5 ore fa: “Risonanze Brettie” illumina il cielo di Castiglione di Paludi tra magia, stupore e meraviglia
1 ora fa:Cassano, consegnati i lavori per la realizzazione del campo di calcio a 5 Outdoor
8 ore fa:Ospedale di Castrovillari, parcheggiati per ore i malati oncologici
4 ore fa:A Bocchigliero tutto pronto per i festeggiamenti in onore di San Rocco
3 ore fa:Luca Attadia, l’attore rossanese che ha stregato il pubblico, si racconta in un aperitivo letterario
3 ore fa:Ritorna l'attesissimo Premio Ausonia, si comincia domani con Sorsi di Cultura
2 ore fa:Europei, il calabrese Giovanni Tocci conquista il bronzo nei tuffi dal trampolino 1 metro
6 ore fa:Emergenza rifiuti a Cariati: bruciati nella notte cumuli di immondizia
4 ore fa:L'Unicef Cosenza traccia il bilancio altamente positivo di un anno di attività
5 ore fa:A Camigliatello andrà in scena la buona musica del trio Moraca, De Luca e Calabrese

«Urgente che il Governo destini alla sanità calabrese le risorse aggiuntive previste dalla Costituzione»

1 minuti di lettura

ROMA - «Il governo Draghi dimostra masochismo politico mantenendo in carica gli attuali commissari, che ancora latitano sulle questioni di bilancio, sulle necessarie assunzioni di personale, sulla programmazione anti-Covid».

Lo afferma, in una nota, il deputato di L'Alternativa C'è Francesco Sapia, che alla Camera siede in commissione Sanità.

Sulle criticità del Servizio sanitario calabrese, ancora una volta il parlamentare ha interrogato i ministri della Salute e dell'Economia, cui ha chiesto «se sia stato approvato o meno, ed eventualmente perché, il Programma operativo di aggiornamento del Piano di rientro al fine di sbloccare i primi 60 milioni stanziati per la Calabria», trasmesso alla fine dello scorso luglio, e «quali iniziative di competenza intendano assumere, i ministri interrogati, per assicurare l'approvazione dei bilanci degli esercizi passati delle aziende del Ssr della Calabria, sistematicamente incerti e bocciati».

Inoltre, secondo Sapia c'è l'urgenza che il governo Draghi intervenga destinando alla sanità calabrese le risorse aggiuntive previste dalla Costituzione, dal comma V dell'articolo 119, «perché i cittadini calabresi – evidenzia il deputato di L'Alternativa c'è – sborsano più soldi degli altri italiani e hanno una sanità da Quarto mondo, con i Lea a 125 e un'emigrazione per cure altrove da 320 milioni annui».

Per questo, nella sua interrogazione Sapia ha chiesto «quali ostacoli impediscono che lo Stato, data la situazione sanitaria della Calabria, destini alla regione le risorse di cui al citato articolo della Costituzione al fine di rimuovere gli evidenti, continui e gravissimi squilibri economici e sociali relativi alla tutela del diritto alla salute dei residenti in Calabria».

Il deputato Sapia intende «tempestare di atti parlamentari i ministri della Salute e dell'Economia, finché non verranno erogate le risorse aggiuntive costituzionalmente previste e fino a quando la sanità calabrese non avrà una nuova guida, dato il palese fallimento dell'attuale struttura commissariale».

Redazione Eco dello Jonio
Autore: Redazione Eco dello Jonio

Ecodellojonio.it è un giornale on-line calabrese con sede a Corigliano-Rossano (Cs) appartenente al Gruppo editoriale Jonico e diretto da Marco Lefosse. La testata trova la sua genesi nel 2014 e nasce come settimanale free press. Negli anni a seguire muta spirito e carattere. L’Eco diventa più dinamico, si attesta come web journal, rimanendo ad oggi il punto di riferimento per le notizie della Sibaritide-Pollino.