18 minuti fa:Trebisacce, Festa del Dono: l'Avis comunale festeggia i risultati conseguiti
1 ora fa:Co-Ro, dalla cattedrale di Maria Santissima Achiropita il Rosario in diretta su Tv 2000
4 ore fa:Il buco nero del pronto soccorso “Giannettasio”: tempi d’attesa infiniti e consulenze lunghissime
3 ore fa:Tutto pronto per l’atteso appuntamento di CoRo Piano City. Ecco i numeri dell’evento
2 ore fa:Torna lo Slalom Città di Altomonte, unica di Coppa Italia nel cosentino
3 ore fa:La Società Italiana di Intelligence assegna a Franco Gabrielli il premio Cossiga
1 ora fa:San Lorenzo Bellizzi, grande successo per il concerto di Roberto Vecchioni
48 minuti fa:Ad Altomonte tutto pronto per la Notte bianca e lo spettacolo del duo Arteteca
2 ore fa:Notte d’Estate nel centro storico di Corigliano: ci sarà anche la Corigliano Volley
4 ore fa:Co-Ro, spesi 7000 euro per il palco in Piazza Steri «inutilizzato per un mese»

Co.Ro Summer Fest: domani lo spettacolo di burattini “Zampalesta U cane tempesta”

1 minuti di lettura

CORIGLIANO-ROSSANO – Lo spettacolo di burattini irrompe nel cartellone del Co.Ro summer Fest, con “Zampalesta U cane tempesta”, domani 21 luglio, ore 21.30, in Piazza Portofino.

In un piccolo paese della calda Calabria, un cane lupo ridotto in catene dal suo padrone, scappa seminando il panico in tutta la comunità. Zampalesta incontra gli archetipi che hanno caratterizzato la terra calabra. In un susseguirsi di scene divertenti scopriremo che Zampalesta è il simbolo della paura verso la diversità o mostruosità degli animali. Sarà proprio il colpo di scena finale che ridarà il giusto equilibrio alla storia. Quando il pubblico capirà che le “buone maniere” non sono ridurre alla catena un uomo o un animale ma è l’insegnamento del rispetto per sé, per gli altri e per la natura.

Uno spettacolo nasce dalla collaborazione artistica tra Angelo Gallo e Gaspare Nasuto, burattinaio napoletano che dal 1989 ricerca per pulcinella nuove strade drammaturgiche di gusto contemporaneo. Angelo Gallo tenta con questo progetto di far entrare la Calabria nella mappa internazionale delle regioni con la tradizione autentica dei burattini ancora attiva. Prova a far ripartire l’arte dei burattini tradizionali fatti nel modo antico, attraverso la costruzione dei burattini intagliati nel legno dallo stesso burattinaio, la recitazione rigorosamente dal vivo e il movimento dei piccoli attori di legno. Tutto questo fa dello spettacolo una piccola perla per un pubblico di tutte le età. 

Veronica Gradilone
Autore: Veronica Gradilone

25 anni. Laureata in scienze della comunicazione. Laureanda magistrale in comunicazione e tecnologie dell'informazione. Mi piace raccontare le storie, non mi piace raccontare la mia