19 ore fa:Era stato stato accusato di violenza, assolto un agente di polizia
22 ore fa:Cosa si dice nella Calabria del nord-est: una settimana di notizie
14 ore fa:Il purgatorio è finito: la Rossanese è l’Eccellenza
20 ore fa:VOLLEY FEMMINILE - Sconfitta interna "indolore" per la Caffe San Vincenzo: quarto posto blindato
12 ore fa:La Straface inaugura nuova punto politico a Rossano e parla di turismo: «Ci ispireremo a Tropea»
17 ore fa:Imposte e Documento unico di Programmazione, torna a riunirsi il Consiglio comunale
13 ore fa:Conte arriva a Corigliano-Rossano e con Stasi è amore a prima vista: «È una garanzia»
14 ore fa:Fu la Panaghia la prima chiesa di Rossano? C'è un indizio storico
21 ore fa:Viaggio tra i Feudi della Sila Greca - Calopezzati, dai Caputo alla scomparsa di Covella Ruffo
18 ore fa:La Lega Navale incontra l'Esecutivo: in vista nuovi progetti per Corigliano-Rossano

Abusivismo edilizio, sequestrati due manufatti nelle aree rurali di Trebisacce

1 minuti di lettura

TREBISACCE - Nei giorni scorsi sono stati intensificati i controlli sull’attività urbanistico-edilizia da parte dei militari della Stazione Carabinieri Forestale di Trebisacce, attività questa finalizzata a contrastare il fenomeno dell’abusivismo edilizio.

In particolare l’attenzione dei militari si è concentrata nelle aree rurali e vincolate del comune di Trebisacce dove, in seguito a vari accertamenti, sono stati posti sotto sequestro due manufatti.

Il primo in contrada “Giardini”, zona rurale in cui il fenomeno illecito è particolarmente diffuso e da vari anni nella lente dei Carabinieri Forestali della locale Stazione, e il secondo in contrada "San Giuseppe - Belladonna”, nelle aree verdi di notevole interesse paesaggistico ed ambientale di "Monte Mostarico".

Nel primo caso è stata accertata la realizzazione di lavori di ampliamento di un preesistente fabbricato rurale, oltre all’installazione di una struttura metallica con copertura in pannelli coibentati, in area agricola vincolata dal Prg, dove sono ammessi solo interventi di restauro e manutenzione conservativa. Nel secondo accertamento è stata riscontrata la realizzazione ex novo di un fabbricato rurale in assenza delle necessarie autorizzazioni, in una zona vincolata anche per scopi idrogeologici. In entrambi i casi si è proceduto al sequestro penale dei manufatti abusivi e alla denuncia per violazioni della normativa urbanistica dei due proprietari ed esecutori dei lavori.

Per il fabbricato realizzato in località "San Giuseppe - Belladonna” è stata anche elevata sanzione amministrativa prevista dalla normativa forestale perché i lavori sono stati abusivamente eseguiti in zona vincolata per scopi idrogeologici.

 

 

 

Redazione Eco dello Jonio
Autore: Redazione Eco dello Jonio

Ecodellojonio.it è un giornale on-line calabrese con sede a Corigliano-Rossano (Cs) appartenente al Gruppo editoriale Jonico e diretto da Marco Lefosse. La testata trova la sua genesi nel 2014 e nasce come settimanale free press. Negli anni a seguire muta spirito e carattere. L’Eco diventa più dinamico, si attesta come web journal, rimanendo ad oggi il punto di riferimento per le notizie della Sibaritide-Pollino.