14 ore fa:A due passi dal cielo
16 ore fa:Mazza ringrazia quanti lo hanno votato e annuncia la nascita del Progetto Jonia
13 ore fa:Amazon per la Calabria: in vista un progetto di collaborazione che la renderà internazionale
14 ore fa:Record di pale eoliche in Calabria. Allora perché non siamo energeticamente autonomi?
16 ore fa:“Calabria Terra dei Padri”: attivo da oggi il sito che punta al turismo di ritorno
13 ore fa:Corigliano-Rossano conclude il suo mandato di capitale mondiale della Fisica Nucleare e Subnucleare
15 ore fa:Caro biglietti, la proposta: «Non date altri soldi a Trenitalia, dateli ai pendolari»
17 ore fa:Il Pollino, scrigno di una pluralità alimentare dal gusto variegato e dalla potenzialità turistica straordinaria
17 ore fa:Il cosentino Scola, campione italiano di velocità in montagna, ricevuto dalla Succurro
26 minuti fa:Contro il caro bollette il comune di Cassano Jonio corre ai ripari: taglio drastico all'illuminazione pubblica

La Collegiata di Maria Maddalena a Morano, la chiesa definita Museo

1 minuti di lettura

MORANO CALABRO – Viene definita Chiesa Museo perché è uno scrigno in cui sono custoditi innumerevoli opere artistiche che rappresentano l’evoluzione dell’arte sacra anche di stili diversi, che nei secoli hanno attribuito alla Collegiata di Santa Maria Maddalena la fama di essere un luogo mistico e architettonico tra i più ammirati della Calabria e anche d’Italia.

L’edificazione dell’edificio risale al Medioevo, probabilmente è avvenuta sui resti di un un’antica cappella sub-urbana sita fuori le mura e adiacente a due corsi d’acqua in un bosco di olmi.

Tra leggenda popolare e rilevazioni di segni da parte di alcuni studiosi, si attribuisce all’Ordine dei Templari l’edificazione di questo luogo di culto.

Certamente la Pala d'altare di Bartolomeo Vivarini datata 1477 e quelle di scuola napoletana del ‘700 realizzate dagli artisti Lopez, Sarnelli e Tamajoli, senza dimenticare i dipinti fiamminghi del 1600 di Pietro Torres, rendono ancora più prezioso l’edificio dedicato al culto.

Dai soffitti alla fonte battesimale arrivando alle maioliche che decotano la cupola insieme con tutte le opere artistiche che racchiude, molte provenienti da altre chiese moranesi, la Collegiata di Santa Maria Maddalena resta un luogo particolare, dal forte valore storico-culturale quanto mistico-spirituale.

 

Francesca Sapia
Autore: Francesca Sapia

Ha due lauree: una in Scienze politiche e relazioni internazionali, l'altra in Intelligence e analisi del rischio. Una persona poliedrica e dall'animo artistico. Ha curato le rassegne di arti e cultura per diversi Comuni e ancora oggi è promotrice di tanti eventi di arti visive