9 ore fa:Vaccini in Calabria, Renne (IdM): «Dopo un inizio caotico si procede con graduali miglioramenti»
7 ore fa:Covid, nella Sibaritide-Pollino 27 nuovi positivi, 16 dei quali a Corigliano-Rossano
9 ore fa:Domani si terrà la Conferenza sindaci: «Si chiede la revisione della legge di bilancio»
8 ore fa:Spoke Corigliano-Rossano, “chiudono” i reparti perché l’organizzazione è inesistente
12 ore fa:Ciò che di già sapevo. Sbadigli sulla pandemia
11 ore fa:In Calabria oggi si contano 224 nuovi positivi e 7 vittime - TUTTI I NUMERI DEL CONTAGIO
15 ore fa:IL ROTOCALCO DELL'ECO - Una settimana di notizie in pillole
10 ore fa:Corigliano-Rossano, l’associazione “Rete Italiana Disabili” ringrazia il deputato Forciniti
14 ore fa:Corigliano-Rossano, concessi i domiciliari a Domenico “u' chiatto”
10 ore fa:Chiusura del reparto di Rianimazione, il Movimento del Territorio chiama in causa il sindaco Stasi

Castrovillari, Santagada: «Il primo maggio sia una data da cui ripartire»

1 minuti di lettura

CASTROVILLARI - «“Il lavoro dovrebbe essere una grande gioia ed è ancora per molti tormento, tormento di non averlo, tormento di fare un lavoro che non serva, che non giovi a un nobile scopo”. In questa frase è racchiuso il senso che oggi si dovrebbe dare alla Festa dei Lavoratori, ma anche un inno alla ripartenza, al sostegno, alla guida ed all’accompagnamento per un risveglio di tutte le attività e capacità».

Comincia così il comunicato stampa del presidente del Consiglio Comunale di Castrovillari, Giuseppe Santagada.

«È la grande sfida che ci lancia questo Tempo – continua - e che ciascuno di noi deve affrontare ad ogni livello, in ogni modo, guardando questo riscatto che ha bisogno di tutti, indifferentemente. Ecco perché il particolarissimo periodo storico che stiamo vivendo ci impone una profonda riflessione su ciò che il lavoro è stato e soprattutto, ciò che dovrà essere quando finalmente ci saremo messi alle spalle questa drammatica pandemia».

«Viviamo, - aggiunge - da più di un anno, applicando con senso di responsabilità, le prescrizioni adottate dalle Istituzioni, e molti di noi stanno gestendo con non poche difficoltà, le restrizioni, in special modo quelle di natura finanziaria causate dalla mancanza o perdita del lavoro. Tale situazione, di per sé gravissima, avviene in una Terra, la Calabria, che storicamente ed endemicamente è afflitta dalla mancanza di lavoro».

«La Politica e, con essa, le Istituzioni sono chiamate a dare risposte ai molti precari in attesa di stabilizzazione, ai giovani con contratti di lavoro occasionale e a termine, ai padri di famiglia che sono stati costretti a reinventarsi un’attività, ed a quanti quotidianamente sono afflitti dalle incertezze per il futuro. Pertanto, è necessario calendarizzare, al più presto, un dibattito serio e concreto che coinvolga, in primis, le parti sociali e le associazioni di categoria, al fine di intercettare le imponenti risorse stanziate dall’Europa, per tamponare i danni causati dalla pandemia e per colmare il gap con le altre realtà territoriali. Pertanto l’augurio che rivolgo a tutti i Lavoratori, e in particolare ai non occupati, è che presto, nella nostra città, si possano raggiungere i futuri traguardi con serenità e rinnovato vigore» conclude.

Redazione Eco dello Jonio
Autore: Redazione Eco dello Jonio

Ecodellojonio.it è un giornale on-line calabrese con sede a Corigliano-Rossano (Cs) appartenente al Gruppo editoriale Jonico e diretto da Marco Lefosse. La testata trova la sua genesi nel 2014 e nasce come settimanale free press. Negli anni a seguire muta spirito e carattere. L’Eco diventa più dinamico, si attesta come web journal, rimanendo ad oggi il punto di riferimento per le notizie della Sibaritide-Pollino.