7 ore fa:Statale 106, muore investita una 31enne a Calopezzati. Si sarebbe lanciata contro un’auto
10 ore fa:Co-Ro, il Comune pronto ad acquisire un altro bene confiscato: un immobile sito in via Cardame
8 ore fa:"Bamp Cinema - Un solo frame dall'Adriatico al Tirreno" arriva in Calabria
10 ore fa:Morano, l'assise cittadina approva importanti modifiche allo Statuto e al Regolamento del Consiglio
9 ore fa:Olio di Calabria Igp incontra Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori
8 ore fa:Mensa Co-Ro, genitori e docenti chiedono convocazione commissione
9 ore fa:Mormanno, chiesto impegno al Commissario dell'Asp Graziano per l'Ospedale di Comunità
8 ore fa:Nel mentre si tenta di “uccidere” la fusione, si recuperano soldi persi dalle gestioni degli estinti comuni
7 ore fa:Occhiuto: «Sulla statale 106 ci auguriamo migliorie in Parlamento»
10 ore fa:Land art, trasformare la collina dei Tre Piani di Lauropoli in un “museo a cielo aperto”

Al via "Patir: Identità, Patrimonio, Visioni", due giorni per promuovere e tutelare questo immenso bene

3 minuti di lettura

CORIGLIANO-ROSSANO – Il complesso monumentale del Patire con la sua montagna diventa spazio e soggetto di idee, visioni, confronto, azione scientifica, programmazione futura.

Venerdì 27 e Sabato 28 maggio presso l'abbazia del Patire si terrà la due giorni "Patir: Identità, Patrimonio, Visioni" che vedrà la partecipazione di espressioni importanti del ministero della cultura, dell'università, delle istituzioni, del terzo settore, dell'imprenditoria, di quanti hanno desiderio di avviare e promuovere azioni che puntino alla consapevolezza, tutela e valorizzazione del bene straordinario che il Patire è, insieme al contesto naturale che lo ospita.

L'azione è promossa dall'associazione Rossano Purpurea, da anni attenta al monastero del Patir e la cui mission è, in generale, quella di contribuire alla valorizzazione del patrimonio materiale e immateriale del territorio, nell'idea che occorra mettere a sistema, in rete e in una visione di insieme tutte le risorse, puntando ad azioni concrete, coordinate e focalizzate su una visione. - Coorganizzatore dell'evento è il Raggruppamento Carabinieri Biodiversità, custode del bene monumentale, egregiamente rappresentato dal Gen. Raffaele Manicone e dal Col. Gaetano Gorpia.

L'azione culturale si svolge, inoltre, in sinergia con Gazzetta del Sud, Corriere della Calabria, e l'Eco dello Jonio, partner dell'intero progetto. Sarà, infatti, il noto giornalista e scrittore Arcangelo Badolati a dare inizio ai lavori con un incipit ispirato al suo recente libro "la Calabria delle meraviglie", a cui si avvicenderanno, come moderatori, al sabato mattina, Paola Militano, direttore del Corriere della Calabria, e Marco Lefosse, direttore de L'Eco dello Jonio.

La prima giornata verterà sui temi storico-artistici-architettonici legati al monastero, la seconda sulla montagna e il paesaggio.

Il programma:

Venerdì 27 maggio 2022 · 15.00

Incipit - Arcangelo Badolati, Giornalista, saggista, scrittore. Caposervizio Gazzetta del Sud "La Calabria delle meraviglie" - Apertura dei lavori: Donatella Novellis, Archeologa, Segreteria scientifica ΠATIR - Rossano Purpurea – Saluti: Raffaele Manicone, Com. Col. Raggruppamento Carabinieri Biodiversità – Roma; Flavio Stasi, Sindaco di Corigliano-Rossano; Mons. Maurizio Aloise, Arcivescovo Arcidiocesi Rossano-Cariati

Prima sessione - Relazione introduttiva: Filippo Demma, Direttore Parco archeologico di Sibari – Direttore ad interim Direzione regionale Musei Calabria "La Sibaritide come paesaggio culturale" – Interventi: Gioacchino Strano, Professore di Storia Bizantina, Unical "La Vita di S. Bartolomeo da Simeri e la fondazione del Patir di Rossano"; Adele Coscarella, Professore di Archeologia Medievale, Unical "Il Patir: un monumento da riscoprire"; Maurizio Paoletti, Professore di Archeologia Classica, Unical "Il fonte battesimale del Patir (1137). Dal castello di Corigliano alla collezione di un banchiere americano"; Giovanni Morello, Storico dell'arte "I codici patiriensi: ambasciatori di spiritualità e cultura"; Mariella Arcuri, architetto, Segreteria scientifica ΠATIR - Segretaria Rossano Purpurea "Un'ipotesi di ricostruzione del complesso monastico del Patir"

