14 ore fa:“Calabria Terra dei Padri”: attivo da oggi il sito che punta al turismo di ritorno
14 ore fa:Caro biglietti, la proposta: «Non date altri soldi a Trenitalia, dateli ai pendolari»
16 ore fa:Bollette alle stelle, protesta degli agricoltori: «Situazione insostenibile»
15 ore fa:Il cosentino Scola, campione italiano di velocità in montagna, ricevuto dalla Succurro
11 ore fa:Corigliano-Rossano conclude il suo mandato di capitale mondiale della Fisica Nucleare e Subnucleare
14 ore fa:Mazza ringrazia quanti lo hanno votato e annuncia la nascita del Progetto Jonia
13 ore fa:A due passi dal cielo
12 ore fa:Record di pale eoliche in Calabria. Allora perché non siamo energeticamente autonomi?
12 ore fa:Amazon per la Calabria: in vista un progetto di collaborazione che la renderà internazionale
16 ore fa:Il Pollino, scrigno di una pluralità alimentare dal gusto variegato e dalla potenzialità turistica straordinaria

Flixbus "smonta" lo sciopero degli autisti e nella Sibaritide scoppia la bagarre

1 minuti di lettura

CORIGLIANO-ROSSANO – Come ti saboto uno sciopero. È il giusto titolo per quanto accaduto oggi nella Sibaritide nell’azienda della Ias Touring che gestisce il servizio di trasporto low-cost per l’azienda tedesca Flixbus. "Tu lavoratore aderisci allo sciopero? Io datore di lavoro di escludo dai turni di lavoro". Tutti felici e contenti. Evidentemente. Tranne i sindacati, uno in particolare, la Faisa-Cisal che nei giorni scorsi aveva indetto per oggi una giornata di sciopero per porre l’attenzione sullo stress lavorativo degli autisti costretti a turni massacrati, spesso anche doppi (ne avevamo parlato qui). La risposta dell’azienda sarebbe stata dirimente: nel giorno dello sciopero ecco arrivare i turni di riposo.

«Tutto come previsto – tuonano Francesco Bruno e Francesco Antonio Sibio rispettivamente segretario e componente esecutivo della Faisa-Cisal Calabria - la Ias Touring tenta di sterilizzare lo sciopero da noi indetto assumendo un comportamento di chiara matrice antisindacale (tutti i nostri associati sono stati esclusi dai turni ricadenti nella fascia di sciopero)». Con questa mossa, l’azienda, a parere dei sindacalisti, spera di azzerare la protesta in contrapposizione all’art. 27 del contratto collettivo nazionale del lavoro del 2015 «che – spiegano Bruno e Sibio - impone la programmazione dei servizi per almeno ventisei settimane consecutive, mentre in Azienda vengono predisposti settimanalmente e resi noti solo nel tardo pomeriggio di sabato».

Il sindacato, poi, ritorna sui motivi della protesta: «La programmazione del lavoro secondo contratto – si legge nella nota - serve per consentire ai lavoratori la programmazione della vita privata, la verifica dell’eventuale superamento dell’orario settimanale di lavoro e, anche, di aderire allo sciopero. Ma ciò non attira l’interesse della Ias Tourign, intenta com’è a rincorrere i profitti e disattendere le norme che le appaiono scomode, cosi dimostrando quanto fondato sia il nostro sciopero, diretto, anche, a rivendicare una turnazione che impedisca all’Azienda di fare giochi di prestigio con i turni».

«Attendiamo di vedere rispettato il Ccnl – proseguono - e, con esso, i lavoratori che ogni giorno spendono grandissima parte del proprio tempo nel lavoro che, nei fatti, è ripagato dai datori con ingiustificati piagnistei che tentano di rappresentare difficoltà che non esistono e minimizzare lo sforzo lavorativo di tanti padri di famiglia, stanchi – concludono Bruno e Sibio - di essere scarsamente considerati»

Redazione Eco dello Jonio
Autore: Redazione Eco dello Jonio

Ecodellojonio.it è un giornale on-line calabrese con sede a Corigliano-Rossano (Cs) appartenente al Gruppo editoriale Jonico e diretto da Marco Lefosse. La testata trova la sua genesi nel 2014 e nasce come settimanale free press. Negli anni a seguire muta spirito e carattere. L’Eco diventa più dinamico, si attesta come web journal, rimanendo ad oggi il punto di riferimento per le notizie della Sibaritide-Pollino.