2 ore fa:Anche oggi le piste di Lorica rimarranno chiuse a causa delle elevate temperature
11 ore fa:Il miraggio di un ospedale
36 minuti fa:Il Pd di Co-Ro sull’alta velocità ferroviaria in Calabria: «Bisogna perseguire il progetto originario»
12 ore fa:Elezioni comunali a Co-Ro, il passo avanti di Azione che punta tutto su Mattia Salimbeni
14 ore fa:Ufficio Postale a Mandatoriccio, presto una sede temporanea
12 ore fa:VOLLEY FEMMINILE - La Caffè San Vincenzo è vincente anche in Coppa Calabria
6 minuti fa:La Commissione Europea promuove col massimo dei voti la "Notte della Ricerca" Unical
13 ore fa:Salimbeni sui ritardi relativi ai progetti PinQua: «Non abbiamo più tempo, serve una task force»
12 ore fa:Ad Alessandria del Carretto nasce il Museo alessandrino delle Maschere
14 ore fa:Calabria finalmente in linea con le direttive europee sull'economia circolare

Cinema e Scuola, ad Oriolo un progetto per studenti appassionati e consapevoli

1 minuti di lettura

ORIOLO - L'Amministrazione Comunale di Oriolo ha messo in essere l'idea-progetto "C _S Cinema e Scuola" con l'intento di formare dei ragazzi consapevoli e appassionati e creando un legame attivo tra il mondo della scuola e quello cinematografico.

«Il progetto - si legge nella nota - promosso e realizzato da Giorgio Liguori con la collaborazione di Nicola Simonelli, è stato pensato per gli studenti della Scuola Secondaria di Secondo Grado e si sviluppa in una serie di incontri, presso il Teatro Valle, con determinate tematiche quali la legalità, l'immigrazione, la diversità, la comunicazione e l'ambiente. Il cinema con la visione di film selezionati, seguiti da discussioni e analisi critiche, può rappresentare un potente strumento per esplorare tematiche sociali e culturali complesse. Attraverso la visione e l’analisi di film, gli studenti possono approfondire la comprensione di problemi sociali, come la discriminazione, l’immigrazione, la povertà, l’uguaglianza di genere, permettendo loro di sviluppare una maggiore consapevolezza e sensibilità verso queste questioni. Inoltre, il cinema offre anche un’opportunità per esplorare e apprezzare culture diverse, contribuendo alla formazione di cittadini aperti al dialogo interculturale».

E ancora: «I primi due appuntamenti, con la visione de “I Cento Passi“ di Marco Tullio Giordana, sul tema della legalità, e di “Gran Torino” di Clint Eastwood, sul tema dell'immigrazione, hanno riscosso grande attenzione e interesse da parte dei ragazzi. I film proiettati, e così avverrà anche per tutti gli altri in programma, sono stati introdotti da una presentazione da parte degli insegnanti, con una relativa scheda di lettura contenente al suo interno anche itinerari didattici, spunti di riflessione e proposte di approfondimento. Alla visione è seguito un vivace dibattito che ha offerto ai ragazzi la possibilità di confrontarsi su idee ed esperienze personali».

«Il progetto - riporta in conclusione la nota - continuerà anche nei prossimi mesi e potrà rappresentare un’esperienza educativa coinvolgente che andrà oltre la semplice visione di un film. Attraverso proiezioni, analisi e discussioni, gli studenti potranno infatti approfondire temi importanti, sviluppare il pensiero critico e potenziare le proprie capacità comunicative. Un progetto, siamo sicuri, che potrà fornire loro un’esperienza formativa completa e stimolante, in grado di favorire la loro crescita culturale e personale».

Il programma completo:  Legalità - "I Cento Passi" (Marco Tullio Giordana, 2000) Martedì 31ottobre 2023; Immigrazione - "Gran Torino"(Clint Eastwood, 2008) Mercoledì 22 novembre 2023; Diversità -  "A Beautiful Mind"(Ron Howard, 2001) Mercoledì 24 gennaio 2024; Comunicazione - "The Truman show" (Peter Weir, 1998) Mercoledì 21 febbraio 2024; Ambiente -  "Princess Mononoke" (Hayao Miyazaki, 1997) Giovedì 21 marzo 2024.

Rita Rizzuti
Autore: Rita Rizzuti

Nata nel 1994, laureata in Scienze Filosofiche, ho studiato Editoria e Marketing Digitale. Amo leggere e tutto ciò che riguarda la parola e il linguaggio. Le profonde questioni umane mi affascinano e mi tormentano. Difendo sempre le mie idee.