2 ore fa:Che senso ha l'8 marzo se non si risolve il problema della "mattanza"?
3 ore fa:Il mondo arbëresh calabrese sarà protagonista a Tirana
1 ora fa:VOLLEY - Non si ferma l'onda vincente delle squadre di categoria del progetto Co-Ro Volley
55 minuti fa:Aterp Calabria assume sei nuove unità
1 ora fa:Una sanità a misura di anziano. Dall'analisi sociosanitaria in Calabria alle nuove opportunità
5 ore fa:Spaccio di sostanze stupefacenti, vasta operazione dei carabinieri tra Castrovillari e Cassano Jonio
2 ore fa:Amministrative Co-Ro, a sinistra si fa largo la candidatura dell’ortopedico Gino Promenzio
5 ore fa:Autismo, a Corigliano-Rossano parte un progetto sperimentale
4 ore fa:Consegnata al Capo della Polizia Vittorio Pisani la nuova opera di Pino Savoia
3 ore fa:A Corigliano-Rossano nuove regole per l'affido familiare

Livellari ed usi civici a Corigliano-Rossano: «Chiediamo chiarezza sui 139.000€ destinati»

1 minuti di lettura

CORIGLIANO-ROSSANO - «Nello scorso comunicato stampa, noi membri dell'associazione culturale "Schierarsi" abbiamo posto l'attenzione sulla tematica dei livellari ed usi civici. In particolare, abbiamo messo in luce il fatto che in modo alquanto vergognoso del tema (dopo un solo e unico consiglio comunale) non s'é sentito piú parlare. In altre parole, mettevamo in evidenza come l'amministrazione comunale guidata dal piddino-grillino Stasi, dopo aver iniziato un ciclo di incontri(di cui se n' è fatto solo uno) per informare la cittadinanza sulla questione, ha poi posto livelli ed usi civici in secondo (anzi in terzo o addirittura quarto) piano. Quest'oggi vogliamo mettere al corrente la popolazione coriglian-rossanese di un dato ben preciso (sempre per "informare" la cittadinanza come diceva Stasi): l'amministrazione ha affidato un incarico per la ricognizione dei terreni comunali nell'area urbana di Corigliano e di Rossano all'ingegnere Laurenzano».

Lo si apprende da un comunicato dell'associazione Schierarsi.

«Fin qui nulla di strano. In modo piú preciso, però, v'è da dire che la determina dirigenziale n.570 del 2022 segna come compenso per l'attività professionale 139.000€ da dividere negli anni 2022 e 2023. Di questa somma (sicuramente calcolata secondo determinati criteri, ma a primo impatto ingente e alquanto onerosa) é giusto che i cittadini (veri paganti della parcella) chiedano conto. E noi come componenti della piazza "Schierarsi" (ma in primis come cittadini assetati di sapere) chiediamo con forza al sindaco cosa hanno prodotto questi 139.000€ in tema di livellari ed usi civici! Crediamo fermamente che sia un diritto degli abitanti di Corigliano-Rossano ricevere una risposta  ben precisa e circostanziata al riguardo. Inoltre, sempre per rimanere sulla questione, vorremmo demandare all'amministrazione se stesse comunque riscuotendo i canoni dei livellari che sono già stati determinati e quantificati. Anche se, a tale proposito, sorge una spontanea  considerazione di carattere strettamente personale: vi é la forza politica per farlo? In altre parole, si ha quel coraggio "politico" che tanto si sbandierava a furor di popolo nella scorsa campagna elettorale? V'è la volontà di minare determinati interessi  in nome del bene pubblico? Il nostro "principe" civico targato Pd-5stelle seguirà il machiavelliano consiglio di procedere forte come un leone? Perché non vorremmo che il leone avesse da un pò (forse troppo tempo) smesso di "ruggire"». 

Redazione Eco dello Jonio
Autore: Redazione Eco dello Jonio

Ecodellojonio.it è un giornale on-line calabrese con sede a Corigliano-Rossano (Cs) appartenente al Gruppo editoriale Jonico e diretto da Marco Lefosse. La testata trova la sua genesi nel 2014 e nasce come settimanale free press. Negli anni a seguire muta spirito e carattere. L’Eco diventa più dinamico, si attesta come web journal, rimanendo ad oggi il punto di riferimento per le notizie della Sibaritide-Pollino.