4 ore fa:Emergenza epidemiologica, i tre hub vaccinali di Corigliano-Rossano resteranno aperti
4 ore fa:L’ex Tribunale di Rossano pronto a ritornare in vita. C’è un’idea per il riutilizzo
5 ore fa:«La Calabria diventi “No Tax Area”»
4 ore fa:Longobucco, è morto Walter Cesare Sapia: il commosso ricordo della Cisl
5 ore fa:Invalido, con il reddito di cittadinanza e col vizietto di rubare nei supermercati: arrestato un rossanese
2 ore fa:Edilcassa Calabria, Beraldi (Claai) è il nuovo presidente
3 ore fa:La Calabria punta sui Distretti del cibo, circa 20 le candidature
3 ore fa:Fusione Co-Ro, Stasi commenta la sentenza del Tar: «Chi si scaglia contro la città unica è miope»
5 ore fa:Anche a Crosia piantato l'Albero del Ricordo in memoria delle vittime del Covid-19
3 ore fa:Frecciargento Sibari-Bolzano: riattivato il booking. Possibile continuare a viaggiare

Rischio concreto di chiusura per il Centro di salute mentale di Corigliano-Rossano

1 minuti di lettura

CORIGLIANO-ROSSANO – Un’altra tegola si abbatte sul sistema sanitario ionico e principalmente sull’impianto dei servizi ospedalieri degli ospedali spoke di Corigliano-Rossano. Non bastavano le già gravi, quotidiane e continue defezioni che aggravano la qualità della sanità pubblica, oggi ad aggravare ancora di più un apparato precario si aggiunge la possibile ed imminente chiusura del Centro di salute mentale di Corigliano-Rossano.

A lanciare l’allarme, il sindacato Uil dell’area ionica. «Purtroppo – dicono - un infortunio subito dall’unico medico psichiatra in forza al Centro di salute mentale durante una visita domiciliare psichiatrica rischia di far sospende diverse attività legate al servizio in quanto  attualmente sembra che nessun medico possa sostituire lo psichiatra infortunato, se non per giorni saltuari».

Nell’esprimere solidarietà al medico infortunato, dal sindacato sottolineano anche che «tutti i Centri di salute mentale territoriali della costa ionica – scrivono dalla Uil - stanno vivendo ormai da tempo una precarietà diffusa sotto ogni aspetto, i dipendenti lavorano quotidianamente esposti a rischi senza nessuna garanzia di sicurezza in caso di aggressione o altri atteggiamenti pericolosi da parte di alcuni utenti». Una situazione confutata nei fatti: basti considerare che il più delle volte il personale che va sul territorio ad operare per il servizio «è quasi sempre da solo e che oramai le situazioni al limite della sopportazione per dipendenti e pazienti sono diventate  quotidiane».

«Forse raccontiamo storie già sentite – concludono - che purtroppo iniziano a sembrarci normali ma vogliamo chiudere questo nostro pensiero con l’auspicio che si possano trovare serie soluzioni per risolvere il problema e  ringraziando come sempre tutti i dipendenti che ogni giorno in qualsiasi situazione portano a termine comunque il lavoro in servizi così delicati».

Redazione Eco dello Jonio
Autore: Redazione Eco dello Jonio

Ecodellojonio.it è un giornale on-line calabrese con sede a Corigliano-Rossano (Cs) appartenente al Gruppo editoriale Jonico e diretto da Marco Lefosse. La testata trova la sua genesi nel 2014 e nasce come settimanale free press. Negli anni a seguire muta spirito e carattere. L’Eco diventa più dinamico, si attesta come web journal, rimanendo ad oggi il punto di riferimento per le notizie della Sibaritide-Pollino.