18 ore fa:Camigliatello Silano, al via il Summer School: "Progettazione e realizzazione di strutture di legno"
21 ore fa:Strage di vitelli sulla statale 534: all'alba auto danneggiate e feriti
20 ore fa:Ammodernamento tecnologico per gli ospedali della Sibaritide-Pollino: ecco le novità
22 ore fa:Civita: inizia la terza sindacatura di Alessandro Tocci
11 ore fa:Cariati, l'incontro con la cultura afro-nigeriana chiude il Festival Interculturale “Sguardo e Mondi”
14 ore fa:La conferma del solstizio d'estate: l'Elefante dell'Incavallicata è allineato con il sole al tramonto
17 ore fa:Calabria, "L’acqua di San Giovanni" e “E cummari du mazzettu”
Ieri:Corigliano-Rossano, le opposizioni: «Stasi non è l’amministratore di una srls»
Ieri:Brucia la Valle del Coscile: fiamme minacciano il santuario della Madonna del Castello
19 ore fa:Cosa si dice nella Calabria del nord-est: una settimana di notizie

Concerto di chiusura dell'ottava edizione della Stagione Concertistica Città di Corigliano-Rossano

4 minuti di lettura

CORIGLIANO-ROSSANO - Attesa per il concerto per Pianoforte e Percussioni, che chiuderà l' VIII edizione della Stagione Concertistica Città di Corigliano-Rossano, in programma domenica 4 febbraio, alle ore 19:00, presso il Castello Ducale di Corigliano. Protagonisti gli artisti Angelo Maggi alle Percussioni ed Antonella Palmisano al Pianoforte. 

Questa stagione concertistica è messa a punto dall’Istituto musicale "Chopin", diretto dal maestro Giorgio Luzzi,in collaborazione con il Conservatorio “Giovanni Paisiello” e il supporto dell’associazione White Castle.

«Quando si parla di un concerto per percussioni - si legge nella nota stampa - la mente vola subito al magico mondo dei tamburi, in tutte le loro forme. Esiste però una letteratura “melodica” fatta di splendide sonorità generate da strumenti che sono tra loro agli antipodi nella storia dell’uomo sia nei brani originali che tra le trascrizioni di grandi autori».

« La marimba, tra i più antichi strumenti, evoluzione del preistorico litofono, ed il vibrafono, nato nel 1921 negli USA. Tra i grandi compositori - continua - che hanno scritto per questi strumenti P. Creston, che ha scritto il suo concerto per marimba nel 1940, e N. Rosauro, che ha scritto il concerto per vibrafono nel 1995. Tra loro spicca Evelyn Glennie marimbista virtuosa contemporanea ed autrice del magnetico “Three Chorales”. L’accostamento alle pagine dell’Aquarium di Saint-Saens, dove la musica sposa in modo fantastico la natura, regala allo spettatore un fantastico viaggio musicale».

Angelo Maggi - Ha conseguito il Diploma di II Livello Accademico in Strumenti a Percussione con il massimo dei voti, lode e menzione d’onore sotto la guida del M° Michele D’Urso presso il Conservatorio “G. Paisiello” di Taranto, dov’è attualmente iscritto al Corso di II Livello Accademico in Musica da Camera. Ha frequentato il corso estivo all’accademia Chigiana di Siena esibendosi con il Chigiana Percussion Ensemble. Pur giovanissimo, ha già acquisito notevoli esperienze musicali in ambito solistico, cameristico ed orchestrale. Ha suonato in diverse stagioni concertistiche tra le quali la 78ma Edizione della Stagione Concertistica Amici della Musica “A. Speranza” sez. Young, la“Stagione Concertistica 2019” della Fondazione Europan Arts Academy “Aldo Ciccolini” e “IV Stagione Concertistica – Citta di Corigliano Calabro”. È stato premiato in diversi Concorsi Musicali tra cui il “Concorso Internazionale Valeria Martina” di Massafra, il “Concorso Nazionale di Esecuzione Musicale Terra delle Gravine” di Ginosa, il “Concorso Internazionale di Esecuzione Musicale Città delle Ceramiche” di Grottaglie. Collabora ed ha collaborato con l’Orchestra ICO della Magna Grecia, l’Orchestra del Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto, l’Orchestra Sinfonica Metropolitana di Bari, l’Orchestra Internazionale d’Italia, nell’ambito del Festival della Valle d’Itria, l’Orchestra ICO 131 della Basilicata, l’Orchestra del Taranto Opera Festival, l’Orchestra “G. Paisiello” della Provincia di Taranto, l’OrchestrAccademy, la Wind Paisiello Orchestra, il Taranto Opera Festival, l’Orchestra del Conservatorio “E. Duni” di Matera, con la Nuova Orchestra della Puglia, sotto la direzione dei Maestri F. Luisi, N. Samale, C. Palleschi, A. Cavallaro, D. Longo, F. Frizza, M. Lomartire, L. Piovano, G. Marcianò, P. Romano, L. Fico, L. De Amicis, J. Lhez, S. Quattrini, P. Veleno, L. Passerini, S. Nanni, G. Acquaviva, E. Ambartsumyan, J. Chang, L. Bizzarri, S.M. Marziani. È idoneo presso l’Orchestra ICO 131 della Basilicata e presso l’Orchestra Sinfonica di Matera. È componente della Symbola Brass Orchestra e del Symbola Percussion Ensemble, con i quali svolge una intensa attività concertistica. Ha partecipando inoltre alla 7° edizione del “Festival della Terra delle Gravine”, con la Prima Esecuzione Assoluta di “Shakespeare Playing” del compositore Giovanni Tamborrino e sempre dello stesso compositore ha partecipato a Notti Sacre con “Shalom Pax Pacis”. Con l’Orchestra Taras ha partecipato alla prima esecuzione del “Risveglio del Fauno” di N. Garofalo nell’ambito della 75ma Stagione Concertistica degli Amici della Musica di Taranto. Nella 47ma Edizione del Festival della Valle d’Itria si è esibito nel concerto “900 e Oltre” con la Sonata di Bartok per 2 Pianoforti e Percussioni.

