1 ora fa:Nuovo Dpcm tra novità e conferme: riaprono cinema e teatro; musei anche nel fine settimana
2 ore fa:IL CAFFÈ DELL'ECO (Puntata 25) - Tra vaccini e varianti, il territorio e la prova Covid
1 ora fa:Amendolara, al via le vaccinazioni anti Covid per gli ultra ottantenni
40 minuti fa:Sapia (Gruppo Misto) chiede di accelerare sulle vaccinazioni
2 ore fa:Fortunato Amarelli è il nuovo presidente di Digital Innovation Hub Calabria
2 ore fa:Corigliano-Rossano, Alboresi dona la saga di Harry Potter al progetto “Ancora di parole”
29 minuti fa:Sanità in Calabria, ecco le domande che il “Laboratorio riformista calabrese” pone sulla questione
3 ore fa:Corigliano-Rossano, Cgil richiede incontro per la gara d’appalto sul servizio di igiene ambientale
2 ore fa:La Statale 106 può essere ammodernata con i soldi del Recovery Fund
35 minuti fa:Corigliano-Rossano, I ragazzi di “I Figli della Luna” esprimono la loro creatività con l’arte

Sit-in di Fratelli d'Italia a Camigliatello per dimostrare vicinanza agli operatori della montagna

1 minuti di lettura

CAMIGLIATELLO SILANO - Lo scorso sabato una nutrita delegazione di Fratelli d’Italia e del suo movimento giovanile, Gioventù Nazionale, ha messo in scena un sit-in di protesta e sensibilizzazione nella nota stazione sciistica di Camigliatello silano, al fine di attirare l’attenzione del Governo Draghi per un cambio di passo rispetto alle misure già adottate da quello precedente, per quanto concerne il settore degli operatori della montagna. I quali, probabilmente, più di ogni altro comparto economico, stanno pagando a caro prezzo le restrizioni imposte dall’emergenza sanitaria.

Un’iniziativa promossa dal partito meloniano, in tutta Italia, che ha visto in prima linea prendere una posizione netta da parte dell’On. Wanda Ferro, commissaria FDI in Calabria; Luigi Lirangi, portavoce provinciale del partito e Nicola Caruso, rappresentante di Gioventù Nazionale e fresco di nomina nello stesso esecutivo nazionale.

«A Camigliatello Silano - si legge nella nota di Fratelli d'Italia - per mostrare la nostra vicinanza agli operatori della montagna che, a causa di scelte discutibili dell’ormai ex Governo Conte, sono stati abbandonati dalle istituzioni. Con l’atto di sensibilizzazione messo in scena - continuano i tre esponenti- chiediamo che il neo insediato Governo Draghi possa cambiare rotta e dare risposte soddisfacenti a un comparto come quello dell’economia di montagna, che in situazioni di normalità garantisce crescista, sviluppo e occupazione».

 

Redazione Eco dello Jonio
Autore: Redazione Eco dello Jonio

Ecodellojonio.it è un giornale on-line calabrese con sede a Corigliano-Rossano (Cs) appartenente al Gruppo editoriale Jonico e diretto da Marco Lefosse. La testata trova la sua genesi nel 2014 e nasce come settimanale free press. Negli anni a seguire muta spirito e carattere. L’Eco diventa più dinamico, si attesta come web journal, rimanendo ad oggi il punto di riferimento per le notizie della Sibaritide-Pollino.