8 minuti fa:La Calabria a Casa Sanremo, dal 9 febbraio al PalaFiori per promuovere la pesca e l'agricoltura
3 ore fa: Concorsi al comune di Cariati, osservazioni e proposte dell’ex amministratore Salvati
7 ore fa:«Meno povertà e più benessere». Prevenire lo spreco alimentare
5 ore fa:Antonio Benvenuto: insegnante, giornalista, scrittore ed editore
4 ore fa:Don Ciro, il sacerdote che fece conoscere il Codex Purpureus Rossanensis al mondo
2 ore fa:Nasce un comitato civico per avviare una class action contro le bollette del Consorzio di Bonifica
1 ora fa:Questa sera brillerà nel cielo la Luna Piena della Neve! Pronti per lo spettacolo?
2 ore fa:VOLLEY MASCHILE - Sconfitta per Perla di Calabria contro la capolista Bisignano
1 ora fa:Sottrae senza consenso le figlie minori al padre: il tribunale ordina il loro rientro nella casa paterna
38 minuti fa:Senza pianificazione non c’è sviluppo: verso un Masterplan del territorio

Estorsione, assolto un pregiudicato 55enne di Frascineto «perché il fatto non sussiste»

1 minuti di lettura

FRASCINETO - Si è concluso con una sentenza di assoluzione con la formula “perché il fatto non sussiste” il procedimento penale a carico di un 55enne di Frascineto, con numerosi precedenti, difeso di fiducia dall’avvocato penalista Raffaele Meles del Foro di Castrovillari.

L’uomo, operante nel settore delle onoranze funebri, era accusato di estorsione in seguito a fatti verificatisi nel 2017. Secondo la tesi accusatoria, il 55enne avrebbe aggredito e minacciato due suoi concorrenti al fine di garantirsi l’esclusiva per l’affissione dei manifesti funebri sul territorio di Frascineto.

Nel corso del procedimento, l’avvocato Raffaele Meles faceva emergere come le condotte poste in essere dal proprio assistito non configurassero gli estremi del reato di estorsione, in quanto le stesse persone offese nel corso della propria testimonianza avevano riferito di avere a loro volta colpito l’imputato e di avere continuato ad affiggere manifesti. Circostanza, questa, confermata anche da altri testi.

Terminata la fase istruttoria il Pubblico Ministero, considerata la personalità dell’imputato, pericoloso e già condannato in precedenza per fatti simili, chiedeva una sentenza di condanna, mentre la difesa, rilevando anche la contraddittorietà delle dichiarazioni delle parti offese, chiedeva l’assoluzione del 55enne. All’esito della camera di consiglio, il Tribunale di Castrovillari, condividendo la tesi difensiva dell’avvocato Meles, ha emesso una sentenza di assoluzione con la formula “perché il fatto non sussiste”.

Redazione Eco dello Jonio
Autore: Redazione Eco dello Jonio

Ecodellojonio.it è un giornale on-line calabrese con sede a Corigliano-Rossano (Cs) appartenente al Gruppo editoriale Jonico e diretto da Marco Lefosse. La testata trova la sua genesi nel 2014 e nasce come settimanale free press. Negli anni a seguire muta spirito e carattere. L’Eco diventa più dinamico, si attesta come web journal, rimanendo ad oggi il punto di riferimento per le notizie della Sibaritide-Pollino.