9 ore fa:Ristora Calabria bis: «Un bando discriminatorio e illegittimo»
8 ore fa:Cosenza: 34enne minaccia di morte la ex compagna incinta di un altro uomo
9 ore fa:Le Vignette dell'Eco
10 ore fa:Regionali, il Movimento Italia in Comune: « Pieno sostegno per Nicola Irto»
10 ore fa:Cosenza, cinquantenne accusato di duplice violenza sessuale
7 ore fa:Giubileo per la Parrocchia “Stella Maris”, cinquant’anni dalla sua istituzione
8 ore fa:Cariati, l’estate è alle porte e «all’Ospedale continua a diminuire il personale»
9 ore fa:Il benvenuto del Sindaco di Corigliano-Rossano a Monsignor Aloise
9 ore fa:Castrovillari, ortopedia da record. Nonna di 100 anni operata al femore
6 ore fa:Inizio del Ministero Pastorale di Monsignor Maurizio Aloise, ecco l'omelia

Sapia (L'Alternativa c'è): «60 milioni bloccati per responsabilità di Longo, non è il caso di sostituirlo?»

1 minuti di lettura

ROMA - «Il governo si è accorto che, a sette mesi dalla nomina del commissario alla Sanità calabrese, questi non ha ancora presentato il programma operativo di prosecuzione del Piano di rientro per il periodo 2022-2023, indispensabile a ricevere i primi 60 milioni stanziati nell’ultima legge Calabria al fine di assumere i medici, gli infermieri e gli operatori socio sanitari che ci mancano?».

Lo domanda il deputato Francesco Sapia, di L’alternativa c’è, che sullo stato di attuazione della cosiddetta legge Calabria, in vigore da oltre 6 mesi, ha interrogato il presidente del Consiglio e i ministri della Salute e dell’Economia, cui ha chiesto «se, per sistemare i bilanci aziendali, il commissario Longo si sia avvalso della Guardia di Finanza; se non ritengano sussistere elementi sufficienti per sostituirlo con altri e quali iniziative urgenti intendano adottare per consentire al Servizio sanitario della Calabria di ottenere» quei 60 milioni, in modo da avviare al più presto «il piano straordinario assunzionale» previsto dalla stessa legge Calabria.

Nella sua interrogazione, Sapia, che alla Camera siede in commissione Sanità, ha peraltro ricordato la recente «bocciatura, da parte dei ministeri vigilanti, del programma operativo Covid licenziato dal commissario Longo, ritenuto decisamente incompleto», nonché la nomina, «su proposta del ministro dell’Economia e delle Finanze, Daniele Franco, avvenuta nel Consiglio dei ministri dello scorso 31 marzo, dei sub-commissari per l’attuazione del Piano di rientro dal disavanzo sanitario calabrese, nelle persone di Angelo Pellicanò e di Michele Ametta».

«Non ha senso – tuona Sapia – che il parlamento abbia convertito l’ennesimo decreto legge per la sanità calabrese, se poi il provvedimento, che pure è incompleto e insufficiente, resta lettera morta e sul punto regna il silenzio trasversale. Il ministro Speranza è già in vacanza?».

Redazione Eco dello Jonio
Autore: Redazione Eco dello Jonio

Ecodellojonio.it è un giornale on-line calabrese con sede a Corigliano-Rossano (Cs) appartenente al Gruppo editoriale Jonico e diretto da Marco Lefosse. La testata trova la sua genesi nel 2014 e nasce come settimanale free press. Negli anni a seguire muta spirito e carattere. L’Eco diventa più dinamico, si attesta come web journal, rimanendo ad oggi il punto di riferimento per le notizie della Sibaritide-Pollino.