6 ore fa:Agostinelli è presidente dell’Autorità di Sistema portuale dei Mari Tirreno Meridionale e Ionio
3 ore fa:Cariati, E-state in fiera dal 29 giugno al 15 settembre sul lungomare Colombo
4 ore fa:Bomba incendiaria nel cantiere della scuola di Nubrica, ferma condanna dell'Amministrazione comunale
3 ore fa:Un'estate al mare anche per i nostri amici a 4 zampe!
3 ore fa:Trebisacce, nuovi dubbi e interrogativi sulla riapertura dell'ospedale Chidichimo: «Penalizzato»
5 ore fa:Facoltà di Medicina all'Unical: si parte già dall'anno accademico 2021-2022
4 ore fa:«I Livelli essenziali di assistenza (Lea) in Calabria sono sotto la media. Necessario intervenire»
5 ore fa:Covid, in Calabria si contano 77 nuovi positivi - TUTTI I NUMERI DEL CONTAGIO
3 ore fa:COSA SUCCEDE IN CITTA - 3,2,1... È arrivata l'estate. Siamo pronti?
6 ore fa:Statale 106, incidente a Frasso Amarelli: centauro e automobilista feriti

Incendi boschivi, tratto in arresto un uomo responsabile di diversi roghi

1 minuti di lettura
I Militari della Stazione Carabinieri Forestale di Trebisacce, unitamente ai militari del Nucleo Investigativo (NIPAAF) di Cosenza e delle Stazioni di Corigliano, Castrovillari e Oriolo hanno questa mattina proceduto a dare esecuzione ad un’ordinanza del Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Castrovillari, di applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari a carico di M.R., 54 anni di Albidona, resosi responsabile del reato di incendio boschivo doloso continuato e aggravato. La misura cautelare, richiesta dal Pubblico Ministero dott. Flavio Serracchiani, è stata adottata sulla base dei gravi indizi di colpevolezza a carico del medesimo emersi in questi mesi. In particolare dall’attività investigativa e tecnica dei militari della Stazione Carabinieri Forestale di Trebisacce è emerso come l’uomo sia l’autore di diversi eventi incendiari che questa estate sono divampati nel territorio di Albidona e che hanno gravemente compromesso il patrimonio boschivo presente bruciando diversi ettari. La tecnica rilevata dai militari è quella di aver utilizzato come innesco una candela preparata dal soggetto, lasciata accesa nel mezzo della vegetazione, la quale pur essendo un mezzo rudimentale e facilmente reperibile consentiva allo stesso di potersi allontanare dal luogo prescelto e di innescare le fiamme a distanza di un lasso di tempo utile per lasciare indisturbato i luoghi. Così però non è stato perché i militari da tempo, insospettiti dalla presenza di un fuoristrada nei luoghi degli incendi, avevano iniziato una specifica attività investigativa attraverso mirati servizi di osservazione dell’area che hanno portato all’individuazione del soggetto. All’uomo, oltre alla notifica della misura cautelare, a seguito di perquisizione domiciliare, sono state sequestrate diverse candele e coltelli usati per preparare gli inneschi oltre al ritiro cautelativo di armi e munizioni in suo possesso. 
Redazione Eco dello Jonio
Autore: Redazione Eco dello Jonio

Ecodellojonio.it è un giornale on-line calabrese con sede a Corigliano-Rossano (Cs) appartenente al Gruppo editoriale Jonico e diretto da Marco Lefosse. La testata trova la sua genesi nel 2014 e nasce come settimanale free press. Negli anni a seguire muta spirito e carattere. L’Eco diventa più dinamico, si attesta come web journal, rimanendo ad oggi il punto di riferimento per le notizie della Sibaritide-Pollino.