5 ore fa:Michele, l’infermiere rossanese che ha scelto di essere in prima linea per combattere il covid
3 ore fa:All’Annunziata di Cosenza eseguiti interventi chirurgici con tecnica mini-invasiva e video assistita
2 ore fa:I sindacati chiedono la modifica all’Atto aziendale dell’Asp di Cosenza
1 ora fa:Cassano sempre più green: nella Città si potranno ricaricare i veicoli elettrici
3 ore fa:Al Ferrari riparte l'ortopedia e riprendono i ricoveri, ma il dramma è la carenza di personale
4 ore fa:Oggi la diocesi di Cassano celebra la giornata delle comunicazioni sociali
49 minuti fa:Arrestato due volte per spaccio ed evasione. Ai domiciliari 32enne di Castrovillari
3 ore fa:Cassano, Garofalo: «Il piano nazionale di ripresa e resilienza va utilizzato per creare occupazione»
5 ore fa:Si torna a protestare davanti ai cancelli dell'Enel. Fermi tutti i lavoratori dell'indotto
2 ore fa:Buoni spesa covid, beccati 21 “furbetti” nella provincia di Cosenza

Primo consiglio dei ministri dell’era Draghi: «Neanche un centesimo per la statale 106»

1 minuti di lettura

CORIGLIANO-ROSSANO - Il Direttivo dell’Organizzazione di Volontariato “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106” informa i cittadini calabresi che, nella giornata di ieri ha avuto luogo la prima seduta del Consiglio dei Ministri del Governo Draghi (CIPESS ex CIPE), convocata alle ore 15.30 in modalità videoconferenza secondo le prescrizioni dell’Ufficio del Cerimoniale della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Era dal 15 dicembre del 2020 che il Consiglio dei Ministri non si riuniva e ieri, finalmente, si è potuto prendere atto delle prime scelte del Governo che, nel frattempo, è cambiato da Conte a Mario Draghi.

Il Consiglio dei Ministri, in merito al tema delle infrastrutture, nella seduta di ieri, attraverso una Delibera CIPESS ha dato parere favorevole, relativamente all’autostrada Pedemontana lombarda, alla proroga del termine convenzionale previsto per la stipula di un contratto di finanziamento da parte del concedente CAL S.p.A., relativo alla realizzazione delle tratte B2 (Lentate sul Seveso-Cesano Maderno) e C (Cesano Maderno-Interconnessione con la Tangenziale Est/A51).

Altra scelta del Governo che riguardano le infrastrutture e che non comporta l’adozione di una Delibera ha riguardato l’accoglimento della proposta del Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili di autorizzare l’utilizzo di risorse rinvenienti da residui per interventi di completamento del “Sistema MO.S.E.”.

Il Direttivo evidenzia che già nel primo Consiglio dei Ministri del Governo Draghi non vi è alcuna traccia relativa ad interventi, finanziamenti o proposte che possano riguardare in qualsiasi modo la strada Statale 106 in Calabria ed invia in allegato a tutti gli organi di informazione l’esito ufficiale della seduta di ieri peraltro pubblicata sul sito web della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Il Direttivo dell’O.D.V. “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106” continuerà ad informare correttamente e con serietà tutti i cittadini calabresi – come accade ormai da anni - i quali hanno il diritto, oltre la demagogia politica e la propaganda della “politica politicamente”, di conoscere gli atti ufficiali, formali e sostanziali e le scelte del Governo italiano che riguardano la famigerata e tristemente nota “strada della morte” in Calabria ed è per questo motivo che continueremo senza sosta a rendicontare tutte le future sedute dei Consigli dei Ministri affinché tutti, nessuno escluso, possano finalmente avere contezza della verità.

Redazione Eco dello Jonio
Autore: Redazione Eco dello Jonio

Ecodellojonio.it è un giornale on-line calabrese con sede a Corigliano-Rossano (Cs) appartenente al Gruppo editoriale Jonico e diretto da Marco Lefosse. La testata trova la sua genesi nel 2014 e nasce come settimanale free press. Negli anni a seguire muta spirito e carattere. L’Eco diventa più dinamico, si attesta come web journal, rimanendo ad oggi il punto di riferimento per le notizie della Sibaritide-Pollino.