16 ore fa:Cosa si dice nella Calabria del nord-est: una settimana di notizie
23 ore fa:A Castrovillari torna l’esperienza del Vintage Market per ridare nuova vita agli oggetti
19 ore fa:Tripudio per il musical "Romeo e Giulietta" a Trebisacce: sold out
20 ore fa:Rapani incontra i vertici dell'Arma come gesto di solidarietà
21 ore fa:A Cassano al via servizi di controllo della velocità con apparecchiatura Scout Speed
21 ore fa:Nuova Statale 106, la storia di un finanziamento da 3 miliardi… e mezzo
17 ore fa:Il Centro Destra, la lezione Sarda e il voto di Primavera a Corigliano-Rossano
22 ore fa:Il Comitato Pescatori Calabria: «Tutelare la storia e l’identità della marineria»
16 ore fa:Costa porta la Calabria direttamente a Dubai… in aereo
17 ore fa:La Vignetta dell'Eco

Scuola Ariosto a Co-Ro, il sindaco Stasi incontra i genitori e li rassicura

1 minuti di lettura

CORIGLIANO-ROSSANO - Questa mattina il sindaco Flavio Stasi ha fatto visita ad un gruppo di genitori della scuola Ariosto preoccupati per la comparsa ieri di una rete di cantiere negli spazi adiacenti gli accessi alla scuola che avevano già contattato il comune nella giornata di ieri.

Lo si apprende da un comuncato stampa del comune di Corigliano-Rossano.

Il sindaco aveva già provveduto a diffidare la proprietà rispetto a questa circostanza, non in quanto illegittima trattandosi – come è stato appurato successivamente – di un intervento di riqualificazione energetica del palazzo – ma perché, trattandosi di un immobile che ospita la comunità scolastica, ogni eventuale intervento avrebbe dovuto essere preventivamente comunicato e concertato insieme alla scuola stessa.

Ai genitori è stata data rassicurazione sul fatto che le attrezzature di cantiere sarebbero state rimosse a breve, ed in effetti l'impresa incaricata dei lavori si è presentata durante l'incontro ed ha iniziato la rimozione di reti ed altre attrezzature. Nei prossimi giorni sarà lo stesso sindaco a convocare un incontro, alla presenza delle rappresentanze della scuola, nel quale saranno verificate e considerate le esigenze della comunità scolastica, della proprietà e del comune.

In tale circostanza il sindaco ha anche effettuato un sopralluogo all'interno del plesso, i cui ambienti continuano ad essere adeguati e confortevoli. I limiti di questa collocazione temporanea, e dunque i disagi, sono invece da riscontrarsi soprattutto nella posizione del fabbricato, con difficoltà in termini di viabilità e parcheggi, oltre all'assenza di uno spazio per l'attività sportiva.

A tal proposito è necessario ricordare che tale sistemazione è stata definita nell'estate 2020, a seguito di una manifestazione di interessa per la ricerca di immobili da adibire a scuole, allorquando alla problematica del rischio sismico del vecchio plesso Ariosto si è unito il decreto ministeriale 39 (linee guida covid in ambiente scolastico) che ha determinato una mancanza di 120 classi per 2100 alunni, a cui l'Amministrazione Comunale ha fatto fronte in circa 30 giorni. 

Veronica Gradilone
Autore: Veronica Gradilone

26 anni. Laurea bis in Comunicazione e Tecnologie dell’Informazione. Mi piace raccontare le storie, non mi piace raccontare la mia