Antonella Palmisano - Avviata piccolissima allo studio del pianoforte, ne ha percorso brillantemente tutte le tappe fino al Diploma, conseguito con ottimi voti presso il Conservatorio “Tito Schipa” di Lecce, sotto la guida del M°. Cesare Maria Campanelli. Ha seguito numerosi corsi di perfezionamento con maestri quali Pierluigi Camicia, Antonio Bacchelli, Philip Lorenz,  Kostantin Bogino ed infine, Hector Pell del quale ha frequentato il corso biennale di musica da camera dopo averne frequentato quello da solista, ottenendo il Diploma Finale di Eccellenza. Nel 1999 ha conseguito all'unanimitè il Diplòme Superieur d'Execution et de Concertiste in Musique de Chambre presso l'Ecole Normale de Musique  “Alfred Cortot” di Parigi, sotto la guida del M°. Marcella Crudeli. Negli ultimi anni ha completato la sua formazione con il M° Roberto Corlianò, il M° Paola Bruni, il M° Bruno Canino e con il M° Aquiles delle Vigne  dai quali ha ricevuto grandi apprezzamenti  per la sua spiccata musicalità.  La sua abilità tecnica oltre che la sua innata sensibilità le hanno permesso sin da giovanissima di affermarsi in numerosi concorsi nazionali ed internazionali. Svolge attività concertistica con diverse formazioni cameristiche esibendosi in numerosi concerti per importanti associazioni musicali italiane ed europee quali il “Tempietto” di Roma, l' Associazione “Alfred Cortot” di Parigi, l' European Piano Teachers ecc. Ha partecipato all'esecuzione dell'integrale delle “Danze Slave” di A. Dvorak. eseguite nella " Sala Baldini” di Roma prima e successivamente nella " Salle Cortot” di Parigi, dividendo la tastiera con la sua insegnante Marcella Crudeli.  Nel 2007 ha conseguito presso il Conservatorio “G.Paisiello” di Taranto, il diploma di laurea di  secondo livello in pianoforte sotto la guida della Prof.ssa G. Piscitelli con il massimo dei voti e la lode e nel 2009 quello ad indirizzo didattico anch’esso con il massimo dei voti. E’ docente di pianoforte nella scuola media ad indirizzo musicale ed al contempo svolge una intensa attività concertistica in diverse formazioni da camera. Si è imposta all'attenzione del pubblico e della critica grazie alla freschezza, alla spontaneità ed alla intensità delle sue esecuzioni elementi, questi, che vanno a sottolineare il suo animo ed il suo temperamento da vera musicista.

Luigia Marra
Autore: Luigia Marra

Mi sono diplomata al Liceo Classico San Nilo di Rossano, conseguo la laurea in Lettere e Beni Culturali e successivamente la magistrale in Filologia Moderna presso Università della Calabria. Amo ascoltare ed osservare attentamente la realtà di tutti i giorni. Molto caotica e confusionaria, ma ricca di storie, avvenimenti e notizie che meritano di essere raccontate.