13 ore fa:La conferma del solstizio d'estate: l'Elefante dell'Incavallicata è allineato con il sole al tramonto
21 ore fa:Civita: inizia la terza sindacatura di Alessandro Tocci
16 ore fa:Calabria, "L’acqua di San Giovanni" e “E cummari du mazzettu”
18 ore fa:Ammodernamento tecnologico per gli ospedali della Sibaritide-Pollino: ecco le novità
20 ore fa:Strage di vitelli sulla statale 534: all'alba auto danneggiate e feriti
18 ore fa:Cosa si dice nella Calabria del nord-est: una settimana di notizie
10 ore fa:Cariati, l'incontro con la cultura afro-nigeriana chiude il Festival Interculturale “Sguardo e Mondi”
Ieri:Corigliano-Rossano, le opposizioni: «Stasi non è l’amministratore di una srls»
Ieri:Brucia la Valle del Coscile: fiamme minacciano il santuario della Madonna del Castello
17 ore fa:Camigliatello Silano, al via il Summer School: "Progettazione e realizzazione di strutture di legno"

«Sono e resterò sempre la donna che combatte i Clan nella terra dei boss»

1 minuti di lettura

CARIATI - Da donna indicata negli atti della Procura Antimafia di Catanzaro come «Sindaco che combatte i clan» a candidata iscritta nel registro dei «cosiddetti impresentabili della Commissione parlamentare antimafia». Filomena Greco, l'ex sindaco di Cariati, racconta la sua vicenda paradossale dopo che stamani sono stati pubblicati i nomi dei candidati alle Elezioni Europee che a parere dell'organo di controllo del Parlamento avrebbero violato il codice di autoregolamentazione dei partiti.

Riceviamo e pubblichiamo la lettera aperta di Filomena Greco che fa seguito alla presa di posizione assunta già nel pomeriggio dal suo partito (Italia Viva) e ai chiarimenti del suo collegio difensivo.

A causa di un procedimento penale di primo grado, relativo a fatti ormai prescritti e ai quali sono completamente estranea, mi ritrovo nella lista dei cosiddetti “impresentabili” della Commissione parlamentare antimafia. 
Proprio io, che da Sindaco di frontiera ho fatto della lotta ai clan una bandiera, mi ritrovo ora additata per un abbaglio o una becera vendetta politica. Chi decide dovrebbe conoscere bene i fatti, altrimenti arreca danni ingiusti a una donna che è stata indicata negli atti della Procura Antimafia di Catanzaro, come “Sindaco che combatte i clan”. Titolo riportato anche su diverse testate nazionali come Repubblica. 
Sono stata coinvolta in un'incredibile vicenda giudiziaria solo perché ho rinunciato di mia iniziativa alla prescrizione. L’ho fatto perché voglio che emerga con evidenza la mia totale e completa innocenza. 
Presso il Tribunale di Castrovillari, nei miei confronti, nella mia qualità di Sindaco dell’epoca, è iniziato un processo per “turbata libertà di scelta del contraente”, fatti datati 2016. Appena insediata, ho doverosamente rescisso il contratto per la raccolta dei rifiuti con una società colpita da interdittiva antimafia, scelta pienamente condivisa dal Prefetto. Mi aspettavo un applauso istituzionale e non l’inserimento in una lista di impresentabili. 
Italia Viva – il partito che mi ha candidata nelle liste degli Stati Uniti d’Europa – ha già ribadito con una nota stampa ufficiale piena fiducia in me. Sono serena, per quanto amareggiata.
Non sarà un veleno di palazzo, peraltro con l’uso di una nobile commissione parlamentare come quella Antimafia, a fermarmi. La mia campagna va avanti più decisa di prima, forte delle mie battaglie da Sindaco contro il malaffare e per il riscatto del Sud. E lo farò con il sostegno dei tantissimi cittadini e cittadine del sud, la cui fiducia sento più forte che mai.

Filomena Greco - Candidata al Parlamento europeo con la lista Stati Uniti d’Europa

Redazione Eco dello Jonio
Autore: Redazione Eco dello Jonio

Ecodellojonio.it è un giornale on-line calabrese con sede a Corigliano-Rossano (Cs) appartenente al Gruppo editoriale Jonico e diretto da Marco Lefosse. La testata trova la sua genesi nel 2014 e nasce come settimanale free press. Negli anni a seguire muta spirito e carattere. L’Eco diventa più dinamico, si attesta come web journal, rimanendo ad oggi il punto di riferimento per le notizie della Sibaritide-Pollino.