15 ore fa:A Cassano al via servizi di controllo della velocità con apparecchiatura Scout Speed
14 ore fa:Rapani incontra i vertici dell'Arma come gesto di solidarietà
13 ore fa:Tripudio per il musical "Romeo e Giulietta" a Trebisacce: sold out
10 ore fa:Cosa si dice nella Calabria del nord-est: una settimana di notizie
16 ore fa:Il Comitato Pescatori Calabria: «Tutelare la storia e l’identità della marineria»
10 ore fa:Costa porta la Calabria direttamente a Dubai… in aereo
15 ore fa:Nuova Statale 106, la storia di un finanziamento da 3 miliardi… e mezzo
11 ore fa:Il Centro Destra, la lezione Sarda e il voto di Primavera a Corigliano-Rossano
11 ore fa:La Vignetta dell'Eco
17 ore fa:A Castrovillari torna l’esperienza del Vintage Market per ridare nuova vita agli oggetti

Crisi Covid, in Calabria nasce la "spesa sospesa"

1 minuti di lettura

Per aiutare a combattere le nuove povertà, affrontare la crescente emergenza alimentare e contribuire ad offrire ai più bisognosi un Natale sereno, parte in questo weekend natalizio la speciale iniziativa degli agricoltori di Campagna Amica – Coldiretti  in tutta la Regione con l'iniziativa la "Spesa sospesa del contadino". Lo comunica la Coldiretti Calabria nel sottolineare che questa iniziativa di solidarietà,  parte da domani sabato 12 dicembre nei mercati coperti  di Campagna Amica di  Cosenza (Piazza Matteotti), Catanzaro Lido (Via Nazionale) e  Reggio Calabria (Via Sbarre Centrali) dove saranno presenti i volontari della Caritas . Tutti i cittadini che fanno la spesa nei mercati di Campagna Amica possono decidere di donare cibo In questo caso si tratta  prevalentemente di frutta, verdura, formaggi, salumi , olio o altri generi alimentari Made Calabria  di qualità e a km zero. Si tratta di una azione di grande responsabilità dei nostri agricoltori   - sottolinea Coldiretti -  che si mettono a disposizione  in una situazione difficile, dove c'è stata anche la perdita di opportunità di lavoro, anche occasionale con un aumento vertiginoso del  numero di persone che sono costrette a chiedere aiuto per il cibo o andare nelle mense caritatevoli.  Ad essere in difficoltà secondo i dati è il 14% della popolazione calabrese e tra le categorie più deboli -  conclude la Coldiretti - ci sono i senza fissa dimora, anziani sopra i 70 anni, e anche  bambini.

Carmine Milieni
Autore: Carmine Milieni