1 minuto fa:Niente spottoni elettorali, Musumesi a Co-Ro per presentare il nuovo (e storico) Piano Mare - VIDEO
21 minuti fa:Diritti in Festa, a Crosia verrà celebrata la Giornata mondiale del Rifugiato
1 ora fa:Castrovillari, il consigliere comunale La Falce abbandona il gruppo consiliare del Partito Democratico
3 ore fa:Un anno di interventi del Soccorso Alpino e Speleologico Calabria. Qui i dettagli
3 ore fa:Gli alunni di Castrovillari a lezione di educazione stradale
2 ore fa:Antoniozzi (FdI) risponde a Tavernise (M5s): «La sua analisi è del tutto irrazionale»
4 ore fa:San Basile inaugura la più grande statua di Skanderbeg in Italia
2 ore fa:Rinnovo esenzione ticket, previsti lunghi tempi di attesa. «Costretti a pagare i farmaci»
1 ora fa:La Cgil Cosenza organizza il seminario “Prevenzione è sicurezza”
4 ore fa:Da Corigliano-Rossano a Botricello. La Staffetta della solidarietà continua la sua corsa

Nel borgo marinaro di Schiavonea un murale per omaggiare Giovanni Cozza

1 minuti di lettura

CORIGLIANO-ROSSANO - Oggi, sabato 30 marzo, nel borgo marinaro di Schiavonea, inizierá la trasposizione su muro di una splendida opera del compianto artista Giovanni Cozza, realizzata dai due artisti Giorgio Lombisani e Rossella Nigro e a cura dell'Associazione Schiavonea e Sant'Angelo Puliti.

Il soggetto ci parla di rinascita attraverso due creature mitologiche che si sfiorano, la sirena a la fenice. Acqua e terra gli elementi vitali dell'una, aria e fuoco quelli dell'altra. Un progetto a piú mani attraverso cui far rivivere le mani del caro Giovanni. 

«Un dono immenso per la nostra comunitá - dichiara Mario Martilotti - sotto vari aspetti. Si ringraziano la famiglia Curatolo per aver concesso l'opera in prestito, la famiglia di Giovanni Cozza per aver accolto con gioia la proposta, e la famiglia Cozza-Maiorano per avere messo a disposizione la parete su cui verrá realizzato il murale». 

Luigia Marra
Autore: Luigia Marra

Mi sono diplomata al Liceo Classico San Nilo di Rossano, conseguo la laurea in Lettere e Beni Culturali e successivamente la magistrale in Filologia Moderna presso Università della Calabria. Amo ascoltare ed osservare attentamente la realtà di tutti i giorni. Molto caotica e confusionaria, ma ricca di storie, avvenimenti e notizie che meritano di essere raccontate.