3 ore fa:Ritrovato l'80enne disperso in Sila: sta bene
31 minuti fa:Antonello Cetera, il Mister della “Volley Murialdo Rossano”, compie 40 anni di attività
6 ore fa:La Calabria Slow protagonista a Terra Madre 2022: presente anche la Dolce di Rossano
23 ore fa:Caro bollette, la Gelateria Fortino di Cariati: «È stata dura ma non abbiamo aumentato i prezzi»
3 ore fa:Le origini di San Demetrio Corone, rilevante centro di religiosità e cultura
19 ore fa:Felici & Conflenti rappresenta la Calabria al Festival internazionale Les Bordées de Cancale
5 ore fa:Nasce il sussidio liturgico per le persone disabili
1 ora fa:Co-Ro, da vittima di estorsione a imputato per lesioni aggravate: assolto per insussistenza dei fatti
20 ore fa:I DATI - Astensionismo nella Sibaritide-Pollino? Siamo un popolo di residenti all’estero
21 ore fa:La Calabria è record di Tartarughe di terra uniche e rare. Lo rivela uno studio

L’italia vola in finale grazie ad un implacabile Lavia: lo schiacciatore rossanese top score contro la Slovenia

1 minuti di lettura

CORIGLIANO-ROSSANO- Dopo 24 anni, dalla finale vinta a Tokyo nel 1998, l’Italia potrà giocare per l’oro Mondiale. Ieri all’Arena Spodek di Katowice, lo stesso impianto nel quale lo scorso anno si è laureata Campione d’Europa, la nazionale di De Giorgi si è regalata un sogno risolvendo in tre set 3-0 (25-21; 25-22; 25-21) la delicata sfida con la Slovenia, dimostrando sul campo una netta superiorità su Urnaut e compagni i quali hanno lottato in tutti e tre i parziali ma alla fine hanno dovuto arrendersi al cospetto di una squadra azzurra concentrata e determinata che non ha mollato niente.

Oggi Giannelli e compagni potranno scrivere la storia contro la Polonia, formazione che ha vinto gli ultimi due mondiali e che potrà contare sul tifo indiavolato del pubblico amico. Per andare in Paradiso bisognerà realizzare un’impresa. Ma questi ragazzi hanno tutto per farci sognare ancora.

Il rossanese Daniele Lavia, testimonial tra l'altro dello storico liquorificio rossanese Perla di Calabria e che ha avuto un ruolo centrale nella partita, continua a farci sognare! Ecco a caldo le dichiarazioni che ha rilasciato al Corriere delle Sport: «Questo è un gran bel sogno. Sicuramente non ce lo aspettavamo. Sapevamo di poter far bene e così è stato. Sono arrivate prestazioni di livello come stasera e come contro la Francia, siamo arrivati fino alla finale. Spero che il sogno continui».

«Oggi abbiamo giocato una bella partita in cui tutti sono stati determinanti. Grande intensità e grande agonismo sono state le nostre armi. Stiamo crescendo gara dopo gara ma vogliamo migliorare ancora. Siamo certamente più consapevoli rispetto ad un anno fa, la vittoria nell’Europeo, del tutto in aspettata, ci ha convinto della nostra forza. Domani ci proveremo questo è sicuro, mi aspetto un’atmosfera calda, il pubblico spingerà tanto, ma noi dobbiamo pensare a noi stessi senza farci influenzare dal clima che troveremo scendendo in campo sereni e giocare le nostre carte». 

Adesso tra gli azzurri e il quarto titolo mondiale della sua storia c’è la Polonia padrona di casa che nell’altra semifinale ha sconfitto il Brasile al tie-break. Il match è oggi, domenica 11 settembre, alle 21 su Sky Sport Uno e in streaming su Now. 

(Fonte corriere dello sport)

Veronica Gradilone
Autore: Veronica Gradilone

25 anni. Laureata in scienze della comunicazione. Laureanda magistrale in comunicazione e tecnologie dell'informazione. Mi piace raccontare le storie, non mi piace raccontare la mia