3 ore fa:Il Comune di Policoro si illumina di verde in occasione della Giornata Mondiale delle Malattie Rare
47 minuti fa:Rapani (FdI) chiede un riferimento unico per coordinare le azioni di prevenzione e gestione dei fiumi
1 ora fa:Longobucco ancora isolata, chiesto un incontro ai vertici Anas e della regione
3 ore fa:Prende forma la rete delle Comunità Ospitali di Calabria: Un modello nuovo, ma dal cuore antico
17 minuti fa:Il Punk non è morto! Al Castello Ducale la celebrazione di un cult
2 ore fa:Ritardi di spesa del Pnrr, Scutellà (M5s): «Basta scarica barile, il Governo si assuma la responsabilità»
2 ore fa:È nato il Comitato regionale "La Via Maestra"
1 ora fa:Nello storico Maria De Rosis si ritornerà a giocare a pallone: partiti i lavori per il centro sportivo
4 ore fa:Forza Italia Cassano dice "No" alla bretella di Sibari
4 ore fa:Grazie al Garante una Calabria più inclusiva «che sappia valorizzare le diversità»

Un’estate… Tanti amici, il campo estivo per ragazzi che ha portato a Co-Ro una ventata di “normalità”

1 minuti di lettura

CORIGLIANO-ROSSANO – Tornare a giocare assieme, confrontarsi, socializzare e (perché no) anche poter litigare. Una ventata di “normalità” dal sapore decisamente speciale dopo un anno chiusi in casa a causa della pandemia.

Un ritorno alla vita per tanti piccoli di Corigliano-Rossano che grazie a “Un’estate… Tanti amici”, il campo estivo per ragazzi tenutosi dal 1 al 31 luglio presso la Scuola Madre Isabella De Rosis, hanno potuto passare un mese all’insegna della spensieratezza.

«Il tema dell’inclusività e quello della pace sono stati al centro di questo campo estivo ricco di attività, giochi e laboratori. Non a caso la storia scelta per fare da filo conduttore è stata quella di “Alla ricerca di Nemo”» ci rivela la coordinatrice del progetto Rosalba Di Nardo. «Un modo semplice ma diretto per far capire che, grazie all’amicizia, si possono superare le difficoltà legate alla disabilità».

Ben 54 bambini dai 3 ai 14 anni hanno interagito tra loro (divisi in gruppi, a seconda dell’età) destreggiandosi tra laboratori creativi, giochi all’aperto, corsi di danza e tetro, giardinaggio e molto altro dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 16.

«È stato bellissimo cogliere la felicità sui volti dei bambini – ha rivelato la superiora suor Letizia D’Angelo – e anche la soddisfazione da parte dei genitori. Un’esperienza che ha sicuramente lasciato il segno… basti pensare che alcuni bimbi non volevano andar più via!».

Giochi, ma non solo: anche un concreto aiuto per le attività didattiche. Infatti i bambini, nel pomeriggio, sono stati seguiti da delle insegnanti volontarie per portare a termine i compiti delle vacanze o sono stati allietati da piacevoli letture.

«Questo campo estivo è frutto di un lavoro corale – ha affermato suor Letizia – e vorrei ringraziare tutte le persone che hanno contribuito alla realizzazione di questo piccolo grande sogno».

L’iniziativa non ha avuto alcuna spesa per le famiglie. Dai materiali usati nei laboratori alle divise, finanche il pranzo è stato gratuito. Insomma, un’iniziativa che ha avuto grande successo… lo si capisce dai sorrisi.

Giusi Grilletta
Autore: Giusi Grilletta

Da sempre impegnata in attività per il prossimo, è curiosa, gentile e sensibile. Laureata in Scienze Umanistiche per la Comunicazione, consegue la magistrale in Teoria e Metodi per la Comunicazione presso l’Università degli Studi di Milano. Consegue una seconda laurea magistrale in Pedagogia per ampliare le sue conoscenze. Ha lavorato presso agenzie di comunicazione (Lenin Montesanto Comunicazione e Lobbing) e editori calabresi (Falco Editore). Si è occupata di elaborare comunicati stampa, gestire pagine social, raccogliere e selezionare articoli per rassegne, correggere bozze e valutare testi inediti. Appassionata di scrittura, partecipa a corsi creativi presso il Giffoni Film Festival e coltiva la sua passione scrivendo ancora oggi racconti (editi Ilfilorosso) che trasforma in audio-racconti pubblicati sul suo canale YouTube. Ama la letteratura, l’arte, il teatro e la cucina.