3 ore fa:Basta Vittime "corregge" i dati di mortalità Istat sulla Statale 106 e chiede nuovi investimenti per la messa in sicurezza
4 ore fa:Domani è la Giornata mondiale delle persone con disabilità, parola d'ordine: Inclusione
4 ore fa:«I 400 milioni destinati ai gruppi parlamentari siano utilizzati per la messa in sicurezza del territorio»
3 ore fa:Dalla politica "vecchio stampo" alle emergenze dei territori
4 ore fa:La Fabbrica Amarelli protagonista alla settimana della Cultura d'Impresa
4 ore fa:“Rispetto per l’Ospedale di Policoro” è il nome dell’iniziativa nata a in difesa dell’ospedale del Metapontino
2 ore fa:Il maltempo flagella Longobucco: la prima stima dei danni preoccupa gli amministratori
4 ore fa:Giocatori incalliti che spendono milioni di euro. Tutte le cifre da capogiro della Sibaritide-Pollino
2 ore fa:Militanza, socialismo e azione: quella "politica d'antan" di Gianni Papasso
1 ora fa:Domenica 4 dicembre alla Biblioteca Pometti in concerto il “Recital pianistico”

Longobucco, Arcidiacone denuncia: «Ancora storture contabili in Comune»

1 minuti di lettura

LONGOBUCCO – «Onorari spettanti ai componenti dei seggi elettorali per le elezioni amministrative e dei referendum del 12 giugno 2022. Come ha fatto il Comune ad impegnare prima e liquidare, poi, questa spesa se non era prevista né nel bilancio 2022/2023, né nel bilancio 2021/2023? Eppure tutti gli amministratori della Giunta precedente – che hanno approvato quei documenti – erano a conoscenza del fatto che nella primavera del 2022 si sarebbero tenute le elezioni amministrative per scadenza naturale. Siamo di fronte alle ennesime storture contabili di un Ente che colleziona errori dopo errori rispetto a leggi e regolamenti». 

A segnalarle al Revisore Unico dei Conti, alla Corte dei Conti di Catanzaro e al Segretario Comunale di Longobucco è Francesco Arcidiacone, già dirigente comunale dello stesso Ente, richiedendo che sui conti e sulle strane anomalie che si continuano a registrare dalla macchina comunale venga esercitato un maggiore controllo e si intervenga affinchè si riporti sui giusti binari la legalità e la trasparenza.

«A partire – aggiunge – dalle spese che si sosterranno per le elezioni politiche del 25 settembre. Nella determina dell’Area Affari Generali del 23 agosto 2022 relativa alla liquidazione delle spese elettorali il primo errore è nel numero del capitolo di spesa riportato; l’altro, ancora più grave sotto l’aspetto contabile, si commette quando le spese elettorali vengono imputate sul capitolo delle partite di giro Servizi per conto terzi, portando a giustificazione che trattasi di spese effettuate per conto dello Stato (soggetto terzo)».

«Ho aspettato con ansia che qualche consigliere comunale o assessore presentasse emendamenti al bilancio di previsione 2022-2024, approvato dal Consiglio nella seduta del 6 settembre 2022. Ho sperato anche che la mancata previsione delle spese elettorali in bilancio venisse evidenziata dal Revisore Unico dei Conti nella relazione al bilancio 2022. Mai attesa è stata più vana. A questa stortura contabile – conclude Arcidiacone – va posto rimedio». 

Redazione Eco dello Jonio
Autore: Redazione Eco dello Jonio

Ecodellojonio.it è un giornale on-line calabrese con sede a Corigliano-Rossano (Cs) appartenente al Gruppo editoriale Jonico e diretto da Marco Lefosse. La testata trova la sua genesi nel 2014 e nasce come settimanale free press. Negli anni a seguire muta spirito e carattere. L’Eco diventa più dinamico, si attesta come web journal, rimanendo ad oggi il punto di riferimento per le notizie della Sibaritide-Pollino.