5:30 pm:Crosia: bando piano mare, prorogato il termine per la presentazione delle domande
6:30 pm:“Positivi alla lettura”, all’Istituto Comprensivo di Cariati con Libriamoci
6:12 pm:Parroco positivo a Mandatoriccio: arriva l'ufficialità dall'Arcidiocesi: «Subito la sanificazione della Parrocchia»
6:12 pm:I Sindacati: «Sull’agguato a Cassano serve una reazione. Fiducia nella magistratura»
5:20 pm:Andrea Denegri è il nuovo direttore della UOC Chirurgia Toracica dell’Annunziata di Cosenza
5:44 pm:La lettera ad Ursula Von der Leyen: «Bloccare il Recovery Fund all’Italia, vogliono usarlo contro il Sud»
6:30 pm:Alla Camera presentato un emendamento da 10 milioni di euro per l’Ospedale di Cariati
6:47 pm:Cultura e impresa, da Corigliano Rossano l’algoritmo per ripartire
56 minuti fa:Caloveto, dopo il maltempo è tornato il sereno: il sindaco ringrazia il Consorzio di bonifica
7:12 pm:Giornata della disabilità, a Co-Ro il Movimento per la Vita si batte per una nuova inclusione

Molinaro in visita a Civita nel segno di Harry Warren

1 minuti di lettura
L’amministrazione comunale di Civita, guidata dal sindaco Alessandro Tocci, ha ricevuto la visita istituzionale del consigliere regionale, nonché  presidente della sesta commissione consiliare regionale permanente  “Agricoltura e Foreste, Consorzi di bonifica, Turismo, Commercio, Risorse naturali, Sport e Politiche giovanili”, Pietro Molinaro. Ieri mattina, su invito della consigliere comunale di Civita, Rossella Iuele, delegata alla Cultura e al Turismo, Molinaro è stato ospite del comune italo-albanese. A fare gli onori di casa il primo cittadino del comune arbëresh, Alessandro Tocci. All’incontro con il consigliere regionale hanno partecipato, oltre al sindaco Tocci e alla consigliere Iuele, delegata alla Cultura e al Turismo, anche il vicesindaco, Vincenzo Mastrota, e il presidente del consiglio, Antonluca De Salvo. Il sindaco di Civita, nel suo saluto di benvenuto a Molinaro, dopo averlo ringraziato per aver accettato di buon grado l’invito ha illustrato alcune “problematiche” che interessano da vicino il comune di Civita. Tocci ha posto la sua attenzione sul tanto discusso “Bando Borghi” e sul “Bando Cultura”.  Il primo cittadino di Civita  ha, altresì, illustrato al presidente Molinaro  la situazione delle Gole del Raganello, uno dei maggiori attrattori turistici non solo di Civita, ma della Regione Calabria e dell’intero Mezzogiorno d’Italia, che dalla tragedia del 20 agosto 2018, sono sotto sequestro. La consigliere Iuele, dopo aver annunciato di essersi fatta promotrice di altri “contatti” tesi al rilancio e al potenziamento del settore turistico nel centro italo albanese, ha informato, tra le altre cose, che il comune di Civita, avendo dato i natali ad Antonio Guaragna e a Rachele De Luca, genitori di uno dei massimi compositori di musica per il cinema, il compositore italo americano Salvatore Antonio Guaragna, in arte Harry Warren, vincitore di tre premi Oscar per la migliore canzone, e avendo già intrapreso contatti con una delle nipoti di Harry Warren, ha intenzione di valorizzare questa circostanza creando un evento di carattere nazionale/ internazionale. Pietro Molinaro, dal canto suo, ha annunciato che «a giorni, per quanto attiene il Bando “Borghi”, dovrebbe essere rifatta la graduatoria  dei partecipanti e che è intenzione della Regione interloquire con i sindaci interessati. I Borghi – ha sostenuto – devono essere attrattori e bisogna puntare sulla Cultura». Per quanto attiene sempre i “Borghi”, il consigliere Molinaro ha annunciato che è intenzione della Regione dotarsi di un’apposita legge sull’identificazione dei “Borghi”. Il presidente Molinaro, alla fine, si è detto disponibile a valutare l’ipotesi che l’evento che il comune di Civita vuole organizzare su Harry Warren possa rientrare tra gli eventi più importanti della Regione.
Redazione Eco dello Jonio
Autore: Redazione Eco dello Jonio

Ecodellojonio.it è un giornale on-line calabrese con sede a Corigliano-Rossano (Cs) appartenente al Gruppo editoriale Jonico e diretto da Marco Lefosse. La testata trova la sua genesi nel 2014 e nasce come settimanale free press. Negli anni a seguire muta spirito e carattere. L’Eco diventa più dinamico, si attesta come web journal, rimanendo ad oggi il punto di riferimento per le notizie della Sibaritide-Pollino.