15 ore fa:Domani al Castello Flotta l'evento “La musica una compagna per tutta la vita”
18 ore fa:I Marcatori Identitari Distintivi come esperienza turistica competitiva
14 ore fa:Prossimamente in libreria il nuovo libro di Carlino: “Rossano e il suo Codex nella Letteratura”
17 ore fa:Cariati, al vaglio le candidature per la Commissione per le Pari Opportunità e Politiche di genere
16 ore fa:La Regione Calabria applica per la prima volta la legge che regolamenta le Lobby
17 ore fa:Nell’oasi di pace e relax Barbieri torna il format ‘Na birra nell'orto
12 ore fa:La Vignetta dell'Eco
12 ore fa:Le ali a Crotone, aspettando un sussulto dei nostri territori
16 ore fa:Sanità precaria, il grido di allarme di Corigliano-Rossano Pulita
11 ore fa:Verso le aziende agricole digitali anche nella Sila Greca

La scuola dell'Infanzia G. Rizzo conclude l'anno con una festa dedicata ai "Remigini"

1 minuti di lettura

CORIGLIANO-ROSSANO – Ieri, 14 giugno, si è svolta, presso la Scuola dell’Infanzia G. Rizzo di Corigliano-Rossano, un’importante iniziativa dedicata ai “Remigini”, i piccoli che hanno concluso la loro esperienza nella scuola dell’infanzia e che accederanno presto alla scuola primaria. L’evento di inaugurazione dei lavori realizzati dai bambini si è tenuto alla presenza del Dirigente Scolastico dell'Istituto Comprensivo Rossano 1, Mauro Colafato, e dell’assessore Tatiana Novello.

«Il tema portante che ci ha guidato lungo l’intero anno scolastico – ha spiegato la maestra Antonella Milito, responsabile di plesso che ha contribuito alla realizzazione del progetto nazionale "Costruiamo Gentilezza" – è stata, appunto, la gentilezza. Si è puntato anche alla tutela dell’ambiente, consolidando il valore di questi importanti temi, che abbiamo declinato attraverso due laboratori specifici. Il nostro filo conduttore è stato un’occasione per avviare un percorso produttivo sul tema delle relazioni con gli altri, dell’impiego di parole gentili - che spesso non usiamo – e degli atteggiamenti che caratterizzano il nostro agire. Da qui il tema trainate “coltiviamo gentilezza”. Sulla scia di queste iniziative, si è avviato poi un laboratorio grazie al quale è stata realizzata la panchina della gentilezza, realizzata con l’aiuto di alcuni genitori volontari e utilizzando vecchi bancali che, altrimenti, sarebbero stati abbandonati nell’ambiente».

I bambini hanno dipinto la panchina di colore viola, che nasce dall’unione del blu, che simboleggia la profondità, e del rosso, che è invece simbolo di concretezza, «due caratteristiche - ha dichiarato la maestra Milito - che ben identificano la gentilezza». Il secondo laboratorio, invece, è stato incentrato sul tema del riciclo e della salvaguardia ambientale. Gli alunni hanno infatti dipinto alcuni vecchi pneumatici che sono stati poi trasformati in fioriere da giardino per il cortile della scuola.

Rita Rizzuti
Autore: Rita Rizzuti

Nata nel 1994, laureata in Scienze Filosofiche, ho studiato Editoria e Marketing Digitale. Amo leggere e tutto ciò che riguarda la parola e il linguaggio. Le profonde questioni umane mi affascinano e mi tormentano. Difendo sempre le mie idee.