4 ore fa:Le scuole dell'arberia alla scoperta del mondo delle api
3 ore fa:Ritorna in Calabria la nona edizione del Cicogna day della Lipu
1 ora fa:Eolico off-shore, le pale eoliche potrebbero essere assemblate nel Porto di Corigliano-Rossano
3 ore fa:VOLLEY - "Marathon Experience" alla fase finale
4 ore fa:Antoniozzi (FdI): «Riteniamo che Pasqualina Straface sia il migliore sindaco possibile per la città»
29 minuti fa:Mimmo Bevacqua presenta il suo libro “La mia forza è la moderazione”
2 ore fa:A Rocca Imperiale la presentazione del libro “Buon Giorno, Prete”, nel ricordo di padre Domenico
59 minuti fa:Mandatoriccio, attesa per i festeggiamenti di San Francesco di Paola
2 ore fa:L'ex senatrice Abate rivendica quanto fatto per la Calabria
1 ora fa:Urbact, dopo la visita della delegazione greca a Co-Ro le "buone pratiche" diventano modello

Nasce"Cenergam", la Comunità Energetica amendolarese

1 minuti di lettura

AMENDOLARA - La "Cenergam "- Comunità Energetica amendolarese, si inscrive nell'ambito delle comunità di energia rinnovabile, soggetti giuridici costituiti da privati cittadini, enti e imprese, che consumano energia autoprodotta con impianti alimentati da fonti rinnovabili e hanno come scopo principale quello di fornire benefici ambientali, economici e/o sociali ai propri membri e alle aree in cui operano.

«Tale comunità energetica - riporta la nota -, con sede ad Amendolara è una delle prima in Italia, certamente la prima in Calabria, che ha visto la luce nel luglio del 2020. "Cenergam" è, poi, regolarmente annoverata tra le comunità registrate al GSE – Gestore Servizi Energetici della quale, tra gli altri, fa parte la sede di Amendolara della prestigiosa "Stazione Zoologica Anton Dohrn" – Napoli in veste di prosumer (cioè produttore e allo stesso tempo consumatore di energia  con immissione in rete della energia eccedente), che rimane a disposizione degli associati "consumatori", il tutto con ripartizione degli utili costituiti dagli incentivi erogati»

«Ovviamente - si legge ancora -, risparmio di CO2 e di energia fossile, rappresentano i primi e più importanti risultati di un'esperienza straordinaria, la cui realizzazione è un esempio di intrapresa sinergia tra pubblico e privato che ha pochi eguali, soprattutto nel nostro meridione . E così, ottenuta la iscrizione al GSE, la CER ha iniziato il proprio percorso, con l'obbiettivo di allargare la platea dei propri associati e coinvolgere l'intero territorio in un progetto di politiche ambientali e sostenibilità che non potrà conoscere soluzione di continuità, avuto riguardo che, attualmente, il limite massimo in termini di Kw è di 1 mega, di recente modifica».

 

Rita Rizzuti
Autore: Rita Rizzuti

Nata nel 1994, laureata in Scienze Filosofiche, ho studiato Editoria e Marketing Digitale. Amo leggere e tutto ciò che riguarda la parola e il linguaggio. Le profonde questioni umane mi affascinano e mi tormentano. Difendo sempre le mie idee.