5:50 pm:Covid in Calabria: stabili i positivi. Vibo e Crotone segnano quota 0 - TUTTI I NUMERI DEL CONTAGIO
6:48 pm:Vaccarizzo Albanese: le scuole resteranno chiuse fino a martedì 22
7:03 pm:Test di accesso a medicina, Bruno Bossio (PD): «Mio l'emendamento per abolirli»
6:41 pm:Pescatori di Schiavonea: «Sentiamo la lontananza del Comune»
4:48 pm:Cariati: danno fuoco ai terreni per trarne profitto
6:15 pm:Ormai si fa quel che si può: arriva un contagiato, porte sbarrate... con le sedie
4:55 pm:Saracena: fondi per attività a sostegno di enogastronomia, turismo e agricoltura
5:08 pm:A Villapiana verrà consegnata una caserma ai Carabinieri
3:35 pm:Il Comune di Corigliano-Rossano aderisce all'Anagrafe nazionale della popolazione residente
6:53 pm:Cariati: auguri a Glory e Goodluck per il loro Sì

Monsignor Satriano saluta tutti: «Sono stato un ospite. Senza la Chiesa questo territorio ancora più povero»

1 minuti di lettura
È apparso lucido e sereno, ovviamente emozionato, l’ormai ex Arcivescovo di Rossano-Cariati, Monsignor Giuseppe Satriano. «Sono stato un ospite di questa Chiesa» ha dichiarato poco fa, nella sala degli stemmi dell’Arcivescovado dell’Achiropita,  all'incontro con la stampa dopo la nomina a nuovo Pastore di Bari-Bitonto. A tal proposito un aneddoto: «Non ho mai avuto le chiavi di casa, le lasciavo in macchina per emergenza. Ho sempre bussato al campanello proprio per ricordare che ero ospite in casa altrui». Da qui l’excursus del suo “viaggio” pastorale in Calabria: «Il mio è stato un progetto basato sul rilancio dell’evangelizzazione, a partire da un’attenzione maggiore alle famiglie che dovevano avere un ruolo da protagonista. Ci sono stati passi in avanti che non sono innovativi perché ho continuato un cammino iniziato da monsignor Marcianò. Quest’ultimo ha avuto il merito di creare un impianto nella Diocesi che stavamo riempiendo di contenuti». Anni di progetti, quelli riusciti e quelli da portare a termine. Uno su tutti : «realizzare un centro pastorale giovanile a Rossano. Doveva servire anche per le persone disabili, era un sogno e sono sicuro che il mio successore continuerà a lavorarci». Ma, come dichiarato da Satriano, c’è una categoria che ha avuto le maggiori attenzioni: quella che ha a che fare con i poveri e gli ultimi. «Se non ci fosse la Chiesa in questo territorio la situazione sarebbe stata più grave. Non lo affermo per rinfacciare, ma perché senza la Caritas, e altre organizzazioni, il disagio sociale sarebbe più accentuato. Allo Scalo assicuriamo quotidianamente 160 pasti e abbiamo mense a Schiavonea, Corigliano Paese, Mirto e non solo. Si tratta di povera gente che abita le situazioni della vita e che spesso è garbatamente vestita». Infine, da buon pastore e padre di una famiglia di fedeli una bonaria tirata di orecchie: «La Calabria, e la gente che la abita, deve unirsi e non guardare sempre all’orticello del vicino. Si cresce se si è uniti e se non si dà sempre la colpa all’altro».
Redazione Eco dello Jonio
Autore: Redazione Eco dello Jonio

Ecodellojonio.it è un giornale on-line calabrese con sede a Corigliano-Rossano (Cs) appartenente al Gruppo editoriale Jonico e diretto da Marco Lefosse. La testata trova la sua genesi nel 2014 e nasce come settimanale free press. Negli anni a seguire muta spirito e carattere. L’Eco diventa più dinamico, si attesta come web journal, rimanendo ad oggi il punto di riferimento per le notizie della Sibaritide-Pollino.