12 ore fa:Straface chiede la convocazione del comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica per Schiavonea
16 ore fa:Autonomia differenziata, Greco accusa Occhiuto: «Non è stato né leale né benevolo con la sua gente. Ha scelto gli interessi del Nord»
12 ore fa:A Co-Ro l'evento "Come sabbia al vento" in ricordo dell'artista Pierluigi Rizzo
16 ore fa:Concluso il weekend letterario del Premio Sila
19 ore fa:Cassano Jonio, partito un massiccio intervento di bitumatura delle strade comunali
20 ore fa:Alta Velocità da Tarsia, si riaprono spiragli. Ora, però, serve la voce grossa di Corigliano-Rossano
14 ore fa:Tra Castrovillari e Sibari per il XXIV Raduno della Fellowship Compagnia dei Cavalieri Rotariani
13 ore fa:Il neo sindaco di Crosia Maria Teresa Aiello sceglie la Giunta: De Vico sarà il suo vice
13 ore fa:Scambio interculturale Serbia-Italia, grande successo per il progetto di Erasmus+ a Co-Ro
19 ore fa:"A te vicino, così dolce": Serena Bortone racconta l'adolescenza nella Roma borghese degli anni '80

Terzo Megalotto sulla 106: il Sindaco di Amendolara scrive al Prefetto

1 minuti di lettura

AMENDOLARA - Il sindaco di Amendolara, Antonello Ciminelli, ha scritto una lettera al Prefetto di Cosenza, dottoressa Cinzia Guercio, chiedendo il suo intervento in materia di trasparenza per ciò che concerne la ricaduta occupazionale nei lavori del Terzo Megalotto da Sibari a Roseto Capo Spulico. Mentre si sta aprendo qualche cantiere e si vedono i primi mezzi all'opera, tutto tace sul fronte occupazione, in barba alle promesse sbandierate ai sindaci su fantomatici posti di lavoro, addirittura duemila, che si sarebbero resi disponibili con l'avvio dei cantieri.

«Tanti cittadini dell'Alto Jonio e della Sibaritide guardano a quest'opera con tante aspettative ma ancora oggi - denuncia il sindaco Ciminelli - nulla si conosce in tema di assunzioni e reclutamento personale». Il sindaco di Amendolara ricorda come negli anni passati, in sede di trattative e di confronti con Anas e ministeri, ai primi cittadini che ponevano problemi di impatto ambientale veniva posta sul piatto della bilancia la contropartita occupazionale che avrebbe dato respiro ad un'area depressa.

«Tutti i cittadini interessati, tutte le ditte del territorio dovrebbero conoscere i criteri per un'eventuale assunzione. Le figure richieste nei cantieri e nei campi base sono sicuramente diverse e non solo operai altamente specializzati come qualcuno ci ha detto - precisa Ciminelli -. Noi sindaci al momento siamo all'oscuro di tutto e non sappiamo cosa rispondere a i nostri concittadini che chiedono informazioni su eventuali possibilità lavorative».

Il sindaco di Amendolara, sempre in prima linea per le questioni che riguardano lo sviluppo del comprensorio, si rivolge al Prefetto di Cosenza mostrando tutta la sua preoccupazione e la solitudine dei sindaci di fronte ad un'opera infrastrutturale tra le più importanti d'Italia che se non governata bene rischia di creare profonde spaccature sociali. «Lo Stato deve dare delle risposte e deve certificare la sua presenza in termini occupazionali e quindi di trasparenza, rispettando le promesse fatte al territorio - dice Ciminelli -. Altrimenti c'è il serio rischio che su questo ghiotto piatto salti a piè pari l'antistato, il malaffare, la mafia».

 

Redazione Eco dello Jonio
Autore: Redazione Eco dello Jonio

Ecodellojonio.it è un giornale on-line calabrese con sede a Corigliano-Rossano (Cs) appartenente al Gruppo editoriale Jonico e diretto da Marco Lefosse. La testata trova la sua genesi nel 2014 e nasce come settimanale free press. Negli anni a seguire muta spirito e carattere. L’Eco diventa più dinamico, si attesta come web journal, rimanendo ad oggi il punto di riferimento per le notizie della Sibaritide-Pollino.