Intermezzo letterario - Giuseppe De Rosis e Bianca Zampino, Gli Amici dell'Arte "Il viaggio e la luce"

Seconda sessione – panel - visioni e percorsi di collaborazione per una progettualità unitaria e focalizzata. Dalla Convenzione di Faro alla costruzione di una candidatura UNESCO: Patrizia Nardi, Esperta in valorizzazione del patrimonio culturale e candidature UNESCO; Salvatore Patamia, Direttore Segretariato Regionale MiC Calabria; Paola Aurino, Soprintendente ABAP per la provincia di Cosenza; Ranieri Filippelli, Portavoce Forum Terzo settore, Consigliere e Cofondatore Rossano Purpurea; Alessandra Mazzei, Presidente Rossano Purpurea, Segreteria scientifica ΠATIR. – MODERA: Arcangelo Badolati

Sabato 28 maggio 2022 · 09.00

Performance musicale: Alter Trio Claudia Pochini (flauto), Josè Daniel Cirigliano (clarinetto), Pino Campana (fagotto) - Apertura dei lavori: Alessandra Mazzei, Presidente Rossano Purpurea, Segreteria scientifica ΠATIR

Prima sessione – modera: Paola Militano, Direttore Corriere della Calabria - Relazione introduttiva: Giovanna De Sensi Sestito, già Professore di Storia Greca, Unical "La montagna calabrese fra passato e futuro" – Interventi: Francesco A. Cuteri, Archeologo, Accademia di Belle Arti di Catanzaro "Il Patir luogo di incontro tra Oriente e Occidente. La vigna dei monaci e i tralci della speranza"; Antonino Ceravolo, scrittore "Modelli di vita solitaria nel monachesimo italo-greco in Calabria"; Francesco Bevilacqua, scrittore e giornalista "I caratteri del paesaggio montano di Corigliano-Rossano e della Sila Greca"; Francesco Iovìno, già Professore di Gestione Sostenibile delle Foreste, Unical "I boschi dell'area del Patire tra conservazione e valorizzazione"; Caterina Celestino, Portavoce Maison Celestino "Il velo di Iside. Tendenze e vocative e sacralità della natura"; Matteo Marini, Professore di Mentalità sociale e sviluppo economico, Unical "La valorizzazione dei beni culturali e paesaggistici come strategia di sviluppo locale"  

Seconda sessione - panel - il patrimonio naturalistico e culturale volano di sviluppo

Tutela, Sostenibilità, Valorizzazione: Maurizio Muzzupappa, Delegato Rettore Unical per la Terza Missione; Giuseppe Graziano, Consigliere Regione Calabria Commissioni Cultura e Turismo; Fortunato Amarelli, Presidente Confindustria Cosenza, Consigliere e Cofondatore Rossano Purpurea; Alessia Alboresi, Assessora alla Cultura Città di Corigliano-Rossano; Nilo Domanico, Ingegnere per l'ambiente e il territorio; Carmine Lupia, Etnobotanico; Lorenzo Cara, Club Trekking Corigliano-Rossano Gruppo CAI – MODERA: Marco Lefosse, Giornalista, Direttore l'Eco dello Ionio – CONCLUSIONI: Rosaria Succurro, Presidente Provincia di Cosenza; Gianluca Gallo, Assessore Agricoltura, Risorse agroalimentari e Forestazione Regione Calabria.

Buffet a cura dell'Istituto Alberghiero I.I.S. "E. Majorana" Corigliano-Rossano.

Patir si muove con i patrocini del Ministero della Cultura, del Dipartimento di Culture, Educazione e Società dell'Unical, del Parco Archeologico di Sibari, dell'Arcidiocesi di Rossano Cariati, del Comune di Corigliano Rossano, di Confindustria Cosenza, e in collaborazione con il Museo diocesano e del Codex, il Museo Amarelli, il Castello di Corigliano, il Polo liceale di Rossano, l'Istituto Alberghiero Majorana che concretamente contribuisce con la realizzazione di un nutrito buffet; il gruppo Amici dell'Arte, il Centro Studi Musicali Giuseppe Verdi. Sponsor della manifestazione sono Coldiretti Rossano, Montagna srl, Maison Celestino, Masseria Mazzei, Hotel San Luca, Amarelli Liquirizia, Perla di Calabria, Azienda agricola Filippelli, Andirivieni Travel, Agriturismo Fellino, La Bizantina.

Redazione Eco dello Jonio
Autore: Redazione Eco dello Jonio

Ecodellojonio.it è un giornale on-line calabrese con sede a Corigliano-Rossano (Cs) appartenente al Gruppo editoriale Jonico e diretto da Marco Lefosse. La testata trova la sua genesi nel 2014 e nasce come settimanale free press. Negli anni a seguire muta spirito e carattere. L’Eco diventa più dinamico, si attesta come web journal, rimanendo ad oggi il punto di riferimento per le notizie della Sibaritide-Pollino.