importante riconoscimento ed è motivo d’orgoglio per il duro lavoro che da anni portiamo avanti in Calabria per la prevenzione ed il contrasto della violenza di genere. Lottare contro il suprematismo maschile, i costrutti sociali, il patriarcato ed a favore della parità di genere è un percorso tortuoso e ci coinvolge come donne, madri e come professioniste».

«Per questo - aggiungono - la vostra donazione ci commuove e ci fa tirare un sospiro di sollievo, perché è per noi un contributo significativo per proseguire con la nostra mission, per ampliare i nostri servizi e per raggiungere ancora più donne.  Non solo. Far parte di una Fondazione come la vostra, che ha dimostrato un impegno costante nel sostenere i Servizi Antiviolenza, ci ha dato l’opportunità di costruire una RETE con le tantissime altre realtà di Centri Antiviolenza e Case Rifugio italiane. Oggi, anche grazie a voi, la nostra VOCE può sconfinare e raggiungere più persone per lottare contro l'oppressione di genere, creare solidarietà e sostenere i diritti delle donne. Grazie Fiorella Mannoia, Giulia Minoli, Celeste Costantino e Lella Palladino. Vi siamo profondamente grate per la fiducia che avete riposto in noi e nel nostro lavoro. Grazie per averci accolte con semplicità ed abbracciate in una grande famiglia, tutta al femminile! Vi aspettiamo in Calabria, ancora Grazie!»

Rita Rizzuti
Autore: Rita Rizzuti

Nata nel 1994, laureata in Scienze Filosofiche, ho studiato Editoria e Marketing Digitale. Amo leggere e tutto ciò che riguarda la parola e il linguaggio. Le profonde questioni umane mi affascinano e mi tormentano. Difendo sempre le mie idee.