6:01 pm: Francesco Madeo: «Errori sul calcolo dei positivi nella Sibaritide? Secondo l'Asp di Cosenza sì»
6:01 pm:"Piccoli Passi", la Cassazione annulla la condanna per un imprenditore
7:30 pm:Grazie ad Azione Verde nasce in Nigeria una nuova squadra di calcio. Le divise arrivano da Trebisacce
5:01 pm:Michele Sapia (Cisl): «I danni al territorio sono il risultato di anni di leggerezze»
7:01 pm:Sulla questione del depuratore interviene Antoniotti: «Stasi rifiuta le risorse in cambio di uno ‘’studio di fattibilità’’»
5:50 pm:Sanità, Spirlì e Orsomarso visitano il 118 di Cosenza: «Spina dorsale del nostro sistema»
8:01 pm:"Ci sono Anch'io" il vissuto di un'associazione che ha rivoluzionato il mondo del sociale
6:01 pm:Emergenza Covid, Corigliano-Rossano a 912 casi: Stasi applica il "mini-lockdown"
6:00 pm:Biodiversità marina, dalla Regione Calabria 200mila euro del FEAMP
5:01 pm:“Guardarsi dentro… con gli occhi di Dio” libro per le coppie scritto da don Franco Romano

La scuola "Monachelle" premia i suoi piccoli campioni di matematica

1 minuti di lettura
di Martina Caruso Che i giochi siano un veicolo importante per aiutarci a portare l’attenzione degli studenti sui problemi matematici è chiaro a chiunque si sia trovato ad insegnare, in qualunque ordine di scuola, ma è chiaro, soprattutto, a chi lavora con i bambini della scuola primaria che, giocando, imparano a “risolvere problemi”... anche (ovviamente) quelli di  matematica. Queste competizioni, mettono in evidenza una caratteristica fondamentale della personalità dei piccoli giocatori: per alcuni, la gara, fattore intrinseco al gioco, è un momento respingente che crea ansia e non induce il piacere della sfida e della conquista; altri, invece, per i quali la sfida è il momento perfetto per esprimere al meglio le proprie capacità. La Scuola Elementare Monachelle ha offerto, infatti, un’occasione “protetta” in cui i singoli allievi hanno messo alla prova la loro curiosità e capacità di invenzione, misurando anche le loro attitudini matematiche, contando sul sostegno e sulla complicità dei mentori e referenti in questione, Angela Talarico e Katia Mancuso: «Questo è un momento importante nel quale i ragazzi sfidano la paura degli insuccessi, cercando di dare il massimo attraverso la chiave che porta al successo, ossia il confronto» afferma la Celestina D’Alessandro, dirigente dell'istituto comprensivo Rossano 2 che stamattina ha premiato i 65 piccoli allievi che hanno partecipato ai “Giochi d’autunno Bocconi MATEPristem”. Un momento di gioia che ha visto distinguersi tra i partecipanti i piccoli Giulia Amoriello, Zenobio Accroglianò e al primo posto Flavia LaPietra.  Queste esperienze possono creare il gusto per il lavoro intellettuale e la permanente impronta sulla mente e sul carattere sulla vita dei ragazzi, oltre ad essere un’opportunità per mettersi in contatto con altre realtà scolastiche.
Redazione Eco dello Jonio
Autore: Redazione Eco dello Jonio

Ecodellojonio.it è un giornale on-line calabrese con sede a Corigliano-Rossano (Cs) appartenente al Gruppo editoriale Jonico e diretto da Marco Lefosse. La testata trova la sua genesi nel 2014 e nasce come settimanale free press. Negli anni a seguire muta spirito e carattere. L’Eco diventa più dinamico, si attesta come web journal, rimanendo ad oggi il punto di riferimento per le notizie della Sibaritide-Pollino.