8 ore fa:San Sebastiano, a Crosia la prima festa del protettore degli agenti di Polizia Locale
5 ore fa:Castrovillari, torna il concorso delle "vetrine di Carnevale": la più bella vince un premio
7 ore fa:Ospedali Co-Ro, Rapani contro il “trasloco” dei reparti: «Serve organizzazione»
6 ore fa:Tutto pronto per il progetto di Poste Italiane "Polis - Casa dei Servizi digitali": ecco quando
7 ore fa:Nasce l’Assonautica della provincia di Cosenza: sottoscritto lo statuto costitutivo
8 ore fa:Dipartita di Angelo Donnici: ecco i messaggi di cordoglio in questo momento di dolore
6 ore fa: Randagismo, dal comune un contributo per la sterilizzazione dei cani di proprietà
5 ore fa:«Il primo a mobilitarsi, l’ultimo a lasciare la protesta». Lenin Montesanto ricorda Angelo Donnici
5 ore fa:La comunità slow food della Dolce di Rossano dona un quintale di olio evo alle suore del sacro cuore
6 ore fa:La bellezza dell'identità nell'era della fusione: la sfida di SosteniAmo

Cgil: «Subito la banchina croceristica per esaltare le potenzialità della Sibaritide»

1 minuti di lettura

CORIGLIANO-ROSSANO -  La Cgil si dimostra ancora una volta attenta rispetto alla promozione di tutte le opportunità per la crescita sociale ed economica dei territori del Mezzogiorno d’Italia, in particolare nel sistema territoriale Pollino-Sibaritide-Tirreno.

La confederazione sindacale lo ricorda in una nota stampa appena diffusa, ponendo l’attenzione sul Porto di Corigliano Rossano. «Abbiamo – dichiara la Cgil - rilevato come rispetto allo scalo marittimo sibarita l’evoluzione negli anni del traffico marittimo commerciale e passeggeri, e delle attività ad esso collegate, non abbia determinato contributi alla crescita del territorio di proporzioni coerenti con le sue imponenti potenzialità, tanto da poter affermare che il volume dei flussi dei traffici attualmente diretti al Porto contrasta con il livello delle sue rilevanti dotazioni infrastrutturali e delle dimensioni fisiche della struttura».

Il sindacato continua: «Abbiamo ripetutamente rappresentato come la struttura e il territorio manifesti una particolare vocazione e predisposizione per l’attività crocieristica, di fatto ostacolata dalla mancata realizzazione della Banchina Crocieristica dedicata, già prevista e finanziata nei Piani Operativi Triennali dell’Autorità Portuale di Gioia Tauro (da cui il Porto di Corigliano Rossano dipende) che si sono succeduti nel corso degli anni, compreso quello 2019-2021 attualmente vigente, motivando tale inadempienza con impedimenti di carattere tecnico-normativo legati alla legittimità di effettuazione di varianti al vigente Piano Regolatore del Porto».

Una questione, quella del terminal crociere che di recente è ritornata al centro anche degli interessi dell'Amministrazione comunale (leggi anche Porto Schiavonea, nessun "motivo ostativo" per un nuovo terminal crociere ma l'Autorità prende tempo). Nelle settimane scorse il vicesindaco della terza città della Calabria, Claudio Malavolta, ha scritto al Ministero dei Trasporti per sapere i tempi di intervento per la realizzazione di una infrastruttura strategica per il turismo e l'economia del territorio ionico.

Tali impedimenti, come scritto dalla Cgil, che vengono meno dopo i chiarimenti forniti dalla Senatrice Rosa Silvana Abate, «che esplicitano definitivamente, ai massimi livelli tecnico-istituzionali, come sia specifica competenza dell’Autorità Portuale di Gioia Tauro poter redigere varianti al Piano Regolatore del Porto di Corigliano Rossano, da adottarsi entro il 31.12.2022».

Su queste basi la Confederazione sindacale conclude:  «Pertanto riteniamo che a questo punto l’Autorità Portuale di Gioia Tauro debba provvedere immediatamente alla redazione di tutti gli atti necessari alla realizzazione della Banchina Crocieristica presso il Porto di Corigliano Rossano, ritenendola, come più volte affermato anche dall’Amministrazione Comunale, necessaria a realizzare una concreta opportunità di sviluppo, oltre che per lo stesso Porto, per la Città, per il territorio e per la Regione, senza ulteriori inopportune tergiversazioni».

Redazione Eco dello Jonio
Autore: Redazione Eco dello Jonio

Ecodellojonio.it è un giornale on-line calabrese con sede a Corigliano-Rossano (Cs) appartenente al Gruppo editoriale Jonico e diretto da Marco Lefosse. La testata trova la sua genesi nel 2014 e nasce come settimanale free press. Negli anni a seguire muta spirito e carattere. L’Eco diventa più dinamico, si attesta come web journal, rimanendo ad oggi il punto di riferimento per le notizie della Sibaritide-Pollino.