11 ore fa:Cosa si dice nella Calabria del nord-est: una settimana di notizie
7 ore fa:Chiusura nefrologia, Stasi: «Ennesimo disastro targato Graziano-Occhiuto»
13 ore fa:Auto contro motociclisti: due feriti nel violento scontro di Cassano Jonio
6 ore fa:Corona Maestro d’Olio 2024: i fratelli Renzo tornano a casa con l’ambito riconoscimento 
Ieri:Verso le aziende agricole digitali anche nella Sila Greca
Ieri:La Vignetta dell'Eco
10 ore fa:Il cassanese Luigi Pascale vince il premio America Giovani
12 ore fa:Aggressione al vicino di casa e dinanzi agli agenti, assolto perché il fatto non sussiste
8 ore fa:Al via l'Estate a Sofferetti, tra fede e musica
9 ore fa:Corigliano-Rossano: «Apri siamo i Carabinieri» e poi lo accoltellano

Nella Riserva Foce del fiume Crati è arrivato il Cigno reale

1 minuti di lettura

TARSIA - È stata registrata in questi giorni nella Riserva Foce del fiume Crati una presenza inusuale tra i numerosi uccelli che durante l’anno popolano la Riserva a diversi livelli (sedentari, nidificanti, svernanti, migratori regolari e accidentali).

Si tratta del Cigno reale (Cygnus olor), un uccello acquatico appartenente alla famiglia Anatidae, originario dell'Eurasia. In Italia sono stimate tra le 300 e le 500 coppie, mentre in Europa ne sono presenti tra 68 e 92 mila coppie, pari al 78% della popolazione continentale.

È una specie stanziale, legata al proprio habitat, eccetto quelle popolazioni che vivono a nord, dove si riuniscono in stormi per andare a svernare nelle regioni a clima più mite.

Specie monogama, con coppie che restano unite per tutta la vita. In corteggiamento i maschi eseguono spettacolari danze rituali e mettono da parte la loro naturale calma per divenire molto aggressivi.

Redazione Eco dello Jonio
Autore: Redazione Eco dello Jonio

Ecodellojonio.it è un giornale on-line calabrese con sede a Corigliano-Rossano (Cs) appartenente al Gruppo editoriale Jonico e diretto da Marco Lefosse. La testata trova la sua genesi nel 2014 e nasce come settimanale free press. Negli anni a seguire muta spirito e carattere. L’Eco diventa più dinamico, si attesta come web journal, rimanendo ad oggi il punto di riferimento per le notizie della Sibaritide-Pollino.