4 ore fa:Lupin processato per rapina aggravata, assolto perché il fatto non sussiste
3 ore fa:San Morello dal 1500 fino ai nostri giorni
37 minuti fa:Giornata nazionale della colletta alimentare, a Castrovillari raccolti 6.570 chilogrammi di cibo
19 ore fa:Simona Loizzo nominata capogruppo della Lega al Consiglio Regionale
2 ore fa:La rivoluzione dell’idrogeno, Ferrovie della Calabria presenta il progetto
5 ore fa:NUGAE - Tra l’io e il noi, per dissipare le nuvole di grigie solitudini
4 ore fa:Incontro proficuo tra il “Comitato commercianti di Corigliano Centro” e l’Amministrazione
20 ore fa:Contrae il covid in gravidanza, muore una mamma di 31 anni
1 ora fa:VOLLEY - Amaro in bocca per il team Rossano: Sconfitto da Reggio, avrebbe potuto vincere
6 ore fa:L’Annunziata è in piena emergenza, pazienti covid trasferiti a Corigliano-Rossano

I figli della luna: da 10 anni dalla parte degli invisibili

1 minuti di lettura
Un mosaico di esperienze che in questi anni si è arricchito di sfumature e piccoli tasselli, tanti quanti le persone incontrate, le istanze delle famiglie fatte proprie, le innumerevoli attività ed i progetti svolti, i passi compiuti verso le piccole ma grandi e significative conquiste. Tra tutte, l’abbattimento dei tabù nei confronti della disabilità, i percorsi verso la conquista dell’autonomia e la promozione della cultura dell’inclusione. Nel 2020 la cooperativa sociale I Figli della Luna festeggia i suoi primi 10 anni di attività. Ad illustrare quanto è stato fatto e quanto ancora sarà fatto per quelli che a torto vengono definiti invisibili è stato questa mattina (giovedì 8) il presidente Lorenzo Notaristefano che, insieme agli altri soci e allo staff, ha inaugurato ufficialmente l’anno sociale del sodalizio. Al simbolico taglio del nastro del nuovo anno sociale de I Figli della Luna, insieme ai ragazzi che frequentano il Centro, hanno partecipato l’assessore alla Città della Cultura e della Solidarietà Donatella Novellis, i consiglieri comunali Cesare Sapia, Isabella Monaco e Adele Olivo e per il settore comunale pubblica istruzione e servizi sociali Valentina Carucci e Bernarda Carbone. Erano presenti, inoltre, il Presidente della Cooperativa sociale Gocce nel Deserto Mario Smurra, Antonio Monaco, presidente della IX Circoscrizione Lyons Club, Mariateresa Bua, presidente dei Lyons Club Rossano-Sybaris che insieme alla socia Alida Bafaro hanno consegnato uno stock di mascherine e di gel igienizzante, Affermerò per tutta la mia vita, con estrema forza e convinzione, che ogni ragazzo con una disabilità, fisica o mentale che sia, ha tutto il diritto di raggiungere il massimo delle sue possibilità perché non esistono risultati impossibili per definizione. - Le parole del compianto professore Giorgio Albertini, neurologo e direttore del Dipartimento di riabilitazione pediatrica IRCCS San Raffaele Pisana di Roma, pioniere del metodo Cooperative-Learning, rappresentano ormai il manifesto de I Figli della Luna. Non c’è iniziativa ed azione che non sia ispirata a queste parole. Il centro diurno il Sorriso, autorizzato al funzionamento dal 2016 e dal 1° gennaio 2020 e con la Riforma del Welfare, accreditato di diritto, ha riaperto i battenti lo scorso 5 ottobre. Si è rifatto il look, rimodulando gli spazi sulla base delle normative anti-covid e dando una nuova atmosfera con i colori che ricordano il logo. È stato ampliato l’organico societario con l’ingresso di nuovi soci, cinque giovani professionisti. Lo staff si compone di tre educatrici, due Operatori Socio Sanitari, una psicologa e psicoterapeuta coordinatrice e un’assistente sociale. Oltre al Centro Diurno, che è solo una parte delle attività, I Figli della Luna riprenderanno a breve   con l'organizzazione di convegni, seminari e corsi di formazione per gli operatori.
Redazione Eco dello Jonio
Autore: Redazione Eco dello Jonio

Ecodellojonio.it è un giornale on-line calabrese con sede a Corigliano-Rossano (Cs) appartenente al Gruppo editoriale Jonico e diretto da Marco Lefosse. La testata trova la sua genesi nel 2014 e nasce come settimanale free press. Negli anni a seguire muta spirito e carattere. L’Eco diventa più dinamico, si attesta come web journal, rimanendo ad oggi il punto di riferimento per le notizie della Sibaritide-Pollino.